Il tuo browser non supporta JavaScript!

L'uomo semplificato

L'uomo semplificato
titolo L'uomo semplificato
autore
argomenti Filosofia Filosofia contemporanea, Argomenti generali
collana Transizioni, 45
formato Libro
pagine 136
pubblicazione 2013
ISBN 9788834323779
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 14,00
Spedito in 3 giorni

Premio Saggistica 2014

Premio saggistica "Città delle Rose" - Migliore opera straniera 2014
L’uomo semplificato è l’ultima frontiera della concezione tecnico-scientifica del mondo. Oggi l’ideale di una vita senza complicazioni viene posto nella linearità dei processi e nell’economia delle operazioni tipiche della macchina. L’efficienza è la porta della felicità.
Questo non è lo scenario di una fantasia letteraria o la profezia apocalittica di qualche visionario nemico del progresso. È il contesto della nostra vita, la banalità del nostro quotidiano. Pensiamo infatti a come la televisione, il computer, i tablet e gli smartphone costituiscano il paesaggio d’oggi, regolando le relazioni con gli altri e il rapporto con il mondo. Ma pensiamo anche alle procedure standardizzate e automatizzate in cui ci imbattiamo ogni volta che cerchiamo di interpellare un gestore telefonico, un ufficio amministrativo, o anche solo un bancomat o il self-service di un distributore di benzina.
Il libro del filosofo francese Jean-Michel Besnier nasce proprio dall’intento di aprirci gli occhi per vedere con chiarezza a cosa rinunciamo quando accettiamo che uno standard tecnologico diventi ciò che ci caratterizza come umani. Le macchine, egli dice, rendono sì semplice la vita (e a volte la salvano, questo non va dimenticato), ma al prezzo di livellarla a colpi di algoritmi e calcoli matematici. E non si tratta di un discorso nostalgico o conservatore. L’allarme di Besnier racconta piuttosto qualcosa che la velocità della tecnologizzazione delle società contemporanee ha solo reso più evidente e drammatico, ma che minaccia l’Occidente da molto tempo, almeno dall’inizio dell’età moderna: la resa a esigenze, spesso economiche o politiche, che riducono l’uomo a un’utile elementarità e che, così facendo, finiscono per renderlo omologato, sostituibile, superfluo. È in questo senso che Besnier può mettere accanto, l’uno all’altro, l’uomo ‘moderno’ di Pascal che nel divertimento, nel rumore e nell’agitazione cerca di eliminare il dolore dell’interiorità, l’uomo ‘carne da cannone’ sacrificabile della Grande Guerra e l’uomo scannerizzato dal neuromarketing che usa la sofisticazione della tecnologia diagnostica per carpire preferenze di gusto e indirizzare i consumi.
Si capisce come la posta in gioco sia l’essenza stessa dell’umano, che è varietà, immaginazione, complessità, interiorità, ironia, simboli ed emozioni. Tutte caratteristiche che non possono essere contenute nell’uniformità semplificata delle macchine. Nella liquida pervasività di oggi, occorre lo sforzo di una presa di coscienza che, anche attraverso il recupero dello spazio perduto della cultura umanistica, porti a quella che Besnier chiama una «rivoluzione»: la rivoluzione della nostalgia di una profondità, di una irriducibilità alla semplificazione, di un ritorno a una «incontrollabile gioia di vivere».

Biografia dell'autore

Jean-Michel Besnier (1950) insegna alla Sorbona e a Sciences Po a Parigi. Esperto di nuove tecnologie, di cui studia in particolar modo l’impatto sulla società contemporanea, è autore di numerosi saggi, tra cui Histoire de la philosophie moderne et contemporaine (1993), Réflexions sur la sagesse (1999), Les théories de la connaissance (2005), La croisée des sciences. Questions d’un philosophe (2006), Demain, les posthumains. Le futur a-t-il encore besoin de nous? (2009).
Corriere della Sera: Postumani contro umani (intervista a Besnier)
pubblicato il: 07-12-2014
Articoli che parlano di L'uomo semplificato:
A Besnier il Premio Saggistica Città delle Rose   (Eventi)
Jean-Michel Besnier vince il Premio Saggistica Città delle Rose come miglior autor straniero con il libro "L'uomo semplificato".

News

24.06.2019
Controcorrente: libri per lettori profondi
La promo dedicata a chi non manda in vacanza il pensiero: dal 1° al 31 luglio sul sito sconto del 15% sulla collana "Grani di Senape". Buona estate!
30.05.2019
Il periglioso viaggio di Hayez da Brescia a Parigi
Su "Arte Lombarda" il viaggio della Pala del Martirio di san Bartolomeo verso l'Esposizione Universale di Parigi del 1867 ricostruito da carte inedite.
05.07.2019
«Sogno scuole di lettura, prima che di scrittura»
Il commento di Alessandro D'Avenia al libro "Lettore, vieni a casa" in attesa dell'incontro con l'autrice Maryanne Wolf al Festivaletteratura di Mantova.
13.06.2019
Siamo tutti Alan Kurdi
Alessandro, in editrice per l'alternanza scuola-lavoro, ha letto il libro di Fausto Colombo "Imago pietatis": ecco la sua recensione.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane