Il tuo browser non supporta JavaScript!

Giovanni Gobber

Giovanni Gobber
autore
Vita e Pensiero

Allievo di Eddo Rigotti, ha studiato germanistica e slavistica. Si è laureato con una tesi in linguistica generale sulla "Grammatica categoriale: origine e sviluppo da Husserl a Montague". Si è occupato di metateoria della sintassi, di pragmatica, di linguistica funzionale-comparativa. Insegna Linguistica generale e Linguistica tedesca nell'Università Cattolica ed è direttore del Centro di linguistica dell'Ateneo (sede di Brescia). Ha tenuto corsi in diverse Università in Italia e all'estero. Fa parte del Sodalizio Glottologico Milanese, della Società Italiana di Glottologia e dell'Associazione Italiana di Germanistica. È socio dell'Accademia Roveretana degli Agiati e fa parte dell'Istituto Confucio dell'Università Cattolica. 

Condividi:

Libri dell'autore

Lingue, culture ed esperienza novità
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018 | pagine: 112
Anno: 2018
Il volume di Gobber mette in luce le tecniche impiegate nelle lingue per ritrarre l’esperienza e come la conoscenza di più lingue possa essere strumento per apprendere uno sguardo “plurale” sul mondo.
€ 14,00
Romeno-Balcanica. Incontri di lingue, culture, tradizioni nello spazio balcanico e carpato-danubiano novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Il volume raccoglie gli atti del convegno Romenobalcanica. Incontri di lingue, culture, tradizioni nello spazio balcanico e carpato-danubiano, organizzato presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, il 4 e 5 dicembre 2017 con l’intento di celebrare la memoria di Rosa Del Conte (1907-2011). I contributi contenuti nella prima sezione indagano il tema delle relazioni linguistiche, culturali, religiose intercorse tra i diversi popoli dell’area balcanica e carpato-danubiana dall’età tardo antica alla contemporaneità, esplorando altresì le modalità con cui scrittori e studiosi moderni hanno interpretato i caratteri peculiari di tale spazio. Il filo conduttore è rappresentato dall’idea che quegli sviluppi paralleli e coincidenti che non sono riconducibili a una parentela genetica (ossia a una supposta ‘identità iniziale’) si possano giustificare come risultati della convivenza e dello scambio tra diversi popoli e tra diverse tradizioni linguistiche e culturali. La seconda parte del volume è dedicata specificamente alla figura e all’opera di Rosa Del Conte, che, nel corso della sua lunga e feconda attività scientifica e accademica, tanto ha contribuito alla diffusione della cultura romena in Italia e nel mondo.
€ 13,99
E ora ci aspetta anche una Brexit linguistica? digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2017 - 4
Anno: 2017
Non è elegante svilire l’inglese, come ha fatto Juncker, solo perché il Regno Unito intende lasciare la Ue. Siamo di fronte a una lingua sovranazionale impegnata nella sintesi di una nuova cultura, che riprende e rielabora contenuti di ogni parte del mondo.
€ 4,00
Ascoltando Papa Francesco e il suo lessico così popolare digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2015 - 5
Anno: 2015
A caratterizzare lo stile del Pontefice è la capacità di combinare parole in modo originale, costruendo espressioni che lasciano il segno. Con l’effetto di attirare l’attenzione e infondere nel destinatario il coraggio di lasciarsi coinvolgere nel dialogo.
Scarica
Poveri di parole, poveri di pensiero digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2014 - 5
Anno: 2014
La perdita di competenze linguistiche è evidente nella nostra società. Basti sapere che oggi il vocabolario di base si aggira sulle 50.000 parole.
Scarica
Vince l’arte d’insultare, invece del ragionare digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2013 - 5
Anno: 2013
Non s’insegna più ad argomentare e nel dibattito pubblico dominano turpiloquio, aggressioni verbali, calunnie. Ma oggi la brama di ottener ragione in modo poco onesto – con trucchi svelati già da Schopenhauer – ha reso i cittadini stanchi e diffidenti.
Scarica
La scrittura delle leggi? Non bastano esercizi di stile digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2012 - 4
Anno: 2012
Il lamento è comune: decreti e ordinanze risultano incomprensibili. Anzi, si pensa che siano scritti male apposta per scoraggiarne la lettura al popolo sovrano. Ma la colpa è più dei burocrati che dei giuristi. E i cittadini potrebbero dire la loro.
Scarica
Ma perché non si sa più scrivere? digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2010 - 6
Anno: 2010
L’Italia, terra di poeti, romanzieri e saggisti. Ma intanto circolano prose ricche di improprietà ortografiche, lessicali, sintattiche. Qualche riflessione su ragioni e cause di un degrado che va contrastato. Perché è anche la forma a fare la sostanza.
Scarica
Piuttosto che i dialetti, insegniamo l’italiano digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2009 - 6
Anno: 2009
Se ogni lingua è un «dialetto che ha fatto carriera», l’italiano, in quanto idioma nazionale, è un’istituzione che va custodita e promossa, e per la quale non possiamo sottrarre spazi pubblici, anche se per valorizzare le espressioni regionali.
Scarica
Tutto è “bio”, ma che cosa significa? digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2007 - 6
Anno: 2007
Biomasse e biosfera, bioterapia e bioetica: si sprecano i neologismi che hanno il prefisso "bio". In molti casi esprime un generico rispetto dell'ambiente. In altri, l'avversione alla tecnica si ferma davanti alla manipolazione della vita umana.
Scarica
Lingua e letteratura: esiste un canone italiano? digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2006 - 5
Anno: 2006
Si è parlato molto in questi anni di identità italiana: ecco alcuni spunti per una riflessione sulla nostra tradizione lingustica e letteraria. L’idea di Gramsci di cambiare i contenuti dando voce alle masse. E la dimenticanza dell’eredità cristiana.
Scarica
Tipologia dei testi e tecniche espressive
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2002 | pagine: 284
Anno: 2002
Il volume è articolato in due parti che si occupano rispettivamente della tipologia dei testi di viaggio e della tipologia della cronaca nei quotidiani. Viaggio immaginario e viaggio reale: i due filoni si manifestano in periodi diversi e in aree culturali con aspetti comuni e propri. Nella prima sezione, curata da Celestina Milani, vengono analizzati racconti di viaggio in cui il reale e il fantastico coesistono con tecniche narrative parallele; ma anche diari di viaggio in cui l’andare conta di più dell’osservare e del descrivere. Protagonisti sono pellegrini e mercanti nel Mediterraneo, spinti verso l’Oriente alla ricerca di luoghi santi o di nuovi mercati. Si osservano esotismo e metamorfosi di un genere testuale dalle tecniche espressive variegate. E ancora, ecco le cronache di viaggiatori del mondo anglosassone, di area germanica o di area francese verso paesi nuovi; il viaggio in Italia nel periodo romantico; il gusto del muoversi, dello scoprire e del rinnovarsi; stili diversi, strutture creative o quotidiane. Nella seconda parte, a cura di Giovanni Gobber, la ricerca cambia prospettiva: dalle cronache di viaggio si passa al viaggio attraverso le cronache di quotidiani europei di lingue diverse. Si percorre la vicenda del ‘millennium bug’ nelle pagine dei giornali britannici; dalla stampa francese si traggono gli articoli sulle proteste degli agricoltori in difesa dei prodotti nazionali; la tragedia del sottomarino «Kursk» è seguita con lo sguardo dei giornalisti russi; dal confronto fra quotidiani dell’Austria, della Svizzera e della Germania emerge, nel cuore dell’Europa, il carattere pluricentrico della lingua tedesca. Gli articoli considerati, pur appartenendo al tipo del resoconto, presentano notevoli differenze riguardanti le tecniche espressive. In tal modo, il volume pone all’attenzione del lettore un’ampia scelta di testi, caratterizzati da molteplici varietà, ciascuno dei quali risente non solo della modalità del genere, ma anche di una cultura collocata nel tempo e nello spazio. Si evidenziano così modalità differenti, articolazioni parallele, percorsi con modulazioni variate o interferite. Alcuni sono elementi transitori, altri restano per costruire le civiltà degli uomini.
€ 21,00
Non sarà l'inglese a liquidare l'italiano digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2004 - 6
Anno: 2004
€ 4,00
Non si apprende più: i mali della scuola italiana digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2003 - 4
Anno: 2003
€ 4,00
La rinascita della Chiesa cattolica in Siberia digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1995 - 6
Anno: 1995
€ 4,00
Una minoranza slava nella Germania unita: i serbi della Lusazia digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1991 - 4
Anno: 1991
€ 4,00
La politica linguistica nell'Urss: verifiche e prospettive digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1986 - 4
Anno: 1986
€ 4,00
Romeno-Balcanica. Incontri di lingue, culture, tradizioni nello spazio balcanico e carpato-danubiano novità
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018 | pagine: 224
Anno: 2018
Il volume raccoglie gli atti del convegno Romenobalcanica, un incontro di lingue, culture, tradizioni nello spazio balcanico e carpato-danubiano, organizzato presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
€ 20,00
Sýndesmoi. Connettivi nella realtà dei testi
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2006 | pagine: 276
Anno: 2006
Gli studi di carattere empirico raccolti nel presente volume prendono le mosse dal lavoro sviluppato da Eddo Rigotti intorno alla nozione di congruità e alle sue funzioni nell’articolazione del testo. Tale ricerca dava peraltro già nel 1993 un frutto maturo con il saggio La sequenza testuale: definizione e procedimenti di analisi con esemplificazioni in lingue diverse. La Teoria della congruità viene qui applicata in particolare al connettivo sequenziale. Il connettivo è un elemento della rappresentazione del piano del senso e viene concepito come predicato. Esso ha un numero di posti argomentali, che devono essere saturati conformemente con i presupposti istituiti per ciascun posto argomentale. Un argomento è infatti un’istanza specifica di alcuni requisiti generici che il predicato istituisce per ciascuno dei suoi posti argomentali. La nozione di valenza, finora attribuita alle strutture linguistiche predicative, viene qui riconosciuta anche al livello dell’organizzazione testuale, secondo una reinterpretazione della platonica symploké. In questo modello, il connettivo ha, tra i suoi argomenti, non solo elementi semiotici, ma anche elementi del contesto. Nella comunicazione verbale, la componente logica e quella ontologica si richiamano vicendevolmente. Il senso di un testo si manifesta in questo intreccio di rapporti: «la lingua perde la sua innocenza» (Ducrot), e il mondo viene cambiato dal testo.
€ 20,00
 

News

19.09.2018
Lettore, vieni a casa di Maryanne Wolf
Lettere appassionate rivolte all'amico lettore, perché preservi quella prodigiosa conquista del cervello umano che è la lettura profonda.
17.09.2018
Dialoghi sul lettore alla Fondazione Corriere
Alla Fondazione Corriere della Sera quattro dialoghi per indagare la portata politica, sociale, antropologica della lettura digitale.
05.11.2018
BOOKCITY è internazionale
Bookcity inizia in libreria il 14 con la festa irlandese, mentre il 16 novembre si potrà assistere a una lezione aperta di lingua e cultura cultura araba.
30.10.2018
BOOKCITY: I giusti continuano a leggere
Ispirati dalla poesia di Borges, dal 14 al 18 novembre, un reading ispirato ai 100 anni di Vita e Pensiero con gran finale al Teatro Franco Parenti.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane