Il tuo browser non supporta JavaScript!

Felicemente italiani

novità Felicemente italiani
titolo Felicemente italiani
sottotitolo I giovani e l'immigrazione
curatori , , ,
introduzione
prefazione
argomenti Società, media, famiglia, lavoro Società
collana Varia. Saggistica
formato Libro
pagine 184
pubblicazione 2018
ISBN 9788834334461
Copertina HD Copertina HD
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 16,00
Spedito in 3 giorni
 
Disponibile in altri formati:
Felicemente italiani. I giovani e l'immigrazione novitàPdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Giovani italiani, dai 18 ai 29 anni, vivono nella stessa nazione ma hanno storie diverse. Alcuni di loro sono cittadini italiani per nascita, altri hanno acquisito la cittadinanza provenendo da una migrazione, propria o della famiglia di origine. Il numero di ragazzi italiani con background migratorio aumenta ed è destinato a crescere in futuro: la convivenza delle differenze si fa quotidiana, innalza barriere e costruisce ponti, produce conflitti, ma anche ricchezza materiale, culturale, relazionale. Quali sono le diversità tra i giovani italiani dalla nascita e quelli che lo sono diventati in seguito? Qual è la loro disposizione nei confronti dell’altro, dello straniero, del ‘diverso’? È un invasore, un fratello, un antagonista, un amico?Le indagini svolte dall’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo restituiscono un quadro nel quale prevale un atteggiamento di difesa e di diffidenza nei confronti degli immigrati. Questa disposizione incide sulla quotidianità delle relazioni? Influisce sui valori e sugli atteggiamenti prevalenti? E sulla progettualità e la visione del futuro? La ricerca, promossa da Fondazione Migrantes e i cui risultati sono presentati in questo libro, ha origine proprio dalla necessità di approfondire i percorsi e i processi attraverso i quali si formano le opinioni rispetto ai migranti, agli stranieri, all’altro percepito diverso da sé. Il campione, formato da 204 giovani distribuiti su tutto il territorio nazionale, comprende 60 intervistati con background migratorio, provenienti da 28 diversi Paesi del mondo. È questa la prima ricerca in Italia che, in maniera così ampia, si occupa di loro.
€ 10,99
Felicemente italiani. I giovani e l'immigrazione novitàEpub
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Anno: 2018
Giovani italiani, dai 18 ai 29 anni, vivono nella stessa nazione ma hanno storie diverse. Alcuni di loro sono cittadini italiani per nascita, altri hanno acquisito la cittadinanza provenendo da una migrazione, propria o della famiglia di origine. Il numero di ragazzi italiani con background migratorio aumenta ed è destinato a crescere in futuro: la convivenza delle differenze si fa quotidiana, innalza barriere e costruisce ponti, produce conflitti, ma anche ricchezza materiale, culturale, relazionale. Quali sono le diversità tra i giovani italiani dalla nascita e quelli che lo sono diventati in seguito? Qual è la loro disposizione nei confronti dell’altro, dello straniero, del ‘diverso’? È un invasore, un fratello, un antagonista, un amico?Le indagini svolte dall’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo restituiscono un quadro nel quale prevale un atteggiamento di difesa e di diffidenza nei confronti degli immigrati. Questa disposizione incide sulla quotidianità delle relazioni? Influisce sui valori e sugli atteggiamenti prevalenti? E sulla progettualità e la visione del futuro? La ricerca, promossa da Fondazione Migrantes e i cui risultati sono presentati in questo libro, ha origine proprio dalla necessità di approfondire i percorsi e i processi attraverso i quali si formano le opinioni rispetto ai migranti, agli stranieri, all’altro percepito diverso da sé. Il campione, formato da 204 giovani distribuiti su tutto il territorio nazionale, comprende 60 intervistati con background migratorio, provenienti da 28 diversi Paesi del mondo. È questa la prima ricerca in Italia che, in maniera così ampia, si occupa di loro.
€ 10,99
Giovani italiani, dai 18 ai 29 anni, vivono nella stessa nazione ma hanno storie diverse. Alcuni di loro sono cittadini italiani per nascita, altri hanno acquisito la cittadinanza provenendo da una migrazione, propria o della famiglia di origine. Il numero di ragazzi italiani con background migratorio aumenta ed è destinato a crescere in futuro: la convivenza delle differenze si fa quotidiana, innalza barriere e costruisce ponti, produce conflitti, ma anche ricchezza materiale, culturale, relazionale. Quali sono le diversità tra i giovani italiani dalla nascita e quelli che lo sono diventati in seguito? Qual è la loro disposizione nei confronti dell’altro, dello straniero, del ‘diverso’? È un invasore, un fratello, un antagonista, un amico?
Le indagini svolte dall’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo restituiscono un quadro nel quale prevale un atteggiamento di difesa e di diffidenza nei confronti degli immigrati. Questa disposizione incide sulla quotidianità delle relazioni? Influisce sui valori e sugli atteggiamenti prevalenti? E sulla progettualità e la visione del futuro? La ricerca, promossa da Fondazione Migrantes e i cui risultati sono presentati in questo libro, ha origine proprio dalla necessità di approfondire i percorsi e i processi attraverso i quali si formano le opinioni rispetto ai migranti, agli stranieri, all’altro percepito diverso da sé. Il campione, formato da 204 giovani distribuiti su tutto il territorio nazionale, comprende 60 intervistati con background migratorio, provenienti da 28 diversi Paesi del mondo. È questa la prima ricerca in Italia che, in maniera così ampia, si occupa di loro.

Contributi di: Paula Baudet Vivanco, Marta Sachy, Cristina Pasqualini, Sara Alfieri, Elena Marta, Fabio Introini, Paola Bignardi, Rita Bichi, Delfina Licata, Fabio Introini, Mons. Gian Carlo Perego.

Biografia dell'autore

Rita Bichi è professore ordinario di Sociologia generale nella Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Milano).

Paola Bignardi è coordinatrice dell’Osservatorio Giovani dell’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori.

Fabio Introini è ricercatore di Sociologia generale nella Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Milano).

Cristina Pasqualini è ricercatrice di Sociologia generale nella Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Milano).

Avvenire_MilanoSette: I nuovi giovani italiani, insieme oltre i pregiudizi (P. Nardi)
pubblicato il: 10-06-2018
Avvenire: Aperto e cosmopolita il volto del Paese giovane (R. Bichi)
pubblicato il: 06-06-2018

News

30.07.2018
La Grande Guerra a Cortina d'Ampezzo
Dal cammino dell'Ortigara a Cortina d'Ampezzo: mercoledì presentazione del volume "La Grande Guerra" a "Una Montagna di Libri".
06.07.2018
La mafia si combatte anche con la ricerca
La mafia si combatte anche con la ricerca e comprendendone la complessità: ce lo spiega Francesco Calderoni, autore del libro "Le reti delle mafie. Le relazioni sociali e la complessità delle organizzazioni criminali".
04.07.2018
L'Europa dei Libri, i nostri consigli per l'estate 2018
Da Friburgo a Lisbona, da Mosca ad Atene, un viaggio attraverso l'Europa del Libri alla scoperta delle nostre radici.
26.04.2018
Gli insegnanti in Italia: radiografia di una professone
Intervista a Maddalena Colombo, sociologa dei processi culturali, e autrice di un libro che racconta gli insegnati di oggi, tra difficoltà e ideali.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest