Il tuo browser non supporta JavaScript!

VITA E PENSIERO - 2014 - 6

digital VITA E PENSIERO - 2014 - 6
Fascicolo digitale
rivista VITA E PENSIERO
fascicolo 6 - 2014
titolo VITA E PENSIERO - 2014 - 6
editore Vita e Pensiero
formato Fascicolo digitale | Pdf
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 9,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

“Dieci parole. Perché la nostra epoca ha bisogno di Dio”: è questo il tema del sesto numero di «Vita e Pensiero» che conclude l’anno del centenario della nascita della rivista e raccoglie gli atti del convegno omonimo che, nell'ottobre 2014, ha celebrato la ricorrenza. Tra i vari contributi pubblicati quelli del rettore dell’Università Cattolica Franco Anelli e dell’arcivescovo di Milano cardinale Angelo Scola, che si soffermano sulle celebrazioni per il genetliaco di «Vita e Pensiero» che, dal loro punto di vista costituiscono la linea ideale che da un passato importante proietta la rivista verso il futuro. Lo storico Daniele Bardelli regala ai lettori un’interessante ricostruzione delle ragioni che portarono padre Agostino Gemelli, Ludovico Necchi e Francesco Olgiati alla fondazione della rivista. La loro idea di fondo era dare a vita a un periodico divulgativo che sapesse interpretare gli sviluppi del pensiero e della scienza contemporanei. Numerosi spunti di riflessione offrono i cinque dialoghi costruiti intorno alle parole crisi e bellezza, mistica e politica, misericordia e giustizia, tecnica e fraternità, pace e silenzio. Tra gli interventi più suggestivi, quelli di Sergio Givone, Fabrice Hadjadj, Zygmunt Bauman, Mariapia Veladiano, Jürgen Moltmann, Luisa Muraro, John Milbank, Natalino IrtiJosé Tolentino Mendonça. Chiudono questo numero speciale due “Reprint”. Il primo, intitolato Il fascismo e i cattolici, del politico cattolico milanese Filippo Meda, fra i fondatori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Il secondo, a firma del celebre filosofo francese Emmanuel Lévinas, uno dei più illustri esponenti della scuola fenomenologica, dedicato alla filosofia di Karol Wojtyła.

INTRODUZIONE

Perché la nostra epoca ha bisogno di Dio
di Angelo Scola, Franco Anelli pagine: 8 € 4,00
Abstract
Le celebrazioni per il genetliaco di «Vita e Pensiero» costituiscono la linea ideale che da un passato importante proietta la rivista verso il futuro. Cento anni che sono anche una prova incessante dell’inevitabilità della domanda di assoluto nella vita degli uomini.

LA STORIA

Così nacque la 'seconda pietra dell'edificio'
di Daniele Bardelli pagine: 11 € 4,00
Abstract
L’idea dei fondatori della rivista, tra cui Gemelli, Necchi e Olgiati, era rivolgersi a lettori la cui cultura sollecitava aggiornamento per interpretare gli sviluppi del pensiero e della scienza contemporanei. Ma anche dare vita a un periodico divulgativo.

DIECI PAROLE

Crisi e bellezza
di Fabrice Hadjadj, Sergio Givone pagine: 17 € 4,00
Abstract
Ciò che è armonico porta sempre dentro di sé qualcosa di disordinato, un cuore di tenebra, dove l’essere si rivela. Nella società informatica, occorre recuperare lo spirito della materia e quel principio del “fruttificare” proprio dell’agricoltura.
Mistica e politica
di Zygmunt Bauman, Mariapia Veladiano pagine: 13 € 4,00
Abstract
Per il futuro dell’umanità l’arte del dialogare, come la pratica papa Francesco, rappresenta una questione di vita e di morte, anche a rischio di insuccesso. E la presenza di Dio nel mondo è nelle nostre mani che accudiscono.
Misericordia e giustizia
di Jürgen Moltmann, Luisa Muraro pagine: 17 € 4,00
Abstract
Uno Stato sociale può funzionare solo se il mondo morale viene connotato dalla solidarietà, abbandonando ogni forma di ideologia capitalistica dell’avidità, dell’avarizia e dell’egomania. Come pure qualsiasi atteggiamento di rivalsa nei confronti del prossimo.
Tecnica e fraternità
di Natalino Irti, John Milbank pagine: 21 € 4,00
Abstract
Un’economia etica non solo è più stabile, ma anche in grado di produrre maggiori benefici. In vista di una futura pace mondiale, la necessità di far ritorno alla reciprocità sociale, propria delle istituzioni giuridiche, e alla rete delle relazioni umane.
Pace e silenzio
di José Tolentino Mendonça, Michela Murgia pagine: 12 € 4,00
Abstract
Due termini il cui abuso frequente ha generato una serie di equivoci tossici sulla loro natura semantica. In una cultura dominata da una valanga di parole e di messaggi, la necessità di recuperare l’arte di ascoltare. Un vero esercizio di resistenza.

CONCLUSIONI

Un cantiere di riflessione per costruire il futuro
di Lorenzo Ornaghi pagine: 6 € 4,00
Abstract
Produrre cultura nell’attuale fase storica è l’impegno più pressante cui deve rispondere una rivista. Una responsabilità che «Vita e Pensiero» ha perseguito fin dalle origini, cercando di trovare le ragioni del bisogno di Dio. E le risposte più adeguate.

REPRINT

Il fascismo e i cattolici
di Filippo Meda pagine: 6 € 4,00
Abstract
Originariamente comparso su «Vita e Pensiero», nel fascicolo dell’agosto 1922, riproponiamo qui un illuminante testo del politico cattolico milanese, fra i fondatori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. All’epoca dello scritto era deputato al Parlamento italiano.
La filosofia di Karol Wojtyła
di Emmanuel Lévinas pagine: 5 € 4,00
Abstract
Originariamente comparso su «Vita e Pensiero», nel fascicolo dell’aprile 1980, riproponiamo qui un testo del celebre filosofo francese. Leggiamo nelle righe redazionali introduttive delle pagine dell’epoca: «È trascorso un anno dalla prima enciclica di Giovanni Paolo II. Ancora molto resta da fare per conoscere le radici filosofi che, culturali della formazione di Karol Wojtyła, la sua duplice appartenenza alla filosofia classica e alla più recente vicenda fenomenologica. Tale duplice appartenenza è decisiva in particolare nello sforzo che Wojtyła filosofo ha posto per la rigenerazione dell’etica. Un’etica non è, a suo avviso, formulabile quando viene meno il fondamento dell’obbligazione morale. E questo fondamento vacilla quando non si ha una consistenza interiore del proprio essere. In effetti la filosofia contemporanea ha ridotto l’essere alla serie delle sue apparizioni. Karol Wojtyła ritiene invece che si debba fondare l’obbligazione morale sull’essere stesso delle persone. E fa ricorso alla fenomenologia, in particolare quella di Max Scheler, per ridare all’etica la necessaria radice nell’essere. È in questo contesto che si colloca l’intervento, certo arduo ma rigoroso, di Emmanuel Lévinas, uno dei più illustri esponenti della scuola fenomenologica, che ha messo a disposizione il testo del suo intervento al colloquio su La filosofia di Giovanni Paolo II tenutosi a Parigi il 19 febbraio 1980 per iniziativa dell’Associazione degli scrittori cattolici francesi».

News

01.12.2017
Voglio che tu sia: l'amore sostiene tutto
Tomáš Halík, intellettuale di Praga perseguitato dal regime comunista, ci consegna uno straordinario libro sull'amore: "Voglio che tu sia"...
29.11.2017
Natale sulle tracce del "Libro dei libri"
Una selezione di titoli dedicati alle Sacre Scritture, con un impianto ora teologico, ora narrativo, ora studiato appositamente per i più piccoli, 20 libri da non perdere dal nostro catalogo.
28.11.2017
Presentazione del libro «Il Codice Dal Verme»
Come si tramanda, modifica, inventa la memoria collettiva? Su questo argomento il 15 dicembre dialogheranno alcuni medievalisti
24.11.2017
I profeti, «giornalisti del loro tempo»
Bruno Maggioni approfondisce in questo breve saggio la dimensione comunitaria e politica del messaggio dei profeti, “giornalisti” del loro tempo.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest