Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ritorno ai classici

Ritorno ai classici
titolo Ritorno ai classici
sottotitolo Dieci saggi
prefazione
argomenti Società, media, famiglia, lavoro Società
Lingue e letterature Letteratura greca e latina
collana Punti
formato Libro
pagine 108
pubblicazione 2017
ISBN 9788834333457
media voto
5/5 su 1 recensione
 
€ 10,00
Spedito in 3 giorni

Ha ancora senso studiare il latino e il greco oggi? La formazione scolastica conserva ancora un canone di riferimento? Silicon Valley sta prendendo il posto di Atene, Gerusalemme e Roma? E se sì, è un bene o un male? I saggi qui raccolti, scritti da autorevoli voci della cultura italiana, si misurano con queste domande, rese particolarmente pressanti dalla transizione accelerata della società occidentale. Gli studi classici, e in primis il liceo classico, istituito nel nostro Paese oltre un secolo fa, sono oggi presi di mira per la loro inattualità, per la ristretta specializzazione, per l’evidente sconfitta a opera del sapere scientifico nella guerra tra le ‘due culture’. Certamente, il rischio di trasformare il latino e il greco in discipline esoteriche coltivate da un manipolo di ‘iniziati’ esiste, e viene denunciato non da ora; ma, dopo le chiusure degli ultimi anni del Novecento, si fa adesso strada con insistenza anche la consapevolezza, e addirittura la rivendicazione, dell’impossibilità di sbarazzarsi di un patrimonio che, quand’anche venisse estromesso dai programmi scolastici, resterebbe parte ineludibile di un’identità culturale, non solo italiana.  
E non deve stupire che questa fondamentale «utilità dell’inutile» sia sostenuta anche da importanti scienziati, che ritengono la cultura umanistica un imprescindibile strumento perché l’uomo possa ‘leggere’ le conquiste scientifiche e tecnologiche e, allenato dalla capacità di riflessione e dal pensiero critico, non ne venga solo dominato. Il ‘ritorno ai classici’ non è allora un’operazione nostalgica ma, al contrario, gravida di futuro. Il punto è che quel tesoro di sapienza dell’umano non rimanga precluso, che i valori condivisi vengano riscoperti e mostrati alle nuove generazioni, che l’accesso al sapere sia reso disponibile per tutti, in modi più creativi e attuali.

Testi di: Dario Antiseri, Cinzia Bearzot, Carlo Carena, Valerio Magrelli, Paola Mastrocola, Alberto Oliverio, Antonietta Porro, Gianfranco Ravasi, Claudio Scarpati, Guido Tonelli

ha scritto:
Voto:
inserito: 05.06.2018 10:10
Dieci voci autorevoli in dieci saggi riuniti nel libro “Ritorno ai classici” si interrogano sul senso dello studio dei classici nella nostra società dove scienza, tecnologie e internet stanno assumendo un ruolo primario. Animano queste riflessioni anche interrogativi quali l’utilità dello studio del latino e del greco e dell’esercizio di traduzione e ancora la possibilità di rendere opzionali tali studi.

Anche se ogni scrittore propone il proprio e personale punto di vista, tutte le analisi che sono dettagliate e molto convincenti convergono in un’unica idea, quella dell’utilità dell’inutile. Gli studi classici infatti, come sostenuto dal cardinale Ravasi, hanno costituito fin dal passato gli strumenti per la formazione e l’educazione del giovane cristiano e lo stesso cristianesimo, sulla cui base ha origine la cultura del mondo occidentale, affonda le sue radici nel mondo latino e greco. Inoltre, aldilà del cristianesimo, la definizione della nostra civiltà occidentale, costituita dagli ideali di libertà, democrazia e tolleranza e dalla ricerca del vero e del bello, dipende proprio dal mondo antico. Questa è la tesi della professoressa Cinzia Bearzot la quale inoltre afferma la necessità della conoscenza dei meccanismi linguistici del latino e del greco per avviare un “confronto interculturale”. Un “confronto interculturale” che può essere intrapreso unicamente tramite l’acquisizione della capacità di riflessione e di pensiero critico e dell’abilità di comprendere gli altri, strumenti che sono forniti dalla lettura dei classici.

Assolutamente inusuale è invece la difesa del mondo classico sostenuta da Guido Tonelli secondo cui i classici servono ancora di più oggi in quanto permettono all’uomo di trovare un senso nella società esasperata dal progresso tecnologico e di gestire le grandi sfide dello sviluppo scientifico.

Dunque il saggio si propone come un invito a riscoprire il mondo classico in quanto modello per poter vivere nel presente e per costruire le basi per il futuro. Condivido le tesi sostenute dai dieci scrittori: lo sguardo che il mondo classico fornisce tramite lo studio delle lingue e letterature antiche infatti permette una visione del reale più profonda e attenta ai meccanismi di pensiero e riflessione dell’uomo.
Articoli che parlano di Ritorno ai classici:
In difesa del greco e del latino   (Eventi)
In occasione di Bookcity, il 16 novembre si terrà la presentazione di «Ritorno ai classici» con Philippe Daverio, Aldo Grasso, Antonietta Porro e Roberto Righetto.
La mente non è un vaso da riempire: libro-quiz!   (Novità)
In occasione della pubblicazione del libro "Ritorno ai classici", vi proponiamo un piccolo libro-quiz per mettere alla prova le vostre conoscenze.

News

19.10.2018
Il compito economico più urgente dell'avvenire
Proseguono le celebrazioni per il centenario del Beato Giuseppe Toniolo: appuntamento il 24 ottobre per una tavola rotonda in Università Cattolica.
18.10.2018
La Grande Guerra a Montecitorio
Presentazione del libro "La Grande Guerra" il 25 ottobre alla Camera dei Deputati con Preziosi, Lupo, Petrini, Rusconi, Forti e Provera.
17.09.2018
Dialoghi sul lettore alla Fondazione Corriere
Alla Fondazione Corriere della Sera quattro dialoghi per indagare la portata politica, sociale, antropologica della lettura digitale.
18.09.2018
Sapienza dell'umano: incontri nelle basiliche milanesi
Nella cornice delle quattro basiliche più antiche di Milano quattro incontri per apprendere di nuovo il lessico e la grammatica dell'umano.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane