Il tuo browser non supporta JavaScript!

L'Unione Europea e la promozione della democrazia

L'Unione Europea e la promozione della democrazia
titolo L'Unione Europea e la promozione della democrazia
autore
argomenti Politica
collana Relazioni internazionali e scienza politica. ASERI, 57
formato Libro
pagine 272
pubblicazione 2017
ISBN 9788834333396
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 25,00
Spedito in 3 giorni

È possibile promuovere la democrazia al di fuori dell’Occidente? La questione è stata tra i temi più dibattuti della politica internazionale. Oggi, di fronte all’ascesa di attori illiberali quali Cina e Russia, e in virtù degli effetti che l’azione di Donald Trump sta producendo su alcuni elementi cardine dell’ordine internazionale liberale, il tema appare ancora più controverso e attuale.
Tra gli attori protagonisti in questo campo figura l’Unione Europea, che considera la promozione di riforme democratiche in Paesi terzi uno degli obiettivi fondamentali della politica estera e un fattore chiave della propria strategia di sicurezza. Tale strategia si è espletata soprattutto sul piano regionale, dapprima verso i Paesi candidati e poi verso quelli inclusi nella Politica europea di vicinato. Esaurita la fase dell’allargamento, tuttavia, l’impatto di queste politiche risulta limitato. Proprio dallo spazio geopolitico del Vicinato, infatti, sembrano giungere oggi le maggiori sfide per l’Unione: dalle conseguenze delle transizioni interrotte delle Primavere arabe, alle crisi migratorie, alla recrudescenza del Jihadismo, alle tensioni con la Russia, ai conflitti ‘congelati’ del Caucaso Meridionale. Alla luce di tali sfide, questo volume indaga le politiche di promozione della democrazia sviluppate dall’Unione Europea, dalle loro origini nei primi anni Novanta sino ad oggi, concentrandosi in particolare nell’area del Vicinato. Muovendo da un’analisi dei dibattiti teorici sui temi della democrazia, della democratizzazione, del rapporto tra democrazia e sistema internazionale, e delle peculiarità dell’Unione Europea, il saggio offre un contributo alla riflessione sul ruolo degli attori esterni nel quadro della dimensione internazionale dei processi di democratizzazione.

Biografia dell'autore

Enrico Fassi è assegnista di ricerca presso la facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nel medesimo Ateneo, tra il 2008 e il 2014 è stato docente di Relazioni Internazionali presso la facoltà di Scienze linguistiche, sede di Brescia. Collabora inoltre con l’ISPI, dove coordina il corso «La politica estera, di sicurezza e difesa dell’Unione Europea», e con il progetto Globus (Horizon 2020). Tra i suoi interessi di ricerca vi sono la politica estera dell’UE, i processi di democratizzazione, la NATO, i mutamenti demografici. 


News

16.05.2019
Funzionare o esistere? Oltre la mitologia dell'individuo
Doppio appuntamento a Milano con il filosofo argentino Miguel Benasayag il 7 giugno ai Frigoriferi Milanesi e l'8 giugno alla Casa dei Saperi.
16.05.2019
Europa alla prova dei populismi e giovani al voto
Aspettando le elezioni europee il 23 maggio in Libreria Vita e Pensiero dibattito sul populismo con Boitani, Hamaui e Rosina.
16.05.2019
Lavoro, cittadinanza, innovazione sociale
Il lavoro che vogliamo è davvero impossibile? In Università Cattolica il 20 maggio un seminario su lavoro e cittadinanza con Lodigiani e Zanfrini.
04.03.2019
Diritto penale a processo: il bene non è impaziente
La giustizia fai da te, l'inasprimento delle punizioni, il dito social che giudica le sentenze: intervista a Gabrio Forti sullo stato di salute del diritto penale.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane