Il tuo browser non supporta JavaScript!

Pablo d'Ors al Festivaletteratura di Mantova

30.08.2017
L'oblio di sé
L'oblio di sé
autori: Pablo d'Ors
formato: Libro
prezzo:
vai alla scheda »
Pablo d'Ors sarà uno dei protagonisti dell'edizione 2017 del Festivaletteratura di Mantova. Classe 1963, d'Ors si forma a New York, Vienna, Praga e Roma. Nel 1991 viene ordinato sacerdote e nel '96 consegue un dottorato in Teologia. Cercando il silenzio ha raggiunto a piedi in pellegrinaggio Santiago de Compostela, ha attraversato il deserto del Sahara, ha soggiornato sul monte Athos. Nel 2014 ha fondato l’associazione Amigos del Desierto, con cui condivide l’avventura della meditazione. Nello stesso anno papa Francesco lo ha nominato consultore del Pontificio Consiglio della Cultura. 
Un cammino in senso contrario
è il titolo del primo appuntamento al Festivaletteratura con Alessandro Zaccuri giovedì 7 settembre alle ore 21.15: «Pablo d'Ors ha eletto la meditazione come guida di un'intera esistenza e in molti suoi scritti (Biografia del silenzioL'amico del deserto) traspare la ricerca di una quiete gravida di significati e frutti insperati, diametralmente opposta allo stato in cui sono immersi i nostri giorni. Questo cammino in senso contrario, questa "intensa partecipazione alla vita come ci viene incontro"», si legge nel programma del festival «lo ha senz'altro avvicinato alla straordinaria testimonianza del beato Charles de Foucauld (1858-1916) e al suo pellegrinaggio mistico da Parigi ai villaggi tuareg del Sahara, a tal punto da concepire L'oblio di sé, un immaginario diario scritto di pugno dal cartografo, linguista e frate trappista poco prima della sua uccisione».

Isole di silenzio è invece il titolo del secondo incontro dell'8 settembre (ore 11.00) durante il quale potrete ascoltare Pablo d'Ors argomentare su un soggetto a lui caro, perché del silenzio ha scritto una biografia (vedi il libro Biografia del silenzio). Isole di silenzio è il lavoro di Melissa Magnani: «è un reportage narrativo che segue le tracce di presenze solitarie e nascoste, esperienze marginali, spesso sconosciute, capaci di dare una nuova luce al nostro tempo (...), racconta storie di uomini e donne che hanno fatto scelte radicali, con un ritorno all'essenziale, ad un vivere sobrio, ad un rapporto semplice e puro con la parola». Dopo l'uscita a puntate sul web, la giovane autrice ripercorrerà al Festival per intero il suo reportage tra monasteri, eremi e case abbandonate in compagnia appunto di Pablo d'Ors e della fotogiornalista Monika Bulaj. Conduce l'incontro Christian Elia.

Memo
7-8 settembre 
Festivaletteratura di Mantova
info: http://www.festivaletteratura.it/it/2017/autori/pablo-d-ors
 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 353 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest