Il tuo browser non supporta JavaScript!

Da un corpo all'altro

Da un corpo all'altro
titolo Da un corpo all'altro
sottotitolo Storia dei trapianti da vivente
autore
argomenti Bioetica, medicina, salute
collana Transizioni, 41
formato Libro
pagine 488
pubblicazione 2012
ISBN 9788834322567
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 25,00
Spedito in 3 giorni
 
Disponibile in altri formati:
Da un corpo all'altro. Storia dei trapianti da vivente Epub
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2012
Anno: 2012
Negli ultimi sessant’anni i trapianti di rene, midollo osseo, fegato, pancreas da donatore vivente sono diventati una consolidata realtà medica, sociale e giuridica, che però continua a sollevare più di una questione; ad esempio la problematica relazione tra cedente e ricevente, la scelta su chi ha o non ha diritto di ricevere (si pensi ai disabili, agli alcolisti, ai sieropositivi), come affrontare il gender gap (statisticamente nel mondo chi cede è una donna e chi riceve è un uomo). O, ancora, la donazione di un organo si può imporre? È una scelta revocabile? Attraverso numerosi casi pratici italiani e stranieri l’autrice, storica contemporaneista, ricostruisce ciò che la trapiantologia da vivente è riuscita a fare mostrandone luci e ombre, compreso il fenomeno della vendita di organi umani, opzione legale in pochissimi Paesi ma diffusa sul mercato nero e da molti socialmente accettata.
€ 16,99
Da un corpo all'altro. Storia dei trapianti da vivente Pdf
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2012
Anno: 2012
Negli ultimi sessant’anni i trapianti di rene, midollo osseo, fegato, pancreas da donatore vivente sono diventati una consolidata realtà medica, sociale e giuridica, che però continua a sollevare più di una questione; ad esempio la problematica relazione tra cedente e ricevente, la scelta su chi ha o non ha diritto di ricevere (si pensi ai disabili, agli alcolisti, ai sieropositivi), come affrontare il gender gap (statisticamente nel mondo chi cede è una donna e chi riceve è un uomo). O, ancora, la donazione di un organo si può imporre? È una scelta revocabile? Attraverso numerosi casi pratici italiani e stranieri l’autrice, storica contemporaneista, ricostruisce ciò che la trapiantologia da vivente è riuscita a fare mostrandone luci e ombre, compreso il fenomeno della vendita di organi umani, opzione legale in pochissimi Paesi ma diffusa sul mercato nero e da molti socialmente accettata.
€ 16,99
Negli ultimi sessant’anni i trapianti di rene, midollo osseo, fegato, polmone, pancreas e intestino da donatore vivente sono diventati una consolidata realtà medica, sociale e giuridica, offrendo opportunità prima inimmaginabili in termini di vite salvate e salute ritrovata. La trapiantologia da vivente, però, continua a sollevare più di una questione. Ad esempio la relazione tra cedente e ricevente a trapianto effettuato, la discussione sugli aventi o non aventi diritto di ricevere (si pensi ai disabili, agli alcolisti, ai sieropositivi), i modi di affrontare il gender gap (secondo le statistiche, infatti, i cedenti sono in maggior numero donne e i riceventi uomini). E se sulla carta il legislatore richiede che a donare sia solo la persona capace d’intendere e di volere, nel concreto ci si deve confrontare con casi problematici: basti pensare al donatore minorenne, disabile mentale o concepito allo scopo. E ancora, la donazione di un organo si può imporre? È una scelta revocabile? Per non parlare, poi, della vendita degli organi umani, opzione legale in pochissimi Paesi, tuttavia ampiamente diffusa sul mercato nero e accettata socialmente da molti. Il volume di Giulia Galeotti ricostruisce, attraverso l’analisi di numerosi casi italiani e stranieri, tutto ciò che la trapiantologia da vivente è riuscita a fare, mettendone in evidenza con grande efficacia ombre e luci, nella certezza che si tratti di un tema destinato ad acquistare sempre più importanza nel quotidiano.

Biografia dell'autore

Giulia Galeotti, storica contemporaneista, collabora con il Dipartimento di Studi storici dell’Università di Roma La Sapienza. Tra le sue pubblicazioni, Storia dell’aborto (2003; tradotto in spagnolo e portoghese); Storia del voto alle donne in Italia (2006; Premio Capalbio e Premio Amelia Rosselli); In cerca del padre (2009; Premio Minturae). Collabora con «L’Osservatore Romano».

News

18.04.2018
Premio Res Magnae 2018: vince Malavasi
Pierluigi Malavasi vince il prestigioso premio Res Magnae con il saggio "Scuole, lavoro!". Sabato a Roma la premiazione ufficiale.
13.04.2018
Contro la cultura... la letteratura: libro-quiz!
Amate la letteratura? Mettetevi alla prova con il libro-quiz ispirato al libro di Silvano Petrosino, "Contro la cultura. La letteratura, per fortuna".
11.04.2018
Saperi in dialogo. Quale ruolo per la teologia?
Lunedì 23 aprile Massimo Cacciari e Angelo Scola ospiti d'onore in Università per la presentazione del volume "Ordo Sapientiae".
22.03.2018
La grande guerra cent'anni dopo
Il 13 aprile a Pistoia presentazione del saggio "La Grande Guerra. Storie e parole di giustizia" curato da Alessandro Provera e Gabrio Forti.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane
Pinterest