Il tuo browser non supporta JavaScript!

The Vulgarization of Ulrich of Strasbourg’s De summo bono in Tuscany during the Fourteenth and the Fifteenth Centuries

digital The Vulgarization of Ulrich of Strasbourg’s De summo
bono in Tuscany during the Fourteenth and the Fifteenth Centuries
Articolo
rivista RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA
fascicolo RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA - 2018 - 3
titolo The Vulgarization of Ulrich of Strasbourg’s De summo bono in Tuscany during the Fourteenth and the Fifteenth Centuries
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 11-2018
doi 10.26350/001050_000072
issn 00356247 (stampa) | 18277926 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
Scarica

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

The article contains a reconstruction of the fortune of Ulrich of Strasbourg’s De summo bono in Tuscany during the fourteenth and the fifteenth centuries. This study reveals a massive influence of the German medieval philosophy on the Italian Reinassance thought. Despite Scholars agreeing that ethics was a subject of extreme interest in the Italian Renaissance, the impact of Albert the Great and Ulrich of Strasbourg on the ethical debate in Tuscany is almost completely neglected. However, Bartholomew of S. Concordio, Bernardino of Siena and Antoninus of Florence widely quoted Ulrich in their works. On the one hand, Ulrich’s ethical doctrines were simplified and vulgarized, thus making Ulrich’s ethical discussion accessible to unspecialized and illiterate readers. On the other hand, Ulrich established himself as one of the most influential authorities on moral philosophy, canon law and economics.

keywords

Ulrich of Strasbourg, De summo bono, Vulgarization, Tuscany, Renaissance

Biografia dell'autore

Università del Salento. Email: saracianc@libero.it

News

29.07.2019
Maryanne Wolf al Festivaletteratura
"Come diventiamo lettori" è il titolo del dialogo tra la Wolf e Manguel che si terrà sabato 7 settembre al Festivaletteratura di Mantova.
26.07.2019
Credo: lo recitate senza comprenderlo?
Tomáš Halík, prendendo spunto da un dibattito sul "Credo", si interroga sulla capacità di non rimanere intrappolati nella meccanicità delle formule.
05.07.2019
«Sogno scuole di lettura, prima che di scrittura»
Il commento di Alessandro D'Avenia al libro "Lettore, vieni a casa" in attesa dell'incontro con l'autrice Maryanne Wolf al Festivaletteratura di Mantova.
28.05.2019
Qui, ai margini: anteprima di Esquirol
Anteprima del libro del filosofo catalano Esquirol "La penultima bontà": un illuminante percorso che inizia fuori dal paradiso, ai margini.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane