Il tuo browser non supporta JavaScript!

China blues

China blues
titolo China blues
sottotitolo Viaggio nel paese dell'armonia precaria
autori ,
argomenti Politica
Società, media, famiglia, lavoro Sociologia
collana Transizioni, 29
formato Libro
pagine 240
pubblicazione 2010
ISBN 9788834317525
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 18,00
Spedito in 3 giorni
«Si lavora troppo e si guadagna sempre meno… Dopo le riforme, l’assistenza sociale e i premi sono spariti, le ore di straordinario non vengono più pagate, la corruzione è aumentata. Qualche mese fa abbiamo scioperato. I media non ne hanno fatto cenno. Non abbiamo ottenuto niente… È chiaro che le riforme non procedono nella giusta direzione: in alto hanno favorito la corruzione dei funzionari del Partito, mentre in basso hanno approfondito le disuguaglianze e aumentato le difficoltà della vita». Chi parla è un’operaia di Shanghai, che riassume in pochi, efficaci tratti la situazione attuale del ‘laboratorio del mondo’, quella Cina che aspirava a essere un modello di riferimento per il ‘socialismo di mercato’ e che invece rivela tutta la fragilità di un’esperienza di capitalismo spinto senza i contrappesi delle democrazie liberali. È questa una delle voci raccolte dai due autori di China blues, tornati in Cina dieci anni dopo il loro primo viaggio per capire ‘in diretta’ cosa è cambiato con la ‘politica di apertura’, le riforme, la ‘crescita a due cifre’, il restyling olimpico. E hanno messo insieme una trentina tra interviste, documenti ed esperienze, frutto dell’incontro con personaggi disparati, alcuni rimasti in Cina, altri emigrati a Parigi, altri ancora immaginari, espressione esemplare di situazioni corali. Sfrattati, registi, ex detenuti, filosofi, tassisti, operai, ambientalisti, membri di organizzazioni non governative: sono loro i volti di questa nuova realtà cinese che racconta di un’intera generazione sacrificata, dell’estrema precarietà di un modello sociale che deve fare i conti con la repressione concentrazionaria, i lavoratori senza diritti delle zone franche, lo sfruttamento senza freni delle risorse naturali che minaccia milioni di contadini e provoca un incontenibile inquinamento. Trenta istantanee dal vivo che descrivono l’altra faccia della ‘società armoniosa’. Un reportage di denuncia, ma anche un monito per le società occidentali. Nel mondo del mercatoglobale, la Cina non è un caso a parte, ma condiziona inevitabilmente la situazione generale del pianeta. Concludono infatti gli autori di questo blues corale, di volta in volta acuto, sfiduciato, divertente, disperato: «Più conosciamo la Cina, meglio comprendiamo l’Occidente».

Biografia degli autori

Hsi Hsuan-wou (1951), interprete, traduttore, insegnante, ha partecipato alla redazione della celebre antologia Révo.cul. dans la Chine pop. Anthologie de la presse des Gardes rouges, mai 1966 - janvier 1968. La sua collaborazione con Charles Reeve è iniziata nel 1997 con il reportage critico di un viaggio in Cina Bureaucratie, bagnes et business, tradotto in italiano nel 2000 con il titolo: Tianxia Diyu: l’inferno sulla terra. Burocrazia (celeste), lavoro forzato e business in Cina. Charles Reeve, nato a Lisbona nel 1945, dal 1967 vive a Parigi, dove si era rifugiato dopo aver disertato dall’esercito coloniale portoghese. Saggista politico e storico, ha dedicato al suo paese d’origine L’esperienza portoghese. La concezione golpista della rivoluzione sociale (tradotto in italiano nel 1976), per poi orientarsi sulla situazione cinese con diversi volumi tra i quali, tradotti in italiano: La tigre di carta. Saggio sullo sviluppo del capitalismo in Cina dal 1949 al 1972 (1974) e il reportage Tianxia Diyu: l’inferno sulla terra. Burocrazia (celeste), lavoro forzato e business in Cina (2000, con Hsi Hsuan-wou).

News

15.01.2019
La legge di Forti che educa e cura
Solo partendo dalla capacità di ascolto, scrive Forti nel suo ultimo libro, possiamo curare le gravi malattie cui sono affette oggi le norme giuridiche.
14.02.2019
Volontà, cura, ricerca: l'amore da sfogliare
L'amore per Dio e gli uomini di Tomáš Halik, quello filiale di Eva Feder Kittay, quello di coppia di Nicole e Philippe Jeammet: tre saggi che custodiscono preziose storie da leggere.
04.02.2019
Caravaggio e Rembrandt: un dialogo da osservare
Venerdì 15 febbraio alla Pinacoteca di Brera un dialogo sui capolavori di Caravaggio e Rembrandt sulla cena di Emmaus, con a seguire la visita guidata alle opere.
04.02.2019
Rembrandt e le sue ombre
L'incipit del libro "Rembrandt a Emmaus", opera di Max Milner dedicata alla sfida dei pittori, su tutti Rembrandt, di rappresentare il brano di Luca sull'incontro con Gesù.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane