Il tuo browser non supporta JavaScript!

Storia

Storie di Atene, storia dei Greci. Studi e ricerche di attidografia
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2010 | pagine: 354
Anno: 2010
Gli attidografi, scrittori di storie dell'Attica che, a causa della centralità di Atene nel mondo...
€ 25,00
Partiti e fazioni nell'esperienza politica romana
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2009 | pagine: 256
Anno: 2009
L'approccio 'possibilista' all'esistenza di 'partiti' politici nel mondo antico è il filo conduttore della ricerca presentata
€ 21,00
Diodoro Siculo. Biblioteca Storica. Libro XIII. Commento storico
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2008 | pagine: 256
Anno: 2008
Diodoro Siculo stesso ci informa di aver dedicato trent'anni della propria vita (dal 60 a poco prima del 30 a
€ 20,00
Studi in memoria di Cesare Mozzarelli. Volumi I e II
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2008 | pagine: 1738
Anno: 2008
La fioritura del Rinascimento e la genesi di una «forma del vivere» innervata dalla tradizione del classicismo, in simbiosi con l’ethos della cristianità, segnano l’inizio di un percorso che approda, con le sue svolte e le sue discontinuità, fino alla maturazione dei problemi politico-istituzionali e culturali del mondo contemporaneo. L’ampio spettro dei temi e delle epoche storiche abbracciate riflette i contorni poliedrici dello stesso universo di interessi di cui Cesare Mozzarelli (1947-2004) è stato cultore appassionato e originale maestro. Nel segno di una riconoscente memoria, un folto gruppo di colleghi, amici ed allievi ha aderito all’invito formulato dall’Istituto di storia moderna e contemporanea dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, da lui diretto negli ultimi anni della sua intensa attività di studioso e organizzatore di cultura.
€ 85,00
Libro XVIII Diodoro Siculo. Biblioteca storica - Libro XVIII - Commento storico
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2008 | pagine: 346
Anno: 2008
Il commento al libro XVIII è uno dei risultati, tra i primi a comparire, del progetto di ricerca «Commento storico alla Biblioteca di Diodoro», ideato da gruppi di ricerca attivi nel campo della storia antica appartenenti alle Università di Bologna, di Milano (Università Cattolica del Sacro Cuore), di Pavia e di Firenze e cofinanziato dal MIUR. Il progetto prevede di completare il commento complessivo della Biblioteca, compresi i libri frammentari, nel corso di alcuni anni. Benché lo storico-epitomatore siciliano abbia raccolto nella critica moderna il peggio, dal sarcasmo all’insulto, che si possa dire di uno storico e benché sia certo che egli non ha fatto molto per evitarlo, i suoi libri meritano ancora largamente di essere letti e studiati: ciò vale per i periodi storici per i quali Diodoro è di fatto la nostra unica fonte, ma anche per quelli meglio conosciuti, a proposito dei quali ci ha conservato preziose informazioni sia integrative sia alternative. L’appoggio di un commento che finora – con qualche eccezione notevole – è mancato costituisce uno strumento imprescindibile. Il libro XVIII, che copre i 6 anni compresi tra il 323 e il 318 a.C., è interamente dedicato ai primi tentativi di sistemazione dell’impero di Alessandro Magno, dopo la subitanea scomparsa del giovane sovrano macedone, nel giugno del 323, con la totale esclusione delle contemporanee vicende del Mediterraneo occidentale. Il libro XVIII è, dunque, il primo libro ‘ellenistico’ della Biblioteca e, insieme ai libri XIX e XX, rappresenta oggi il continuum storico più antico e più ampio sugli anni compresi tra il 323 e il 302, vista la perdita di tutta la precedente storiografia ellenistica, della quale sopravvivono pochi e sparsi frammenti.
€ 30,00
Annali di storia moderna e contemporanea. Anno XI - 2005
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2005 | pagine: 400
Anno: 2005
Gli Annali di storia moderna e contemporanea, nati nel 1995, escono a scadenza annuale. La rivista...
€ 30,00
Congregazioni religiose e sviluppo in Lombardia tra Otto e Novecento
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2004 | pagine: 188
Anno: 2004
Nell’epoca della prima industrializzazione italiana sorsero e operarono nuove congregazioni religiose che rappresentarono un rilevante fattore di sviluppo socio-economico, per l’attitudine dei religiosi a comprendere i bisogni della popolazione e a dar vita a iniziative coerenti ed efficaci per soddisfarli. Nonostante un ordinamento statuale diretto a sopprimere e privare di basi la presenza religiosa nella società civile, maturarono peculiari carismi e modi specifici di intendere il mondo e di operarvi. In quel panorama, la Congregazione delle Suore di Carità realizzò un’esperienza duratura, che può essere considerata un modello: un gruppo di persone – motivate da una fede che intendeva manifestarsi in ‘opere sociali’ – conferì all’istituzione risorse strettamente personali per produrre un reddito e per redistribuirlo immediatamente e direttamente sul territorio, laddove si riscontravano carenze elementari riguardo ad aspetti fondamentali dell’organizzazione sociale (asili, ospedali, scuole). Motivo di interesse, tuttavia, non è la rilevanza quantitativa dell’apporto fornito alle economie locali, ma piuttosto, la fecondità di tale esperienza, in termini di relazioni sociali, di reti di interessi materiali e immateriali, di ‘testimonianze’ reali. «A partire dalla metà del secolo XIX i cittadini lombardi presero consuetudine quotidiana con le suore, una categoria di persone con le quali singoli e famiglie ancora per tutto il Novecento avrebbero direttamente o indirettamente avuto rapporto. Mai prima di allora la vita religiosa era entrata in dialogo con i bisogni sociali ed educativi della gente in questa forma così capillare, organizzativa e innovativa, nella quale la dimensione contemplativa e l’attività apostolica si presentavano senza soluzione di continuità con l’impegno sociale».
€ 16,00
San Luigi Orione: da Tortona al mondo. Atti del Convegno di studi (Tortona, 14-16 marzo 2003)
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2004 | pagine: 312
Anno: 2004
Un prete dall’inconfondibile fisionomia umana e cristiana, limpidamente ancorato in una profonda spiritualità e totalmente speso in un insonne attivismo, sostenuto dalla vena pulsante di una grande carità: è questa la figura di don Luigi Orione, il sacerdote torinese proclamato Santo da Giovanni Paolo II. Ripercorrere le tappe del suo cammino, nel contesto dei rapidi e profondi mutamenti culturali della nostra epoca, è impegno di una cultura ritornata alla diaconia. Questo libro pubblica gli Atti del Convegno tenutosi a Tortona dal 14 al 16 marzo 2003. Il taglio privilegia, mediante accurate ricerche in una copiosa messe di fonti archivistiche, la ricostruzione del radicamento e del rapporto di don Orione sia con la realtà locale tortonese sia con la società e la Chiesa italiana e universale. Un’opera che costituisce un contributo attraente, paradigmatico e utile, per l’edificio di un progetto culturale, nel quale è impegnata la Chiesa italiana.
€ 25,00
Contro le 'leggi immutabili'. Gli Spartani fra tradizione e innovazione
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2004 | pagine: 216
Anno: 2004
E' in vendita online su BOOKREPUBLIC il pdf Contro le 'leggi immutabili', a cura di Cinzia...
€ 18,00
Forlì e i suoi vescovi. Appunti e documentazione per una storia della Chiesa di Forlì Volume III
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2003 | pagine: 1184
Anno: 2003
Gian Michele Fusconi (Bologna 1934 - Forlì 1996). Ha compiuto studi filosofici e teologici a Roma come alunno del Pontificio Seminario Romano Maggiore dove ha conseguito la laurea in Teologia (1959) e, successivamente (1963), la laurea in “Utroque Jure” (diritto canonico e civile) presso la Facoltà giuridica della Pontificia Università Lateranense. Dopo l’ordinazione sacerdotale (1957) ha svolto stages di studio ed esperienze pastorali prima in Francia e in Inghilterra, poi negli Stati Uniti (New York) presso la Delegazione vaticana all’ONU dedicando attenzione e uno specifico saggio al “Ruolo internazionale della Santa Sede e delle Organizzazioni Non Governative (ONG)”. Richiamato in diocesi per esigenze pastorali, è stato promotore e parroco, fin dalla fondazione (1964), e per oltre un trentennio, della nuova Chiesa Regina Pacis di Forlì; dal 1965 giudice presso il Tribunale ecclesiastico regionale di Bologna; docente presso l’Istituto magistrale e Assistente spirituale della Associazione imprenditori cattolici di Forlì. Cultore e profondo conoscitore di Storia della Chiesa ha collaborato inizialmente alla “Enciclopedia dei Santi” edita dal Poligrafico vaticano e ha pubblicato, in seguito, diversi studi sulla storia del monachesimo, in particolare sugli ordini francescano e benedettino, per l’influsso da loro esercitato sulla vita civile e religiosa anche in Romagna. Si veda a questo proposito il volume “Appunti e documentazione per una storia della città e della chiesa di Pontecorvo dalle origini alla fine del medioevo” (1998). Opere più recenti e connotate da forte impegno civile sono dedicate alla Storia del movimento cattolico in Romagna e alle ardue condizioni culturali e politiche del suo sviluppo nella prima metà del Novecento: significativi in tal senso i lavori dedicati agli “Scritti di Mons. Giuseppe Prati: 1913-1952” (Forlì 1978), al pensiero e agli “Scritti di Adamo Pasini” (1980) e agli “Scritti di Antonio Calandrini” (1987), entrambi sacerdoti eminenti e promotori del movimento cattolico locale, in sintonia e in concomitanza con l’azione svolta a livello nazionale da don Luigi Sturzo. Scientificamente più marcati ed esaurienti i suoi lavori sulla storia della Chiesa forlivese, ricostruita attraverso le vicende dei suoi Vescovi e consegnata in tre volumi (i primi due, in collaborazione con Antonio Calandrini, già editi nella collana di «Studia Ravennatensia») che coprono l’intero arco del periodo che va dal IX al XVI secolo.
€ 50,00
XIX-XX secolo Temi di storia economica del turismo lombardo
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2002 | pagine: 240
Anno: 2002
I saggi raccolti in questo volume analizzano le interconnessioni tra movimento turistico e tessuto economico lombardo nel XIX e nel XX secolo. La prepotente vocazione regionale verso altre produzioni ha messo a lungo in secondo piano il valore turistico di un patrimonio unico di beni, di risorse, di relazioni. Eppure sino a pochi decenni or sono la Lombardia vantava la più consistente struttura d’accoglienza della penisola e gli stessi lombardi ne erano i principali clienti. Sino alla seconda metà del Novecento l’incontro della domanda e dell’offerta turistica nei limitati spazi regionali ha dato un contributo significativo allo sviluppo economico locale e alla promozione di nuovi comportamenti individuali e collettivi.
€ 15,00

News

02.09.2019
È arrivato settembre: tutti gli eventi in calendario
Wolf, Benasayag, Esquirol, d'Ors, Tolentino Mendonça: sono solo alcuni dei protagonisti degli eventi di settembre. Scoprili tutti...
30.08.2019
Torino Spiritualità 2019: ad infinita notte
Tutti gli appuntamenti dedicati al buio e alla veglia con gli autori Vita e Pensiero, dal 26 al 30 settembre .
26.08.2019
Cos'è il populismo? I Prof rispondono
Mercoledì 18 settembre Cottarelli, De Bortoli, Parsi dialogano con Hamaui e Boitani su cause e conseguenze del populismo.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane