Il tuo browser non supporta JavaScript!

L' Italia nel 'nuovo ordine mondiale'

L' Italia nel 'nuovo ordine mondiale'
titolo L' Italia nel 'nuovo ordine mondiale'
sottotitolo Politica ed economia dal 1945 al 1947
autore
argomenti Storia > Storia contemporanea
collana Cultura e storia, 17
formato Libro
pagine 224
pubblicazione 2000
ISBN 9788834300886
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 18,50
Spedito in 3 giorni
All’alba del XXI secolo, gli Stati nazionali non hanno più la forza e l’importanza del passato. Alla crescente interdipendenza economica si accompagnano fenomeni analoghi sul piano politico, militare o giuridico: è la globalizzazione, tendenza tipica degli anni ottanta e novanta del novecento. Ma tutto ciò non costituisce una novità improvvisa. La storia italiana è in questo senso emblematica: l’Italia, uscita pesantemente sconfitta dalla seconda guerra mondiale, fu rapidamente inserita nel nuovo ordine politico ed economico internazionale, a leadership americana, segnato da istituzioni come il Fondo monetario e la Banca mondiale. Le vicende italiane del dopoguerra sono state discusse da una storiografia ormai vastissima, ma questi aspetti così importanti sono stati spesso trascurati. Oggi però la globalizzazione ci impone di guardare il passato con occhi diversi. La rapida integrazione dell’Italia in un ‘nuovo ordine’ economico-politico internazionale ha costituito il principale banco di prova della classe dirigente post-bellica che, espressa soprattutto dai nuovi partiti di massa, era in gran parte costituita dai cattolici. Nel complesso, questa classe dirigente, almeno nelle sue espressioni più consapevoli, accettò le sfide dell’integrazione economica internazionale, cercando contemporaneamente di difendere le strutture tradizionali dello Stato nazionale. Si trattava in realtà di due obiettivi parzialmente contraddittori: l’Italia scaturita da quelle scelte seppe infatti inserirsi nel nuovo contesto internazionale meglio di quanto riuscì ad affrontare i suoi problemi interni.

Biografia dell'autore

Agostino Giovagnoli è professore ordinario di Storia contemporanea all’Università Cattolica di Milano. Tra le sue pubblicazioni si ricordano: La cultura democristiana tra Chiesa cattolica e identità italiana (Roma-Bari 1991); Il partito italiano. La Democrazia cristiana dal 1942 al 1994 (Roma-Bari 1996).

News

25.07.2017
«Senza chiudere gli occhi»: l'anima del giornalismo
È ancora possibile fare del buon giornalismo? Risponde Domenico Quirico, che nel libro "Il tuffo nel pozzo" racconta il valore della sua professione.
26.05.2017
Luci sul noir: come nasce la paura sugli schermi
Intervista a Massimo Locatelli sul nuovo libro "Psicologia di un'emozione. Thriller e noir nell'età dell'ansia", un viaggio tra serie tv, film e app, alla scoperta dei meccanismi della paura.
11.01.2017
Il welfare in azienda: oltre Olivetti
Dall'utopia dell'imprenditore illuminato, come Olivetti, alla fase odierna del valore condiviso: il nuovo libro di Luca Pesenti, "Il welfare in azienda".
13.12.2016
I Templari: dentro la storia, fuori dal mito
«I Templari furono uomini del Medioevo, non furono eretici né tanto meno adoratori del diavolo»: l'origine e la fine della "Militia Christi" descritti dalle voci di studiosi che hanno lavorato su documenti e fonti inedite. Ci racconta la storia Giancarlo Andenna

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest