Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il nostro Natale: sotto l'albero della spiritualità

01.12.2016
Biografia del silenzio
Biografia del silenzio
autori: Pablo d'Ors
formato: Libro
prezzo:
vai alla scheda »

Si avvicina il Natale e per noi è il momento di proporvi una selezione di titoli da leggere e far trovare sotto l’albero, sui temi che contraddistinguono quest'importante periodo dell'anno: la riflessione sulle scritture, la famiglia e la spiritualità.

SULLE SCRITTURE
Iniziamo con la trilogia spirituale sui Salmi, curata da Maria Ignazia Angelini e Roberto Vignolo, che si articola in Quando vedrò il tuo volto?, Un libro nelle viscere e Nei paesaggi dell’anima. I Salmi, opera capitale sull’arte della preghiera, hanno il potere di raccontare un vissuto umano intrinsecamente legato ai valori cristiani e accompagnano il fedele nei giorni feriali e di festa in un percorso unico e puro. Altro libro intriso di spiritualità è I giorni di Dio del gesuita Pietro Bovati, testo che medita sull’Avvento, commentando alcuni passi e figure bibliche come Giovanni Battista e Maria di Nazareth. 

Per chi avesse curiosità sulla realtà storica della vita di Maria e sulla sua sacra famiglia si rivela prezioso il libro di Frédéric Manns, Trenta domande (e trenta risposte) su Maria e la nascita di Gesù. Infine, sempre sulla preghiera, Pregare, un’esperienza umana a cura di Franco La Cecla Lucetta Scaraffia, un libro che si concentra sugli aspetti comuni alle religioni, come il rosario. Strumento tra i più antichi dell’umanità si trova tra le mani dei fedeli cristiani come di quelli islamici, buddisti e induisti. Questa ricorrenza ricorda che quando la gente prega lo fa in un modo simile nelle pratiche, anche se differente nei contenuti.

FAMIGLIA
Tra i consigli di lettura per il focolare domestico Generare è narrare di Jean-Pierre Sonnet, un libro che si apre con la domanda sulle origini che ogni genitore prima o poi si sente rivolgere: «Quando tuo figlio ti chiederà: perché?». L’interrogativo, tratto da un passo-chiave della Scrittura, impedisce di pensare e vivere in modo automatico il rapporto tra le generazioni. Costringe i padri e le madri a raccontare che cosa li ha tenuti in vita e ha dato anima ai loro giorni, mettendoli così in condizione di essere genitori non solo secondo la carne, ma secondo la parola. Generare alla vita, infatti, significa narrare, un atto sacro portatore di una fecondità segreta, e che può restituire alla fiducia i molti padri e le molte madri che in questo tempo rassegnato si scoprono privi di parole e racconti da dire ai figli.
Sempre sul tema, La famiglia alla prova di Carlo Maria Martini è una selezione di conferenze e discorsi significativi del Cardinale sulla famiglia e il matrimonio, che vanno da riflessioni di carattere generale su questo sacramento e sul profondissimo legame esistente tra eucaristia e famiglia. Qui ritroviamo la sua eccezionale capacità di declinare la riflessione biblico-teologica con le grandi questioni culturali e con le sfide esistenziali. Come scrive, «la famiglia è un luogo altissimo della realizzazione del progetto di Dio su ciascuno. Sforzarsi di rispettare la dignità di coloro che vivono con noi, privilegiare il dialogo anche nei momenti di stanchezza e di delusione, sono modi concreti, possibili, anche se a volte difficili, di seguire Gesù nella propria vita quotidiana».


SPIRITUALITÀ
Tra i libri evocativi, da leggere come aforismi, Svolta di respiro di Antonio Spadaro e La mistica dell’istante di José Tolentino Mendonça. Il primo, che prende il titolo in prestito da una densa e suggestiva immagine di Paul Celan per indicare l'opera del poeta, si sviluppa attraverso una fitta trama di riferimenti a scrittori e teologi che hanno dato parola ai modi fondamentali con cui gli uomini si dispongono alla bellezza della vita, e quindi all'attesa, il desiderio, la sorpresa, l'innovazione, il genio, lo studio, il dubbio. Il secondo, invece, traccia una straordinaria geografia interiore e umana che con il soccorso di poesia e cinema, letteratura e testi biblici può indicare i modi di una mistica alla portata di tutti. 
Infine un libriccino prezioso: La biografia del silenzio di Pablo d’Ors, perché anche il silenzio ha una sua biografia, quella scritta nella vita di chi si dedica alla meditazione. Pablo ci racconta con semplicità e pienezza un’avventura negli spazi della quiete silenziosa. Decidersi per questo viaggio significa abbandonare lo stato in cui sono immersi i nostri giorni, quell’atmosfera tossica di affanno, ricerca di emozioni, intorpidimento e, soprattutto, paura della vita. «Viviamo, sì, ma molto spesso siamo morti». Fermarsi e rimanere in silenzio, coltivando l’attenzione a sé e alla vita che accade: questa pratica fa incontrare deserti interiori, miraggi, spaesamenti; conosce la fatica, il tedio, la distrazione.
 
 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 1032 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest