Il tuo browser non supporta JavaScript!

Tutte le pagine che vuoi: ebook a -15%

21.12.2017
«Adamo, dove sei?»
«Adamo, dove sei?»
autori: Gianfranco Ravasi
formato: Ebook
prezzo:
vai alla scheda »

Hai pensato ai regali per amici e parenti? Ora è venuto il momento di concederti un regalo: un libro o più libri tutti per te in formato ebook, da portare ovunque tu decida di trascorrere queste feste. Fino al 7 gennaio infatti puoi approfittare del 15% di sconto su tutto il nostro catalogo ebook (epub o pdf), in esclusiva sul nostro sito: regalati tutte le pagine che vuoi!

Se cerchi consigli scorri la nostra top ten con i relativi incipit... buone letture!

Gianfranco Ravasi, Adamo dove sei?
«Nell’originale ebraico è un unico vocabolo composto: ’ajjekkah, "dove sei?", ed è preceduto da un lemma introduttorio: wajjqra’ ’elohîm ’el ha-’adam wajjo’mer lô, "il Signore Dio chiamò l’uomo e gli disse: Dove sei?" (Gen 3,9). Vanamente nascosto all’ombra degli alberi del giardino di Eden, l’uomo è strattonato da questo interrogativo, costretto ad esporsi alla luce del sole e ad essere ferito nella coscienza da quella domanda. Essa è in qualche modo l’incipit della storia e dell’esistenza umana, dopo che un’altra parola, questa volta imperativa, aveva scandito poche righe prima l’inizio dell’essere: wajjo’mer ’elohîm: jehî ’ôr; wajjehî ’ôr, "Dio disse: Sia la luce! E la luce fu"...»

Silvina Pérez, Lucetta Scaraffia, Francesco, il papa americano
«Genova, 7 gennaio 1929. Il porto è freneticamente animato: accanto alla nave c’è una gran folla di gente armata di bagagli e cappelli, tutti pronti per l’imbarco. Giovanni Angelo Bergoglio e Rosa Vassallo si riposano dalla camminata sul lungo molo, seduti sui bagagli, le gambe portate al petto e cinte dalle braccia unite come in preghiera. Mario, il loro unico fi glio, cammina avanti e indietro. Bisogna muoversi per rendere meno fastidioso l’umido freddo ligure. Il Giulio Cesare, l’enorme transatlantico che li porterà in America, era già lì ad aspettarli alla banchina. Ed è ancora più bello, e più grande, di quanto avessero immaginato. Lungo quasi 200 metri, con due enormi comignoli azzurri e bianchi, due bandiere che sventolano a poppa e a prua e un vessillo di legno sull’albero maestro. Il rumore dei motori accesi si fa sempre più potente, fino a diventare assordante. Arriva il momento dell’imbarco».

Adriano Pessina, L'io insoddisfatto
«Dell’io si può ripetere quello che Agostino diceva a proposito del tempo: se nessuno mi chiede di definirlo so benissimo che cosa sia, quando, invece, mi si interroga su che cosa significhi, mi trovo in difficoltà. Dell’io, infatti, si può parlare in molti modi, e forse nessuno, da solo, può essere adeguato1. Anche in un periodo storico in cui si diffida delle categorie forti e si preferisce ricorrere a metafore che evocano fluidità, liquidità, evanescenza e dissolvenza, non è possibile evitare lo scoglio della soggettività, dell’identità, dell’individualità: l’io resiste a ogni sua negazione perché sempre si affaccia, ospite inevitabile, alle soglie e ai confini dei modelli teorici e delle pratiche effettive che indicano mete di autorealizzazione, percorsi di felicità e di benessere».

Tomáš Halík, Voglio che tu sia
«“Mi sono spesso domandato, e non ho trovato risposta, da dove venga la dolcezza e il bene; nemmeno oggi lo so e ora devo andare”. Questi versi, scritti da Gottfried Benn, ci affascinano per la loro autenticità e tristezza. Dall’umile sincerità del poeta traluce qualcosa di ancora più profondo e universale, una testimonianza sul mondo in cui viviamo. Nel mare dell’umana conoscenza, onde incessanti sommergono e al contempo disvelano il nostro «non sappiamo», l’abisso del nostro smarrimento di fronte a quell’interrogativo ultimo, quel «da dove» che si oppone a ogni tentativo di definizione».

Silvano Petrosino, Contro la cultura
Che cos’è la letteratura? Perché si scrivono e si pubblicano romanzi e racconti? A che cosa serve la letteratura? Di fronte a questi antichi quesiti ormai non ci si scompone più; in effetti, in un’epoca come l’attuale, così pronta a riconoscere e a celebrare l’incedere dei vari «post» (postmoderno, post-umano, post-filosofia, più di recente postverità), forse l’unico tema che potrebbe ancora suscitare qualche tiepida curiosità è quello della «post-letteratura», una disciplina inesistente ma proprio per questo, come è facile intuire, «estremamente interessante».

Carlo Ossola, Europa ritrovata (illustrato)
Che cosa può dire di sé oggi l’Europa, che valga a riconoscersi, a farla riconoscere? Essa non ha voluto darsi una carta di identità, e sta smarrendo persino il fatto di essere da millenni unita per il lento sovrapporsi e stratifi carsi della sua più profonda natura: essere sempre il ‘qui dell’altrove’. Si tratta – nella geografi a di un continente tracciata ormai dalle rotte low cost – di ritrovare una sorta di ‘cartografi a storica’ della propria identità, già defi nita, sin dal IV secolo, dall’Ordo nobilium urbium di Ausonio. Il viaggio che iniziamo evoca sedici luoghi emblematici d’Europa (più due meditazioni fi nali su eletti ripari di visioni e ideali): nodi che, toccati dall’agopuntura della coscienza storica, rilasciano il dolore di tanti scontri e la sapienza di tanti saperi.

 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 280 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest