Il tuo browser non supporta JavaScript!

Lettore, vieni a casa

Lettore, vieni a casa
titolo Lettore, vieni a casa
sottotitolo Il cervello che legge in un mondo digitale
autore
argomenti Società, media, famiglia, lavoro Società
Lingue e letterature
collana Varia. Saggistica
formato Libro
pagine 224
pubblicazione 2018
ISBN 9788834330647
Copertina HD Copertina HD
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 20,00
Spedito in 3 giorni

Siamo sulla soglia di una transizione senza precedenti, che riguarda quell’incredibile conquista umana che è il cervello che legge. La riflessione sui cambiamenti indotti nella lettura dall’immersione nel mondo digitale già da qualche tempo sta impegnando gli studiosi più attenti. Ma il tassello che qui aggiunge Maryanne Wolf, che dell’analisi dei meccanismi della lettura ha fatto l’oggetto della sua attività di neuroscienziata e la passione della sua vita, è davvero originale. Anzitutto per il modo in cui ha scelto di parlarcene: sotto forma di lettere in cui si rivolge al ‘Lettore’ come a un amico, cercando la semplicità nelle spiegazioni scientifiche, la vicinanza del racconto personale, il calore dell’invito a riprendere il proprio posto nella casa confortevole e insieme avventurosa della lettura, dove ritrovare se stessi e gli altri. E poi per lo sguardo particolare della sua analisi, che ci mostra, grazie ai progressi delle neuroscienze, il modo in cui quel capolavoro di adattabilità che è il cervello risponde agli stimoli del mondo digitale: alterando le connessioni neuronali che aveva magistralmente costruito per la lettura su carta, profonda e intensa, e sviluppandone altre più adatte a fronteggiare la continua ed esuberante offerta di contenuti da parte degli strumenti digitali. Qual è la posta in gioco di questo cambiamento? Si guadagna di certo quanto ad aumento dell’informazione, accesso universale al sapere, sviluppo delle relazioni sociali, ma si possono irrimediabilmente perdere qualità umane fondamentali come il pensiero critico, l’immaginazione creativa, l’introspezione, l’empatia, cioè la capacità di assumere la prospettiva e le emozioni degli altri. Tutte qualità stimolate proprio dall’apprendimento della lettura profonda e che, se ci pensiamo, hanno un impatto civile e politico fortissimo: un atto ‘privato’ e ‘solitario’ come la lettura, ci sorprende Maryanne Wolf, ha implicazioni sulla vita democratica condivisa.  
Si tratta allora non di guardare con nostalgia al passato, ma di creare le condizioni per una nuova mente – quella dei nostri figli e dei figli dei nostri figli, il cui cervello impara a leggere proprio in quest’ambiente profondamente mutato – capace di integrare la preziosa eredità della cultura analogica con l’innovazione digitale. È tutta aperta la sfida del cambiamento. A noi il compito di orientarla, consapevoli che ne va non solo dell’intero edificio della cultura come l’abbiamo conosciuto finora, della scuola e dell’educazione, ma anche degli aspetti più profondi della stessa esperienza umana.

Biografia dell'autore

Maryanne Wolf è una delle più note neuroscienziate cognitiviste. Studiosa della lettura, e in particolare della dislessia, insegna alla University of California di Los Angeles (UCLA). Vita e Pensiero ha già pubblicato nel 2009 il suo Proust e il calamaro. Storia e scienza del cervello che legge, ormai un classico internazionale.

Io Donna: Sorpresa: il digitale salverà i libri (B. Verrini)
pubblicato il: 23-03-2019
Il Bo: Il «cervello che legge» al tempo del digitale (B. Arpaia)
pubblicato il: 22-03-2019
La Provincia: «Educare i figli al tempo del web? Primo: conoscere» (C. Dot)
pubblicato il: 05-03-2019
Biblioteche Oggi: Maryanne Wolf Lettore, vieni a casa: il cervello che legge in un mondo digitale (M. Vivarelli)
pubblicato il: 01-03-2019
Solo Tablet: La fatica della lettura e il piacere di leggere
pubblicato il: 21-01-2019
DoppioZero: Leggere e scrivere (M. Belpoliti)
pubblicato il: 20-01-2019
La Repubblica: Che piacere leggere con le mani (M. Belpoliti)
pubblicato il: 19-01-2019
Liberti tutti: Carta o digitale? La terza lettura (L. Pronzato)
pubblicato il: 18-01-2019
Andersen: Siamo ancora capaci di leggere? (G. Paraboschi)
pubblicato il: 18-01-2019
Open: Distratti e informati: i pro e i contro della lettura sugli smartphone (G. Ferraglioni)
pubblicato il: 18-01-2019
Nicola Zamperini blog: Perché bisogna leggere i libri di Maryanne Wolf
pubblicato il: 16-01-2019
Tiscali News: Pediatria: gioco non solo svago, fatto bene aiuta a far crescere cervello (Adnkronos)
pubblicato il: 15-01-2019
MeteoWeb: I bambini e il gioco: le regole per crescere divertendosi (F. Fotia)
pubblicato il: 15-01-2019
A Scuola di salute: Perché leggere ci cambia la vita
pubblicato il: 07-01-2019
Dove: Riflettere sul presente, l'urgenza di leggere
pubblicato il: 02-01-2019
IL-Sole24Ore: Le parole fanno girare la testa (di C. Palmerini)
pubblicato il: 08-12-2018
Il Sole 24 Ore: Smartphone, che cosa produce nel nostro cervello la lettura digitale (C. Palmerini)
pubblicato il: 02-12-2018
Il Cittadino - Lodi: Un'informazione ricca ma superficiale: Wolf e il lettore nel mondo digitale (M. L. Gelmini)
pubblicato il: 20-11-2018
Bresciaoggi: Siamo digitali e superficiali (A. Lugoboni)
pubblicato il: 07-11-2018
Insieme: Qui ci vuole un libro (O. Picceni)
pubblicato il: 01-11-2018
Avvenire: La lettura nel mondo digitale, l'invito della Wolf a tornare a "casa" (G. Vigini)
pubblicato il: 30-10-2018
Corriere della Sera: La noia delle cavallette (A. D'Avenia)
pubblicato il: 29-10-2018
Vita: Lettore, torna a casa: che cosa succede al cervello che legge? (di F. Paolella)
pubblicato il: 24-10-2018
Internazionale: Doppia lettura (M. Wolf)
pubblicato il: 18-10-2018
Donna Moderna: E se tornassimo alla carta (C. Sarto)
pubblicato il: 17-10-2018
L'eco di Bergamo: Il mondo digitale sta modificando il nostro cervello (C. Dignola)
pubblicato il: 08-10-2018
Il Sole 24 Ore Domenica: Lettori al tempo del digitale (C. Ossola)
pubblicato il: 07-10-2018
Il Giorno Milano: Un secolo di Vita e Pensiero (G. Lissi)
pubblicato il: 06-10-2018
Avvenire: Educazione. Leggere e scrivere in digitale. Cosa cambia per il cervello? (P. C. Rivoltella)
pubblicato il: 05-10-2018
Corriere della Sera: La mente tra le righe (P. Vercesi)
pubblicato il: 03-10-2018
La Lettura: Il titolo che nasconde il contenuto (G. Vigini)
pubblicato il: 02-09-2018
La Repubblica: Solo un libro ci emoziona, senza carta non c'è magia (E. Dusi)
pubblicato il: 23-08-2018
Articoli che parlano di Lettore, vieni a casa:
Lettore, vieni a casa di Maryanne Wolf   (Novità)
Lettere appassionate rivolte all'amico lettore, perché preservi quella prodigiosa conquista del cervello umano che è la lettura profonda.

News

16.04.2019
Sguardi di umanità. Fotografia e compassione
A Bologna il 10 maggio un viaggio tra i meccanismi della comunicazione e il sentire umano con Fausto Colombo, autore di "Imago Pietatis".
15.04.2019
Il pensiero grafico nella cultura medievale
Il 3 maggio a Vercelli presentazione di "Ordinare il mondo" con una lezione di Martina Bagnoli sul pensiero grafico nel Medioevo.
02.04.2019
Per la Quaresima: Petrosino e le tentazioni di Gesù
Un brano del filosofo Petrosino, tratto dal libro "Pane e spirito": come tentare un uomo come Gesù? Satana non ha dubbi, solo con la Parola di Dio.
04.03.2019
Diritto penale a processo: il bene non è impaziente
La giustizia fai da te, l'inasprimento delle punizioni, il dito social che giudica le sentenze: intervista a Gabrio Forti sullo stato di salute del diritto penale.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane