Il tuo browser non supporta JavaScript!

I volti della ragione

I volti della ragione
titolo I volti della ragione
sottotitolo Dal logos greco al dialogo delle civiltà
curatore
argomenti Filosofia Filosofia teoretica, Metafisica e storia della metafisica
collana Metafisica e storia della metafisica, 32
formato Libro
pagine 206
pubblicazione 2008
ISBN 9788834317198
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 18,00
Spedito in 3 giorni
È noto come, nel suo Discorso del 12 settembre 2006, presso l’università di Regensburg, S.S. Benedetto XVI sia tornato a coniugare la tradizione cristiana con quella che in Grecia vide fiorire il primato del lógos. Risuonarono allora le parole dell’imperatore bizantino Manuele II Paleologo: «… non agire secondo ragione, è contrario alla natura di Dio». E, per contrappunto, la rilettura giovannea del primo versetto della Scrittura: «In principio era il lógos». Nella lezione del Pontefice, l’avvio del quarto Vangelo siglava un punto fermo nella tradizione cristiana, ma anche un principio fondativo del pensiero stesso e un riferimento inevitabile nel dialogo interculturale. Ma che cosa intendere propriamente per lógos? Se ne deve parlare solo nei modi propri dell’eredità greca? Lo stesso messaggio biblico può essere decodificato soltanto all’interno di quella eredità?
A queste domande se ne aggiunge una più radicale, nel tempo in cui si fa più urgente il dialogo fra le diverse culture e le diverse tradizioni religiose. Non dobbiamo pensare piuttosto a una molteplice declinazione di un unico lógos nel cuore delle diverse tradizioni culturali? Il compito resta allora quello di precisare quale sia l’ampiezza del lógos su cui fondare il dialogo interculturale.
È in questa prospettiva che si è articolato il LXII Convegno del Centro di Studi Filosofici di Gallarate sul tema «Multiculturalismo e forme del lógos», tenutosi nel settembre del 2007. Le risposte emerse nel corso del convegno si sono profilate su diversi livelli, mettendo fra l’altro a confronto l’eredità evangelica e quella islamica. Si è così costituito un articolato ripensamento delle questioni poste dal discorso di Regensburg. Se da un lato, ripercorrendo la nozione greca di lógos, se ne è avvertita la congruenza con i sensi ultimi del messaggio evangelico, si è dovuta anche avvertirne la differenza rispetto alla visione giovannea del Verbo, quale irruzione nel tempo, libertà, paradossale intreccio di forza e debolezza. Analogamente, e secondo diverse prospettive, si è potuto riconoscere come le tradizioni di fede, cristiane e non cristiane che siano, non risultano contraibili sotto la presa egemonica di una sola forma di razionalità. Il confronto fra le diverse professioni religiose esige l’ascolto di una comune origine, ma ad un tempo il reciproco incontro delle sue molte versioni.

Biografia dell'autore

Virgilio Melchiorre è professore emerito di Filosofia morale. Ha insegnato Filosofia morale presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università di Venezia dal 1975 al 1979 e successivamente presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università Cattolica di Milano. Nel 2000 è passato a insegnare, nella stessa Facoltà, Filosofia teoretica, insegnamento concluso nel 2003 per raggiunti limiti di età. Fra le sue pubblicazioni si segnalano: La coscienza utopica, Milano 1970; L’immaginazione simbolica, Bologna 1972; Corpo e persona, Genova 1987; Metacritica dell’eros, Milano 19872; Analogia e analisi trascendentale. Linee per una nuova lettura di Kant, Milano 1991; Essere e parola, Milano 1993; Figure del sapere, Milano 1994; La via analogica, Milano 1996; Al di là dell’ultimo, Milano 1998; Studi su Kierkegaard, Genova 1998; Ethica, Genova 2000; Dialettica del senso, Milano 2002; Qohelet o della serenità del vivere, Brescia 2006; Essere persona, Milano 2007.

News

02.09.2019
È arrivato settembre: tutti gli eventi in calendario
Wolf, Benasayag, Esquirol, d'Ors, Tolentino Mendonça: sono solo alcuni dei protagonisti degli eventi di settembre. Scoprili tutti...
30.08.2019
Torino Spiritualità 2019: ad infinita notte
Tutti gli appuntamenti dedicati al buio e alla veglia con gli autori Vita e Pensiero, dal 26 al 30 settembre .
26.08.2019
Cos'è il populismo? I Prof rispondono
Mercoledì 18 settembre Cottarelli, De Bortoli, Parsi dialogano con Hamaui e Boitani su cause e conseguenze del populismo.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane