Il tuo browser non supporta JavaScript!

Istituti di assistenza, biblioteche e archivi: un trinomio caratteristico

Istituti di assistenza, biblioteche e archivi: un trinomio caratteristico
titolo Istituti di assistenza, biblioteche e archivi: un trinomio caratteristico
sottotitolo Conservare e promuovere
curatore
introduzione
argomenti Storia > Storia contemporanea
collana Ricerche. Storia
formato Libro
pagine 208
pubblicazione 2015
ISBN 9788834330722
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 24,00
Spedito in 3 giorni

Gli Istituti assistenziali, in particolare gli enti dedicati al ricovero dei minori, e le loro biblioteche rappresentano un tema particolare e molto settoriale, che sino ad ora ha visto un interesse circoscritto e non molto indagato, al contrario delle esplorazioni condotte sulla letteratura scolastica, la funzione pedagogica della letteratura e le biblioteche degli istituti di istruzione. Spesso le biblioteche degli enti di assistenza sono state oggetto di dispersione e di scarsa attenzione conservativa, per la semplice ragione legata all’invecchiamento ‘veloce’ delle edizioni custodite; a volte, oggetto di ‘epurazione’ insieme alle biblioteche, furono anche quelle parti degli archivi più strettamente legate alle funzioni educative, facendo perdere così allo studioso le tracce del legame tra le scelte pedagogiche attuate e la letteratura per l’infanzia proposta. Il volume raccoglie gli interventi di una giornata di studio, focalizzando l’attenzione su talune biblioteche conservatesi, da quella dell’orfanotrofio milanese dei Martinitt, a quella degli istituti dell’Annunziata di Napoli. In particolare si è inteso mettere in luce le diversificate potenzialità di ricerca insite in questo particolare bene culturale, la biblioteca, in stretto e inscindibile legame con gli archivi, i cui documenti ne possono narrare la storia. Il volume procede quindi sul doppio binario dell’individuazione di fonti particolari per la storia assistenziale tra XIX secolo e primi anni del Novecento, come le biblioteche appunto, e sulla necessità di preservare, studiare e comunicare questa particolare tipologia di bene culturale.

La pubblicazione conclude il progetto pluriennale di studio, ricerca e divulgazione delle fonti storiche per l’età moderna, dal titolo «La vita fragile», promossa dal Museo Martinitt e Stelline di Milano, in collaborazione con l’Università Cattolica.

Biografia dell'autore

Cristina Cenedella, laureata in Storia e specializzata in Archivistica e Paleografia, è direttore del Museo Martinitt e Stelline di Milano. Ha curato diverse pubblicazioni, convegni e mostre di storia economica e sociale, in particolare sul Pio Albergo Trivulzio e sugli orfanotrofi milanesi Martinitt e Stelline. Insegna Archivistica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore.


News

01.12.2017
Voglio che tu sia: l'amore sostiene tutto
Tomáš Halík, intellettuale di Praga perseguitato dal regime comunista, ci consegna uno straordinario libro sull'amore: "Voglio che tu sia"...
29.11.2017
Natale sulle tracce del "Libro dei libri"
Una selezione di titoli dedicati alle Sacre Scritture, con un impianto ora teologico, ora narrativo, ora studiato appositamente per i più piccoli, 20 libri da non perdere dal nostro catalogo.
28.11.2017
Presentazione del libro «Il Codice Dal Verme»
Come si tramanda, modifica, inventa la memoria collettiva? Su questo argomento il 15 dicembre dialogheranno alcuni medievalisti
24.11.2017
I profeti, «giornalisti del loro tempo»
Bruno Maggioni approfondisce in questo breve saggio la dimensione comunitaria e politica del messaggio dei profeti, “giornalisti” del loro tempo.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest