Il tuo browser non supporta JavaScript!

Luisa Giulia Musso

Luisa Giulia Musso
autore
Vita e Pensiero

Luisa Giulia Musso si è laureata in Filosofia all’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove ha poi conseguito il Dottorato di ricerca e l’abilitazione all’insegnamento della Filosofia e della Storia nei Licei. Si occupa di questioni di filosofia sociale e politica, con particolare riguardo alle loro radici classiche e alle loro implicazioni eticoantropologiche. Collabora con il Dipartimento di Filosofia dell’Università Cattolica e con il Centro di Ateneo per la Dottrina sociale della Chiesa della medesima università.
La sua tesi di dottorato su Hannah Arendt, della quale il presente volume costituisce la rielaborazione e lo sviluppo, ha ottenuto il terzo posto in occasione del Premio Letterario «Città di Castello» (edizione 2012, sezione «Saggistica»).

Condividi:

Libri dell’autore

Formazione della persona ed educazione alla cittadinanza. Spunti a partire da H. Arendt digital
formato: Articolo | RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA - 2016 - 3
Anno: 2016
If education is considered as a form of action – and not of production – then the ideas of Hannah Arendt offer varied stimuli for further reflection. The interdependence between personal initiative and plural cooperation, a characteristic of Arendt’s freedom of action, comes clearly to the fore in educational action. For when infused with a genuine passion for ‘culture’, education takes on a dual responsibility that concerns, on one hand, young people and their personal development in freedom and, on the other, the custodianship of our shared world, ever threatened by the changes that they make to it...
Scarica
Tra archein e prattein. Agire libero e fondazione politica nel pensiero di Hannah Arendt
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2014 | pagine: 230
Anno: 2014
«Non c’è virtù senza fortuna, né fortuna senza virtù», scriveva Machiavelli. Non c’è archein senza prattein, né prattein senza archein, sembra aggiungere Hannah Arendt.
€ 22,00
Tra archein e prattein. Agire libero e fondazione politica nel pensiero di Hannah Arendt Pdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2014
Anno: 2014
«Non c’è virtù senza fortuna, né fortuna senza virtù», scriveva Machiavelli. Non c’è archein senza prattein, né prattein senza archein, sembra aggiungere Hannah Arendt. Come a dire che l’evento della libertà, sorge all’interno di un contesto plurale di relazioni umane, che ne suscita l’inaspettato erompere e ne ospita la storia, per poi risultarne anch’esso modificato. Facendo eco a Montesquieu, Arendt chiama ‘principio’ l’elemento capace di muovere all’azione, e lo ha tratteggia come l’oggetto di un amore appassionato e profondo, ponte tra passato e futuro. Se l’amore è rivolto alla libertà, esso non spinge a ripetere il passato, bensì soltanto a ricordarlo: l’amore per la libertà ripresenta costantemente la promessa insita in ogni inizio, sia quest’ultimo un puer che nasce o una polis che sorge. Qui sta il tesoro della rivoluzione americana, in cui l’intraprendenza dei padri insiste su un’esperienza viva di felicità praticata e diffusa, ‘pubblica’, e il significato di quella legge fondamentale in cui ‘costituzione’ politica e ‘Costituzione’ coincidono. E qui è racchiuso il senso profetico delle riflessioni che, di fronte al profilarsi di un’ombra cupa su quella Repubblica e sulle sue istituzioni, poteva proporre un’autrice fuggita anni prima dal dominio totalitario.
€ 15,99
 

News

30.05.2018
Lettura politica: 15% di sconto fino al 30 giugno
In occasione della Festa della Repubblica una selezione di titoli che raccontano la politica in promozione a -15% sul nostro sito.
08.05.2018
Le relazioni necessarie: lavoratori e cittadini
Diritti, doveri e futuro della nostra società partendo dal lavoro: intervista alla sociologa Rosangela Lodigiani, autrice del libro "Lavoratori e cittadini".
26.04.2018
Gli insegnanti in Italia: radiografia di una professone
Intervista a Maddalena Colombo, sociologa dei processi culturali, e autrice di un libro che racconta gli insegnati di oggi, tra difficoltà e ideali.
13.06.2018
Una guerra che ha ancora qualcosa da dire
Sono passati 100 anni dalla fine della Grande Guerra, una stratificazione di racconti i cui esiti si ripercuotono ancora sul presente: la recensione di una studentessa del Liceo Classico Legnani.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest