Il tuo browser non supporta JavaScript!

LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2009 - 12

digital LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2009 - 12
Fascicolo digitale
rivista LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO
fascicolo 12 - 2009
titolo LA RIVISTA DEL CLERO ITALIANO - 2009 - 12
editore Vita e Pensiero
formato Fascicolo digitale | Pdf
Scrivi un commento per questo prodotto

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Sommario

La forza propulsiva della Caritas in veritate. I
di Gianni Ambrosio pagine: 19 € 4,00
Abstract
La riflessione di mons. Gianni Ambrosio, vescovo di Piacenza e membro della Direzione della Rivista, introduce in modo ampio e articolato alla lettura dell’enciclica di Benedetto XVI Caritas in veritate. In questa prima parte dell’articolo, l’autore illustra perché l’enciclica costituisce un grande, impegnativo e fiducioso annuncio, quello della dottrina sociale della Chiesa come servizio alla verità che libera, avendo la centralità dell’uomo quale principio cardine essenziale. In questa prospettiva mons. Ambrosio evidenzia alcune linee portanti della Caritas in veritate: la carità come forza propulsiva dello sviluppo umano, la logica del dono, una visione equilibrata del progresso tecnologico, il bene comune come criterio orientativo per l’azione. La seconda parte dell’articolo, la cui pubblicazione è prevista per il numero di febbraio 2010, si soffermerà sulla continuità e sull’evoluzione della dottrina sociale della Chiesa nell’Enciclica.
L’inferno in questione
di Giacomo Canobbio pagine: 15 € 4,00
Abstract
L’approccio del cristiano ‘comune’ ai temi escatologici è fortemente cambiato negli anni recenti. Ciò vale in modo particolare per la dottrina dell’inferno, che ha risentito del più generale mutamento della visione di Dio, ora percepito più secondo la cifra della misericordia che della giustizia implacabile. Pensiamo sia quindi particolarmente utile offrire la possibilità di una seria ripresa teologica del tema, che dissolva l’ombra di scetticismo che lo vela, riducendolo a sopravvivenza di una sorpassata mentalità mitica o a retaggio di una religione della paura. Il contributo di mons. Giacomo Canobbio (docente di Teologia sistematica alla Facoltà teologica di Milano) si propone questo obiettivo anzitutto collocando la problematica nel quadro della sensibilità odierna, per poi rileggere il dato tradizionale con l’ausilio dei grandi teologi contemporanei che ne hanno favorito la ricomprensione. Capire che i «novissimi sono veramente l’aldilà dell’al di qua», ovvero il compimento del modo con il quale l’uomo determina la sua esistenza in rapporto al Dio della salvezza, è la premessa per comprendere il senso più profondo della dottrina dell’inferno: «Mantenere la responsabilità dell’uomo nella determinazione del suo destino ultimo, il quale non può venire “imposto” all’uomo se egli non vuole».
Preparare oggi al matrimonio. I risultati dell’indagine nazionale
di Antonella Pennati pagine: 18 € 4,00
Abstract
Lo scorso giugno si è tenuto in Calabria, a Cotronei (KR), il convegno «Insieme verso le nozze. La preparazione al matrimonio cristiano », organizzato dall’Ufficio Nazionale per la pastorale della famiglia della CEI. Momento particolarmente significativo dei lavori è stata la presentazione dell’indagine conoscitiva nazionale sulle modalità con le quali le comunità cristiane preparano le giovani coppie al sacramento del matrimonio.Antonella Pennati, docente di religione e collaboratrice del Centro Internazionale Studi Famiglia, l’agenzia milanese che ha curato la ricerca, presenta qui i risultati dell’indagine, proponendo insieme alcuni interrogativi pastorali che scaturiscono dal nuovo quadro. L’indagine segnala infatti, accanto al confortante dato relativo al grande impegno profuso dalle Chiese in questo ambito, elementi di forte novità nei soggetti che richiedono il matrimonio (età più matura, presenza sempre più rilevante di coppie conviventi o con figli). Elementi che propongono alla Chiesa italiana la necessità di verificare la rispondenza degli attuali strumenti e metodi pastorali alla mutata realtà giovanile. Lo studio, unendo l’agilità della presentazione alla completezza dei dati statistici, si propone quale strumento per pensare la pertinenza delle proposte rivolte al proprio territorio, soprattutto in merito alla loro capacità di incontrare gli interrogativi e i bisogni formativi di chi oggi chiede il matrimonio cristiano.
Cos’è l’oratorio?
di Luca Ramello pagine: 18 € 4,00
Abstract
Torniamo sull’argomento educativo affrontando il tema dell’oratorio che, in numerose diocesi italiane, rappresenta ormai da secoli il segno della cura ecclesiale per la formazione delle nuove generazioni. Don Luca Ramello, giovane presbitero della diocesi di Torino, presenta qui una riflessione molto articolata che, di fronte alle difficoltà attuali dell’oratorio, prende avvio proprio dalla domanda su cosa esso sia e sulla sua possibilità di trovare un senso oggi: essere ancora «segno che orienta e rende propizia la rivelazione della presenza di Dio nel dono di una gioia feriale». L’oratorio necessita anzitutto, secondo don Ramello, di una rinnovata attenzione teologico- pastorale che ne rilanci la ricca complessità, sintetizzata nel saggio attraverso sei polarità strategiche. Luogo feriale della prossimità, l’oratorio può ancora rappresentare «una via privilegiata e feconda per l’incontro della comunità ecclesiale con le giovani generazioni », soprattutto se ripensato nella sua qualità di ‘luogo’ della comunità, capace di attirare giovani e non solo bambini, frequentato da autorevoli figure di educatori portatrici di progetti e contenuti formativi.
Una famiglia in canonica
di Michela Burigana, Renato Burigana pagine: 10 € 4,00
Abstract
La riscoperta conciliare della dignità della condizione laicale e il congiunturale calo numerico delle vocazioni presbiterali ha spinto alcune diocesi a immaginare la parrocchia secondo forme nuove. Pubblichiamo qui l’interessante racconto dell’esperienza, non isolata, di una coppia di sposi che da ormai vent’anni è felicemente responsabile di una parrocchia della diocesi di Firenze. La sperimentazione, avviata dal card. Piovanelli a seguito del 34° Sinodo della Chiesa fiorentina, rappresenta una modalità per mantenere in vita anche le piccole parrocchie, che ormai non potrebbero più vedere la presenza stabile di un sacerdote.Comunità dove i laici fanno tutto quello che è loro possibile fare – catechesi, carità, preparazione della liturgia, ecc. – , nelle quali il prete che presiede l’eucaristia domenicale viene percepito come figura preziosa e indispensabile per la crescita della comunità.

News

01.12.2017
Voglio che tu sia: l'amore sostiene tutto
Tomáš Halík, intellettuale di Praga perseguitato dal regime comunista, ci consegna uno straordinario libro sull'amore: "Voglio che tu sia"...
29.11.2017
Natale sulle tracce del "Libro dei libri"
Una selezione di titoli dedicati alle Sacre Scritture, con un impianto ora teologico, ora narrativo, ora studiato appositamente per i più piccoli, 20 libri da non perdere dal nostro catalogo.
28.11.2017
Presentazione del libro «Il Codice Dal Verme»
Come si tramanda, modifica, inventa la memoria collettiva? Su questo argomento il 15 dicembre dialogheranno alcuni medievalisti
24.11.2017
I profeti, «giornalisti del loro tempo»
Bruno Maggioni approfondisce in questo breve saggio la dimensione comunitaria e politica del messaggio dei profeti, “giornalisti” del loro tempo.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest