Il tuo browser non supporta JavaScript!

Annamaria Cascetta

Annamaria Cascetta
autore
Vita e Pensiero
Anna Maria Cascetta è professore ordinario di Storia del teatro e dello spettacolo nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Cattolica di Milano.
Condividi:

Libri dell'autore

Limite, trasgressione e responsabilità: riscritture moderne della tragedia antica digital
formato: Capitolo | Giustizia e letteratura II
Anno: 2014
Il saggio esplora il tema della responsabilità in relazione a come questo viene sviluppato in alcune opere classiche e moderne e al contesto dei mutamenti ideologici di questo concetto.
€ 4,00
“Gólgota Picnic” by Rodrigo Garcia. Starting again from man or drowning in nothingness? digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 2014 - 1. Il teatro verso la performance
Anno: 2014
The essay analyses the production of Gólgota Picnic by the Spanish artist Rodrigo Garcia, seen in the context of the 2011 Festival d’Automne in Paris...
Scarica
Introduction digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 2014 - 1. Il teatro verso la performance
Anno: 2014
...
Scarica
Il dramma del processo fra mito e realtà digital
formato: Capitolo | Giustizia e Letteratura I
Anno: 2012
Qual è la natura della colpa? A chi attribuire la responsabilità finale della colpa dopo aver accertato la responsabilità specifica di una colpa? Quale espiazione? Il saggio analizza alcuni esempi nell'ambito del teatro contemporaneo, sia del "teatro di narrazione" sia del teatro documento e del dramma d'autore.
€ 4,00
L'uomo e la rappresentazione. Fondazioni antropologiche della rappresentazione mediale e dal vivo
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2012 | pagine: 216
Anno: 2012
Chi è l'uomo che fa rappresentazione: ovvero l'uomo della, con la, (ma anche) oltre la rappresentazione? Gli studi qui raccolt
€ 20,00
Premessa
Gratis
digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 2009 - 2. Attualità della tragedia: teorie e letture sceniche
Anno: 2009
Sulla scia di un’attenzione al tragico che ormai da tempo accompagna i miei studi prediletti (mi permetto qui di segnalare un mio recente lavoro di parziale sintesi: La tragedia nel teatro del Novecento, Laterza, Roma-Bari 2009), propongo in questo numero di «Comunicazioni sociali», da me curato, una breve raccolta di saggi sul tema redatti da alcuni giovani studiosi e collaboratori della sezione Teatro del Dipartimento di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo dell’Università Cattolica di Milano. L’analisi dell’opera di Walter Benjamin Origine del dramma barocco tedesco (Ursprung des deutschen Trauerspiels) di Tancredi Gusman offre l’occasione di tornare sul problema di fondo della relazione fra tragico e tragedia (...).
Scarica
Il teatro a Milano nel Settecento. Vol. I. I contesti
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2008 | pagine: 568
Anno: 2008
Le più recenti letture storiografiche e critiche hanno restituito il volto di un Settecento sfaccettato e poliedrico, difficilmente riducibile a facili schematismi interpretativi. Il superamento dello schema della decadenza dei primi decenni, la restituzione della specificità dell’età teresiana nei suoi complessi processi di trasformazione sociale e politica, il rinnovato rapporto fra la Chiesa e la società affiancano altre questioni fondamentali quali, sul piano della storia delle idee, l’equilibrio fra le istanze della ragione e il ‘vero di passione’, fra morale e cultura, fra il classicismo e le sue declinazioni moderne. Il teatro è a sua volta sottoposto a spinte di rimodellizzazione in ogni sua espressione: sul piano delle poetiche così come nelle sue concrete espressioni il Settecento è il secolo del trionfo del dramma in musica e del teatro professionistico tanto quanto del teatro aristocratico, che trova nella villa di delizia il proprio correlativo spaziale. In questo orizzonte la città di Milano, e più estesamente la Lombardia austriaca, si presentano come luoghi di intensa vita intellettuale, di scambi, di fermento e di ricezione della sfida illuministica, di incrocio fra Parigi e Vienna, di riassetto organizzativo e sociale. Di tali questioni si fa carico il presente volume che, accanto ad alcuni profili che delineano le coordinate storiche della Milano teresiana, propone un ampio ventaglio di saggi che illuminano i contesti di produzione delle pratiche teatrali, cerimoniali e rituali: la città come spazio simbolico della festa ancora vitale, le confraternite, i collegi, le accademie, i salotti aristocratici e le ville, i nuovi edifici teatrali.
€ 45,00
La prova del Nove. Scritture per la scena e temi epocali nel secondo Novecento
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2005 | pagine: 654
Anno: 2005
Il Novecento ha segnato la rifondazione del teatro, il ripensamento del suo ruolo e l’innovazione dei suoi segni e dei suoi procedimenti nel nuovo scenario della comunicazione e delle arti. La ‘prova’, la ricerca e la sperimentazione ne sono state la cifra dominante. Le indicazioni più feconde per il rinnovamento delle strutture e delle tecniche del testo teatrale si sono spesso trovate, negli ultimi decenni, in quelle pratiche drammaturgiche che liberano l’evento scenico dall’ipoteca della scrittura verbale. Il testo performativo, servito da una scrittura che si muove liberamente nella trama degli altri codici di scena, è stato spesso anche luogo di una felice saldatura con la storia delle idee e dell’emergenza di temi epocali intorno ai quali convocare gli artisti e il pubblico nel ‘come se’ della rappresentazione dal vivo. L’ampia zona delle scritture di origine non propriamente drammatica, ma narrativa, saggistica, trattatistica, giornalistica, poetica, documentaria, giudiziaria o sacra costituisce dunque il campo delle analisi qui presentate, condotte secondo un punto di vista tematico oltre che, in primo luogo, drammaturgico. Non si tratta di una carrellata esaustiva, né si ha la pretesa di stilare un bilancio nell’area delle scritture per la scena di origine non drammatica del secondo Novecento. È piuttosto un primo orientamento, nella convinzione che l’irriducibile complessità del Novecento non possa rispecchiarsi che in un percorso aperto, frammentato, eterogeneo. Una traccia all’interno di uno scenario complesso rispetto a cui tutte le drammaturgie qui esaminate si pongono come voci sempre libere e sempre critiche. Un’apertura sul mondo, una domanda di senso e di responsabilità, mai autoreferenziale, come deve essere il teatro.
€ 50,00
Un talento poliedrico, un'unica ispirazione digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 2002 - 3
Anno: 2002
Scarica
Presentazione digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 2000 - 2-3. IMMAGINI, VISIONI,EPIFANIE
Anno: 2000
Scarica
Dalla parola al silenzio. Krapp's Last Tape e Actes sans paroles I e II di Samuel Beckett digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1999 - 1
Anno: 1999
€ 6,00
Immagini dell'esistenza: Fin de partie di Samuel Beckett digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1998 - 1
Anno: 1998
€ 6,00
La questione del testo drammatico: linee introduttive digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1997 - 2. SCRITTURE PER LA SCENA
Anno: 1997
€ 6,00
Una partitura per "passar le temps". En attendant Godot di Samuel Beckett digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1997 - 2. SCRITTURE PER LA SCENA
Anno: 1997
€ 6,00
Miti al femminile in alcuni momenti della drammaturgia italiana del '900 digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1995 - 4
Anno: 1995
€ 6,00
La scena della gloria. Drammaturgia e spettacolo a Milano in età spagnola
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 820
Anno: 1995
La drammaturgia e lo spettacolo a Milano in età spagnola, fenomeni poco esplorati dagli studi, sono sistematicamente affrontati in questo volume e in altri lavori concomitanti che rientrano nello stesso piano di ricerca. Si tratta di una ricognizione a tutto campo, attraverso analisi di forme ed eventi paradigmatici, che percorre i tempi, i luoghi, i contesti, i generi drammatici e le forme rituali, gli autori, gli artisti, le istituzioni coinvolte nell'organizzazione, i temi, le allegorie, i simboli e il pubblico. Oltre a colmare una lacuna storiografica, il lavoro consente di approfondire alcuni nodi metodologici e teorici epocali e generali. In particolare si focalizzano e si discutono i seguenti problemi: il rapporto fra teatro e ritualità paraliturgiche e civili; la referenzialità scenica e lo statuto drammaturgico dei testi drammatici e dei riti; l'incontro difficile fra scena e corporeità; la relazione fra teatro e retorica, l'oscillazione di quest'ultima fra funzione esornativa e predicazione di verità e quindi il rapporto fra metafora e ontologia; il tragico, sigla dei tempi, e la rappresentazione, nella particolare declinazione della cultura cristiana post-tridentina; il rilievo dell'impronta originale della città. L'ottica comunicazionale con cui si è inoltre letto il fenomeno fa emergere il teatro dell'età barocca a Milano non come una modalità espressiva e comunicativa fra le tante, ma come la forma comunicativa per eccellenza fra ceti, gerarchie, istituzioni, individui, che gioca un ruolo primario nell'elaborazione e nella diffusione del progetto culturale di questo momento dell'Antico Regime.
€ 49,06
Introduzione digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1993 - 2-3. FORME DELLA SCENA BAROCCA
Anno: 1993
Scarica
Alle origini della tragedia digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1986 - 1-2. LA TRAGEDIA INATTUALE
Anno: 1986
€ 6,00
La riflessione sul tragico e sulla tragedia: paradigma di un'utopia drammaturgica digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1986 - 3-4. LA PAROLA RESPONSABILE
Anno: 1986
€ 6,00
L'educazione estetica dell'adolescente. Linee di approccio alle arti dello spettacolo digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1985 - 2-3. EDUCAZIONE E TEATRO
Anno: 1985
€ 6,00
Suggestioni neobarocche sulla scena teatrale digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1985 - 5
Anno: 1985
€ 4,00
Momenti strindberghiani digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1981 - 2
Anno: 1981
€ 4,00
Oltre il non senso della morte: l'ultima opera di Kantor digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1981 - 3
Anno: 1981
€ 4,00
La sfida del corpo. Ipotesi su alcuni momenti della scena contemporanea digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1980 - 3-4
Anno: 1980
€ 6,00
Autobiografia e messaggio digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1980 - 2
Anno: 1980
€ 4,00
Fiaba e poesia digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1980 - 4
Anno: 1980
€ 4,00
Una lettura " pacificatrice" della Tempesta di Shakespeare digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1979 - 1
Anno: 1979
€ 6,00
Il mito di "Ubu" secondo Peter Brook digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1979 - 3
Anno: 1979
€ 6,00
Il teatro alla ricerca del rito: nota su una rappresentazione sperimentale digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1979 - 4
Anno: 1979
€ 6,00
L'incontro col tragico nella drammaturgia di Giovanni Testori digital
formato: Articolo | ANNALI SCUOLA SUPERIORE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI - 1978 - 1
Anno: 1978
€ 6,00
Il giullare: un continente inesplorato. Cronaca di un convegno digital
formato: Articolo | ANNALI SCUOLA SUPERIORE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI - 1977 - 1
Anno: 1977
€ 6,00
Teatro di base a convegno digital
formato: Articolo | ANNALI SCUOLA SUPERIORE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI - 1977 - 1
Anno: 1977
€ 6,00
Cascetta, Intellettuali e popolo, due spunti teotrali di riflessione digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1977 - 1
Anno: 1977
€ 4,00
Il Piccolo Teatro tra ieri e domani digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1977 - 5-6
Anno: 1977
€ 4,00
Per una drammaturgia della coscienza utopica digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1976 - 4
Anno: 1976
€ 4,00
Negazione e nuove vie della «rappresentazione». Note su Grotowsky, sul Living Theatre e sull'Odin Teatret digital
formato: Articolo | ANNALI SCUOLA SUPERIORE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI - 1975 - 1-2
Anno: 1975
€ 6,00
Romanzo e teleromanzo digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1975 - 1
Anno: 1975
€ 4,00
La donna: tema e soggetto nel processo di produzione del «discorso» teatrale digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1975 - 3-4
Anno: 1975
€ 4,00
La pratica teatrale fra utopia e riforma: rassegna di stagione digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1975 - 5
Anno: 1975
€ 4,00
Teatro: controllo di mezza stagione digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1974 - 1-2
Anno: 1974
€ 4,00
Il teatro rivisita i classici digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1973 - 1
Anno: 1973
€ 4,00
La politica chiede il passo al teatro digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1973 - 3-4
Anno: 1973
€ 4,00
L'uso alternativo del teatro digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1972 - 1-2
Anno: 1972
€ 4,00
Il segno teatrale nel "Sogno" di Brook digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1972 - 4
Anno: 1972
€ 4,00
COMUNICAZIONI SOCIALI - 2014 - 1. Il teatro verso la performance digital
formato: Fascicolo digitale
Anno: 2014
Primo fascicolo del 2014 di Comunicazioni Sociali. Journal of Media, Performing Arts and Cultural Studies
COMUNICAZIONI SOCIALI - 2009 - 2. Attualità della tragedia: teorie e letture sceniche digital
formato: Fascicolo digitale
Anno: 2009
Numero due del 2009 della rivista "Comunicazioni Sociali"
Sulle orme dell'antico. La tragedia greca e la scena contemporanea
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1991 | pagine: 292
Anno: 1991
La scena teatrale ha sempre svolto un ruolo fondamentale nell'elaborazione collettiva della coscienza tragica. Se è vero che oggi gli artisti di teatro più profondi e originali che danno voce al sentimento tragico non sembrano per lo più muoversi sulla falsariga della tragedia, è vero peraltro che questo genere ereditato dalla tradizione è vischioso e che il modello antico non cessa di affascinare la creazione moderna. Possono quell'antropologia e quella drammaturgia antica mettere in gioco ancora le nostre domande sul tragico? Che cosa di fatto avviene quando il mito o il testo della tragedia antica entra in collisione con filosofie, ideologie, convenzioni, istanze comunicative attuali? Come dialoga il modello con la contemporaneità? Sono questi gli interrogativi sottesi ai saggi che qui presentiamo, articolati in due parti. La prima, affidata a studiosi del mondo greco, riflette sul funzionamento di un congegno capace di portare a galla un vissuto angoscioso, ma anche di controllarlo, ed evidenzia i segni della crisi già tuttavia presenti in una macchina rassicurante. Non è facile, infatti, raggiungere e mantenere stabilmente un equilibrio nell'elaborazione del tragico; I'intuizione della “fralezza del destino umano” si riaffaccia continuamente sul disincantato e sulla paura. Nella spinta a trasformarsi, interna alla tragedia fin dalla sua origine, sta forse la base di una duttilità a modellarsi su contenuti sempre nuovi che provoca e alimenta l'inchiesta della modernità. I saggi della seconda parte analizzano alcuni momenti della scena degli ultimi decenni in cui la tragedia antica si plasma sui temi ideologici del nostro tempo e si offre come paradigma ideale per progetti di rinnovamento del teatro volti a ritrovare, in un confronto con le radici, i connotati della comunicazione teatrale che il tempo ha depotenziato o smarrito. Quel che interessa indagare, dunque, sullo stimolo della tragedia antica che attraversa il moderno, è, insieme, una filosofia dell'esistenza e una filosofia della scena.
€ 18,59
 

News

24.06.2019
Controcorrente: libri per lettori profondi
La promo dedicata a chi non manda in vacanza il pensiero: dal 1° al 31 luglio sul sito sconto del 15% sulla collana "Grani di Senape". Buona estate!
30.05.2019
Il periglioso viaggio di Hayez da Brescia a Parigi
Su "Arte Lombarda" il viaggio della Pala del Martirio di san Bartolomeo verso l'Esposizione Universale di Parigi del 1867 ricostruito da carte inedite.
05.07.2019
«Sogno scuole di lettura, prima che di scrittura»
Il commento di Alessandro D'Avenia al libro "Lettore, vieni a casa" in attesa dell'incontro con l'autrice Maryanne Wolf al Festivaletteratura di Mantova.
13.06.2019
Siamo tutti Alan Kurdi
Alessandro, in editrice per l'alternanza scuola-lavoro, ha letto il libro di Fausto Colombo "Imago pietatis": ecco la sua recensione.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane