Il tuo browser non supporta JavaScript!

I mille volti di Shakespeare nella cultura di massa

I mille volti di Shakespeare nella cultura di massa
titolo I mille volti di Shakespeare nella cultura di massa
autore
argomenti Lingue e letterature > Linguistica e letterature straniere
collana Strumenti. Scienze linguistiche e letterature straniere
formato Libro
pagine 352
pubblicazione 2016
ISBN 9788834332573
Copertina HD Copertina HD
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 25,00
Spedito in 3 giorni

Il testo esamina la presenza di Shakespeare in diversi ambiti della cultura di massa, da quelli più vicini al mondo giovanile, quali il web e i social, a quelli per appassionati di fumetto e di cinema, così come di musica pop e di fiction televisiva. Hamlet e Romeo and Juliet sono sicuramente i testi che più di altri si sono rivelati una fonte inesauribile di spunti per citazioni e trasposizioni a vari livelli. I mille volti di Shakespeare nella cultura di massa vuole dimostrare come Shakespeare sia davvero un ponte di collegamento tra le cosiddette high culture, quella del sapere accademico, e low culture, quella dell’uomo comune, che conosce Shakespeare attraverso le note di una canzone rock, piuttosto che le scene di un musical o di una serie TV.

Dall'introduzione dell'autrice: 
«Ecco che cosa ci insegna Shakespeare: la vita. Quella che, in fondo, è fatta dall’alternarsi di risate e lacrime, di felicità e mestizia, di gioia e dolore. La sorte ha voluto che fosse lui, il terzogenito di un guantaio di provincia, a rivelare ai posteri la natura umana e a renderla immortale. Lo dice anche Jorge Luis Bòrges: "Il caso o il destino dettero a Shakespeare le cose banali e terribili che ogni uomo conosce; lui seppe trasformarle in favole, in personaggi molto più vivi dell’uomo grigio che li aveva sognati, in versi che le generazioni non lasceranno cadere nell’oblio, in musica verbale"».

Indice testuale

Introduzione
I. Shakespeare e il fumetto
1.1. Il Giornalino
1.2. Il fumetto Disney
1.3. Il fumetto Manga
II. Shakespeare e il pop
2.1. La musica italiana
III. Al cinema con il Bardo
3.1. Teen film
3.2. Il cinema per i bambini
3.3. Il musical
3.4. A luci rosse e nel Far West
IV. In TV e alla radio
4.1. Entertaining Shakespeare
4.2. Comic Shakespeare
4.3. Documentari
4.4. Alla radio
V. Bardolatria e Web
5.1. Il Web
5.2. Volumi, quotidiani e periodici
5.3. Pubblicità e dintorni
Bibliografia, Sitografia, Filmografia

Biografia dell'autore

Cristina Vallaro è ricercatrice di Letteratura inglese presso il Dipartimento di Scienze linguistiche e letterature straniere dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. I suoi ambiti di ricerca riguardano la letteratura dell’Età Elisabettiana, Shakespeare e la didattica della letteratura. Tra le sue pubblicazioni: Queen Elizabeth I on Progress. The Kenilworth and Elvetham Pageants as Reported in John Nichols' Work (Vita e Pensiero, 2011), Elisabetta I poetessa e regina (Roma 2014) e alcuni saggi, tra i quali L’epica nel Rinascimento Inglese (Roma 2011) e I drammi shakespeariani e i periodici italiani di inizio Novecento per il volume Chi stramalediva gli Inglesi. La diffusione della letteratura inglese e americana tra le due guerre, curato da A. Cattaneo (Vita e Pensiero, 2011).  


News

25.07.2017
«Senza chiudere gli occhi»: l'anima del giornalismo
È ancora possibile fare del buon giornalismo? Risponde Domenico Quirico, che nel libro "Il tuffo nel pozzo" racconta il valore della sua professione.
26.05.2017
Luci sul noir: come nasce la paura sugli schermi
Intervista a Massimo Locatelli sul nuovo libro "Psicologia di un'emozione. Thriller e noir nell'età dell'ansia", un viaggio tra serie tv, film e app, alla scoperta dei meccanismi della paura.
11.01.2017
Il welfare in azienda: oltre Olivetti
Dall'utopia dell'imprenditore illuminato, come Olivetti, alla fase odierna del valore condiviso: il nuovo libro di Luca Pesenti, "Il welfare in azienda".
13.12.2016
I Templari: dentro la storia, fuori dal mito
«I Templari furono uomini del Medioevo, non furono eretici né tanto meno adoratori del diavolo»: l'origine e la fine della "Militia Christi" descritti dalle voci di studiosi che hanno lavorato su documenti e fonti inedite. Ci racconta la storia Giancarlo Andenna

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest