Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ebook

Il sistema informativo e i mercati degli strumenti finanziari. Quale valore di efficienza qualitativa nel mercato italiano attuale novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
A distanza di alcuni anni dalla prima edizione (2012) di questo lavoro, emerge ancora come il valore dell’informazione societaria si configuri come evidente elemento di criticità nel processo di valutazione degli strumenti finanziari.Mentre i profili teorici atti a considerare come fondamentale l’analisi informativa per ogni processo valutativo che possa incidere nel mercato finanziario sono rimasti invariati, l’analisi empirica ha evidenziato come negli anni più recenti la produzione di report relativi agli studi societari sia in realtà accresciuta in modo sostanziale inducendo quindi, quasi fisiologicamente, una revisione delle valutazioni in merito alla effettiva propensione dell’equity reseach a ottimizzare i risultati valutativi.Paola Fandella è professore associato di Economia degli intermediari finanziari presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano dove insegna Economia del mercato mobiliare e Economia del mercato mobiliare corso avanzato (strumenti derivati e strutturati). È altresì direttore del Master interfacoltà Economia e Lettere e filosofia di II livello in Museologia, museografia e gestione dei beni culturali.
€ 9,99
Sulla natura umana novitàEpub
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Una delle affermazioni più note di Kant è che ciò che contraddistingue gli uomini è la «capacità di rappresentarsi il proprio io». Da qui parte il filosofo inglese Roger Scruton nella sua appassionata difesa dell’unicità umana. Confrontandosi con la psicologia evoluzionista e l’utilitarismo e con filosofi materialisti quali Richard Dawkins e Daniel Dennett, Scruton ribatte che non si può ridurre gli esseri umani a semplici realtà biologiche che progrediscono attraverso l’adattamento e la lotteria dei geni: siamo qualcosa di più che animali umani proprio in virtù di quella nostra capacità di vederci come esseri riflessivi consapevoli di sé e profondamente immersi nella relazione con altri soggetti. Questo dato di fatto, che tutti avvertiamo, si manifesta attraverso le nostre emozioni, i nostri interessi, nel dialogo interpersonale. E fonda le nostre esperienze estetiche, il nostro senso morale, le nostre credenze religiose, grazie a cui diamo forma al mondo conferendogli un significato. Scruton sviluppa questa sua concezione della natura umana con un ricco percorso nella storia della cultura, da Platone e Averroè fino a Darwin e Wittgenstein, soffermandosi anche, come suo solito, su opere letterarie, pittoriche, musicali che hanno il dono di attivare e rendere riconoscibile la particolare autoconsapevolezza dell’io. Contro la visione distorta della scienza come ‘nuova religione’ e le antropologie oggi dominanti che tendono a comprimere l’originalità e l’ampiezza della nostra stessa esperienza, Scruton propone una visione della natura umana definita nella sua essenza più vera dal termine ‘persona’, storicamente nato per indicare una maschera che nasconde il volto, ma poi divenuto l’appellativo di un’identità che si riconosce nel tempo, un’entità morale responsabile di azioni e promesse, in un mondo condiviso dove interagiscono individui liberi che si ispirano a valori e rispondono l’uno dell’altro.
€ 10,99
Summa Contra Hereticos novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
La Summa contra hereticos (XIII secolo) è uno dei testi più noti e citati tra quelli della produzione antiereticale e, nello specifico, anticatara del basso medioevo. La complessa tradizione manoscritta, finora poco nota, attesta una diffusione europea per quest’opera, la cui circolazione è stata determinata dall’utilizzo del testo in ambienti conventuali. La storiografia precedente ne ha messo in luce l’approccio originale per la conoscenza del catarismo particolarmente in riferimento ai contestuali giudizi relativi alla moralità ereticale senza approfondirne, tuttavia, gli aspetti di produzione e fruizione specifici di un trattato operativo di matrice scolastica.Viene proposta ora un’edizione critica commentata, a lungo attesa dalla comunità scientifica internazionale, con le caratteristiche di un’opera pensata e organizzata quale strumento funzionale tanto all’approfondimento dello sviluppo dottrinale del catarismo nel XIII secolo quanto alla collazione tra fonti di medesimo ambito. Gli specifici e paralleli risultati di ricerca a cui i curatori sono pervenuti consentono di guardare alla Summa non come a un semplice contenitore di informazioni, che peraltro la recente storiografia ha cercato di decodificare e interpretare criticamente, al fine di stabilire se rispecchiassero la realtà oppure fossero costruzioni del discorso da parte dei polemisti.
€ 32,99
Le disuguaglianze economiche nella storia novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Il tema delle disuguaglianze economiche ha assunto nell’ultimo decennio, soprattutto in relazione alla severa e prolungata crisi globale, un rilievo sempre più ampio e attuale.La ricerca storica italiana riflette da tempo su questi argomenti, in una prospettiva di lungo periodo, evidenziando il ruolo delle diverse istituzioni, confrontando i contesti urbani con quelli periferici, approfondendo il tema dei dualismi regionali nello sviluppo economico moderno, dando respiro alle interpretazioni teoriche con le quali è stata descritta e affrontata la realtà dell’inequità sociale. In particolare, la Storia Economica si conferma ancora oggi come laboratorio di straordinario interesse per lo studio delle disuguaglianze economiche, potendo analizzarne componenti ed evoluzione nonché azioni e politiche di contrasto o di semplice attenuazione delle conseguenze.In tale orizzonte si è innestato il Convegno annuale della Società Italiana degli Storici Economici, tenutosi a Brescia il 21 e 22 ottobre 2016 presso la sede dell’Università Cattolica, di cui questo libro raccoglie in larga parte gli interventi, offrendo un contributo originale e solido a una sfida impegnativa che la società contemporanea si trova ad affrontare, che investe non solo scelte di politica economica ma anche questioni teoriche e temi etici e culturali di ampia portata, decisivi per il futuro della società postmoderna, anche nel senso della stabilità dei sistemi democratici nazionali e sovranazionali.
€ 14,99
Sulla natura umana novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Una delle affermazioni più note di Kant è che ciò che contraddistingue gli uomini è la «capacità di rappresentarsi il proprio io». Da qui parte il filosofo inglese Roger Scruton nella sua appassionata difesa dell’unicità umana. Confrontandosi con la psicologia evoluzionista e l’utilitarismo e con filosofi materialisti quali Richard Dawkins e Daniel Dennett, Scruton ribatte che non si può ridurre gli esseri umani a semplici realtà biologiche che progrediscono attraverso l’adattamento e la lotteria dei geni: siamo qualcosa di più che animali umani proprio in virtù di quella nostra capacità di vederci come esseri riflessivi consapevoli di sé e profondamente immersi nella relazione con altri soggetti. Questo dato di fatto, che tutti avvertiamo, si manifesta attraverso le nostre emozioni, i nostri interessi, nel dialogo interpersonale. E fonda le nostre esperienze estetiche, il nostro senso morale, le nostre credenze religiose, grazie a cui diamo forma al mondo conferendogli un significato. Scruton sviluppa questa sua concezione della natura umana con un ricco percorso nella storia della cultura, da Platone e Averroè fino a Darwin e Wittgenstein, soffermandosi anche, come suo solito, su opere letterarie, pittoriche, musicali che hanno il dono di attivare e rendere riconoscibile la particolare autoconsapevolezza dell’io. Contro la visione distorta della scienza come ‘nuova religione’ e le antropologie oggi dominanti che tendono a comprimere l’originalità e l’ampiezza della nostra stessa esperienza, Scruton propone una visione della natura umana definita nella sua essenza più vera dal termine ‘persona’, storicamente nato per indicare una maschera che nasconde il volto, ma poi divenuto l’appellativo di un’identità che si riconosce nel tempo, un’entità morale responsabile di azioni e promesse, in un mondo condiviso dove interagiscono individui liberi che si ispirano a valori e rispondono l’uno dell’altro.
€ 10,99
Dalla solitudine alla prossimità. L'esperienza dei custodi sociali a Milano novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Il volume presenta le attività di ricerca-azione realizzate nel quinquennio 2007-2011, nell’ambito del progetto di valutazione e monitoraggio del Servizio custodi sociali del Comune di Milano, realizzato da operatori impegnati nella erogazione diretta di servizi assistenziali ai residenti negli alloggi di edilizia residenziale pubblica della Citta Metropolitana, in sinergia con la rete dei servizi presenti nella comunità territoriale, (i servizi sociali famiglia, adulti, anziani; gli ambulatori, i centri diagnostici, i consultori; i centri di collocamento, etc.). L’attività di monitoraggio e valutazione è stata svolta da un’équipe di ricerca multidisciplinare (composta da sociologi e psicologi) in collaborazione con i referenti dell’Assessorato alla Famiglia, Scuola e Politiche Sociali del Comune di Milano e dell’Aler Milano (Agenzia lombarda per l’edilizia residenziale) e con i responsabili degli enti di terzo settore incaricati di organizzare il servizio custodi sociali nelle nove circoscrizioni territoriali. I risultati raggiunti offrono conoscenze e indicazioni utili per chi ha la responsabilità di organizzare il welfare territoriale nei singoli contesti, secondo una logica di partnership pubblico-privato, di attivazione delle reti di aiuto formali e informali, di vicinanza alle persone e ai gruppi maggiormente a rischio di isolamento e esclusione sociale.
€ 13,99
L'integrazione dei mercati finanziari. Aspetti teorici di predisposizione di un modello strutturale integrato e analisi di correlazione tra i principali mercati europei novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
L’analisi del processo di valutazione del fenomeno di integrazione tra mercati finanziari richiede lo sviluppo di un approccio teso a individuare le implicazioni teoriche relative alla possibilità di configurarne la nuova struttura e, nel contempo, a riscontrare empiricamente l’esistenza di un grado effettivo di correlazione tra più mercati. A tal fine il testo presenta un’indagine teorica sulle variabili che concorrono alla formulazione di un modello di mercato finanziario integrato e una verifica empirica relativa al grado di ‘uniformità’ operativo-valutativa dei diversi settori produttivi rappresentati nei principali mercati finanziari dell’area europea. Paola Fandella è professore associato di Economia degli intermediari finanziari presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica di Milano dove insegna Economia del mercato mobiliare e Economia del mercato mobiliare corso avanzato (strumenti derivati e strutturati). È direttore del Master interfacoltà Economia e Lettere e filosofia di II livello in Museologia, museografia e gestione dei beni culturali.
€ 5,99
Apologia del rischio. Scrivere è una roulette russa novitàEpub
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Un autore italiano riflette sullo stato della letteratura chiedendosi se la scrittura abbia ancora un senso, e quale, nella società di oggi. Una società senza più punti di riferimento, senza forma e volto, anonima e virtuale, che ha contaminato anche la narrativa. Lo scrittore pare infatti ormai adattato al linguaggio di massa, separato dalla propria identità più profonda, rinchiuso in un orizzonte unidimensionale senza più salti nella vertigine degli abissi né slanci verso le vette dell’alto del senso. Negli interventi raccolti in questo libro, Ferruccio Parazzoli non fa sconti alla narrativa italiana contemporanea, che ha appiattito la tragedia nella cronaca e si è accomodata nel cerchio del nichilismo debole, nel ‘niente ha più senso’. Ma nello stesso tempo non rinuncia al «principio tenero della speranza» e, convinto che il linguaggio sia uno dei pochi modi di resistere al caos e al dolore, prova a indicare la strada di un riscatto. Una strada che parte dallo stimolo dell’inquietudine, del rischio, costante motore della scrittura; dalla ricerca della ‘pallottola d’argento’ che esplode, dopo tanti ‘clic’ a vuoto, nel ‘bang’ che dà valore e verità umana alla letteratura; dal desiderio di scoprire ciò che sta dietro la porta sprangata, «la porta che non aprimmo mai» dei Quattro quartetti di Eliot, «sul giardino delle rose».
€ 7,99
Apologia del rischio. Scrivere è una roulette russa novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Un autore italiano riflette sullo stato della letteratura chiedendosi se la scrittura abbia ancora un senso, e quale, nella società di oggi. Una società senza più punti di riferimento, senza forma e volto, anonima e virtuale, che ha contaminato anche la narrativa. Lo scrittore pare infatti ormai adattato al linguaggio di massa, separato dalla propria identità più profonda, rinchiuso in un orizzonte unidimensionale senza più salti nella vertigine degli abissi né slanci verso le vette dell’alto del senso. Negli interventi raccolti in questo libro, Ferruccio Parazzoli non fa sconti alla narrativa italiana contemporanea, che ha appiattito la tragedia nella cronaca e si è accomodata nel cerchio del nichilismo debole, nel ‘niente ha più senso’. Ma nello stesso tempo non rinuncia al «principio tenero della speranza» e, convinto che il linguaggio sia uno dei pochi modi di resistere al caos e al dolore, prova a indicare la strada di un riscatto. Una strada che parte dallo stimolo dell’inquietudine, del rischio, costante motore della scrittura; dalla ricerca della ‘pallottola d’argento’ che esplode, dopo tanti ‘clic’ a vuoto, nel ‘bang’ che dà valore e verità umana alla letteratura; dal desiderio di scoprire ciò che sta dietro la porta sprangata, «la porta che non aprimmo mai» dei Quattro quartetti di Eliot, «sul giardino delle rose».
€ 7,99
La Grande Guerra. Storia e parole di giustizia novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Attraverso la coltre oscura, tragica e irredimibile della guerra riesce talora a filtrare qualche ba­gliore di verità e dignità, di ‘tregue pensose’: atti di riconoscimento del ‘volto dell’altro’, azioni giuste, oltre la semplice obbedienza all’ordine ricevuto. È la narrazione letteraria che sa disve­lare, nelle ‘tempeste d’acciaio’ del conflitto di massa e della carneficina industrializzata, non meno che nelle vite di ogni giorno, quanto vi è di ‘spiritualmente tipico’: la ‘dimensione spet­trale’, come avrebbe detto lo scrittore Robert Musil, in cui si invera l’‘umano’. Si può forse pensare che questa magia di disve­lamento, che si rinnova ogni volta nelle grandi narrazioni, non sia destinata a illuminare – ieri, oggi e sempre – chi, per professione o per sem­plice appartenenza al genere umano, voglia e debba confrontarsi con la ‘domanda di giusti­zia’? E che ad addensare ancor più questa do­manda, guidandola verso risposte possibili, non sia proprio lo sguardo di una letteratura che ab­bia saputo penetrare nell’estremo scempio della guerra, di una guerra che è stata detta Grande? La Grande Guerra. Storie e parole di giustizia è ricerca dolente e partecipe di ‘parole giuste’, ispirate dalle storie di chi o su chi ha attraversa­to gli abissi di un conflitto mai veramente fini­to, perché coagulo e anticipazione di molti degli orrori dei nostri recenti passati e di un presente che ancora non riesce a liberarsi dallo spettro di Polemos.
€ 15,99
La resistenza intima. Saggio su una filosofia della prossimità novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
C’è uno strumento efficace per contrastare le forze disgreganti di questi nostri tempi, per difendersi da un’attualità che banalizza e disperde, e spesso anche dalle proprie derive e dalle proprie paure. È la capacità umana di resistere; anzi: un particolare tipo di resistenza, che in questo libro il filosofo catalano Josep Maria Esquirol chiama ‘resistenza intima’, un modo di opporsi agli ostacoli e al freddo non solo climatico della vita sviluppando la propria forza nello spazio esperienziale degli affetti. Una resistenza morale, che assomiglia alla virtù della fortezza, capace anche di modestia e di generosità. Non rivela i valori supremi o il senso occulto del mondo, ma guida proteggendo dalla notte cupa, mostra la bellezza delle cose vicine, e conforta. Questa resistenza è ‘intima’ non perché ‘privata’, ma, al contrario, perché ‘prossima’. La prossimità, dice Esquirol, ci appartiene nel profondo e ha a che vedere con la semplicità e la concretezza del quotidiano contro le complicazioni e le astrazioni del mondo attuale; con il linguaggio degli affetti, che si fa canto e poesia e scaccia la paura del vuoto; con la cura reciproca del corpo e del cuore; con il ritorno a casa, la mensa condivisa, la protezione del riparo… Non si tratta di tornare a un mondo semplice e ingenuo o di rinchiudersi nell’intimismo dei legami: la resistenza intima ha occhi ben aperti e letture attente, vive nel mondo e ne conosce e sperimenta i dolori e le fragilità. Come chiarisce bene un’altra delle metafore potenti di Esquirol, noi siamo come una filza di punti di imbastitura, la cucitura più precaria e debole che esista, che unisce due lembi, due limiti, due provvisorietà. Ognuno di noi è uno di questi fragili punti, che prendendosi cura l’uno dell’altro, accettandosi come diversi nella prossimità, si aiutano a non cedere e nel loro ‘congiungimento’ sono capaci di unire la terra e il cielo.
€ 10,99
La resistenza intima. Saggio su una filosofia della prossimità novitàEpub
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
C’è uno strumento efficace per contrastare le forze disgreganti di questi nostri tempi, per difendersi da un’attualità che banalizza e disperde, e spesso anche dalle proprie derive e dalle proprie paure. È la capacità umana di resistere; anzi: un particolare tipo di resistenza, che in questo libro il filosofo catalano Josep Maria Esquirol chiama ‘resistenza intima’, un modo di opporsi agli ostacoli e al freddo non solo climatico della vita sviluppando la propria forza nello spazio esperienziale degli affetti. Una resistenza morale, che assomiglia alla virtù della fortezza, capace anche di modestia e di generosità. Non rivela i valori supremi o il senso occulto del mondo, ma guida proteggendo dalla notte cupa, mostra la bellezza delle cose vicine, e conforta. Questa resistenza è ‘intima’ non perché ‘privata’, ma, al contrario, perché ‘prossima’. La prossimità, dice Esquirol, ci appartiene nel profondo e ha a che vedere con la semplicità e la concretezza del quotidiano contro le complicazioni e le astrazioni del mondo attuale; con il linguaggio degli affetti, che si fa canto e poesia e scaccia la paura del vuoto; con la cura reciproca del corpo e del cuore; con il ritorno a casa, la mensa condivisa, la protezione del riparo… Non si tratta di tornare a un mondo semplice e ingenuo o di rinchiudersi nell’intimismo dei legami: la resistenza intima ha occhi ben aperti e letture attente, vive nel mondo e ne conosce e sperimenta i dolori e le fragilità. Come chiarisce bene un’altra delle metafore potenti di Esquirol, noi siamo come una filza di punti di imbastitura, la cucitura più precaria e debole che esista, che unisce due lembi, due limiti, due provvisorietà. Ognuno di noi è uno di questi fragili punti, che prendendosi cura l’uno dell’altro, accettandosi come diversi nella prossimità, si aiutano a non cedere e nel loro ‘congiungimento’ sono capaci di unire la terra e il cielo.
€ 10,99

News

22.05.2018
L'assistenza del paziente con percorsi di cura
Venerdì 25 maggio presentazione del nuovo saggio di Antonio de Belvis e Sabina Bucci all'Istituto Superiore di Sanità di Roma.
08.05.2018
Le relazioni necessarie: lavoratori e cittadini
Diritti, doveri e futuro della nostra società partendo dal lavoro: intervista alla sociologa Rosangela Lodigiani, autrice del libro "Lavoratori e cittadini".
26.04.2018
Gli insegnanti in Italia: radiografia di una professone
Intervista a Maddalena Colombo, sociologa dei processi culturali, e autrice di un libro che racconta gli insegnati di oggi, tra difficoltà e ideali.
22.12.2017
100 anni di Vita e Pensiero: condividi i ricordi
Nel 2018 compiamo 100 anni: condividi ricordi legati all'editrice, foto degli anni universitari, titoli o autori che hanno segnato la vostra "vita" e il "pensiero"...

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest