Il tuo browser non supporta JavaScript!

I Tre dialoghi e il racconto dell'Anticristo

I Tre dialoghi e il racconto dell'Anticristo
titolo I Tre dialoghi e il racconto dell'Anticristo
autore
introduzione
traduttore
argomenti Lingue e letterature Linguistica e letterature straniere
collana Antichi e moderni, 4
formato Libro
pagine 272
pubblicazione 1995
ISBN 9788834339220
Scrivi un commento per questo prodotto
 
€ 15,00
Spedito in 3 giorni
I Tre dialoghi e il racconto dell’Anticristo sono l’opera 'ultima' di Solov’ëv, l’apice e forse la ritrattazione di tutta la sua precedente riflessione. In queste pagine, scritte poco prima della morte, la fiducia nella storia viene sostituita da una più drammatica interpretazione del divenire terreno. Se nei Tre dialoghi il bersaglio polemico di Solov’ëv è costituito soprattutto dal cristianesimo mutilo di Tolstoj, il Racconto dell’Anticristo è un testo che continua a inquietare per la chiaroveggenza con cui ci rivela il volto – o, meglio, uno dei volti – dell’Anticristo nell’epoca moderna. Il suo Anticristo irrompe in una storia umana desacralizzata, svuotata di orizzonti trascendenti, agendo nel vuoto, in una frammentazione orizzontale di religioni, culture, popoli, accogliendo ogni aspetto del reale ma spogliandolo al tempo stesso del suo significato essenziale. In questo senso l’Anticristo di Solov’ëv, portatore di un’ideologia conciliatrice, ‘inclusiva’, capace di una quasi infinita capacità di allontanamento dalla Verità, appare particolarmente attuale e minaccioso oggi, nell’odierno deserto del senso e dei valori.

Biografia dell'autore

Vladimir Solov’ëv (1853-1900) è forse l’espressione più universale del pensiero russo moderno. Critico nei confronti del razionalismo occidentale, rimase però sempre estraneo a ogni esclusivismo nazionale. La sua opera deve invece essere considerata un immane tentativo di sintesi, fondata sul concetto di «unitotalità» del reale. Una sintesi religiosa in primo luogo – e Solov’ëv costituisce in effetti una pietra miliare dell’ecumenismo cristiano – ma strettamente collegata a un ideale di concreta trasformazione della realtà terrena. Tra le sue opere si segnalano: La crisi della filosofia occidentale (1874, tr. it. Milano 1986); Sulla divino-umanità (1877-81, tr. it. Milano 1990); La Russia e la Chiesa universale (1888, tr. it. Milano 1983).

Informazioni aggiuntive

Seconda ristampa: marzo 2008
Terza ristampa: maggio 2012
Quarta ristampa: gennaio 2016
Quinta ristampa: novembre 2016
Persona e danno: La recensione M.R. Mottola
pubblicato il: 20-10-2012

News

04.02.2019
Sante, letterate e giudici: profili di donne
Aspettando la festa della donna, che festeggeremo con una promozione speciale dal 4 marzo sul nostro sito, ecco sei profili di donne, tutte diverse, da scoprire e approfondire.
15.01.2019
La legge di Forti che educa e cura
Solo partendo dalla capacità di ascolto, scrive Forti nel suo ultimo libro, possiamo curare le gravi malattie cui sono affette oggi le norme giuridiche.
14.02.2019
Volontà, cura, ricerca: l'amore da sfogliare
L'amore per Dio e gli uomini di Tomáš Halik, quello filiale di Eva Feder Kittay, quello di coppia di Nicole e Philippe Jeammet: tre saggi che custodiscono preziose storie da leggere.
04.02.2019
Rembrandt e le sue ombre
L'incipit del libro "Rembrandt a Emmaus", opera di Max Milner dedicata alla sfida dei pittori, su tutti Rembrandt, di rappresentare il brano di Luca sull'incontro con Gesù.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane