Libri di Giacomo Vagni - libri Vita e Pensiero

Giacomo Vagni

Libri dell'autore

La seconda edizione della Bellezza della volgar poesia e il dibattito sul canone lirico nei primi anni del Settecento digital
formato: Articolo | AEVUM - 2020 - 3. Zibaldoni del Medioevo e dell’Umanesimo tra letteratura e cultura popolare
Anno: 2020
The essay studies the second edition of Giovan Mario Crescimbeni’s La bellezza della volgar poesia (1712), focusing on the new added ninth dialogue, which claimed the thematic variety of Arcadian poetry and scaled down the influence of the sixteenth-century Petrarchism upon it...
€ 6,00
L'"honorata schiera" della duchessa Elisabetta. Ipotesi attributive sul "Tirsi" di Baldassar Castiglione e Cesare Gonzaga digital
formato: Articolo | AEVUM - 2013 - 3
Anno: 2013
In 1508 Baldassar Castiglione and Cesare Gonzaga composed Tirsi, a bucolic poem consisting of 55...
€ 6,00
Su un sonetto di Ercole Strozzi già attribuito a Baldassar Castiglione digital
formato: Articolo | AEVUM - 2011 - 3
Anno: 2011
The sonnet Euro gentil, che gli aurei crespi nodi has been ascribed to Baldassar Castiglione since the edition printed by Gabriel Giolito, Rime disperse, in 1545. Not long after Giovan Battista Giraldi Cinzio, in his Discorso intorno al comporre dei romanzi (1554), suggested Ercole Strozzi (1471-1508) to be the real author of the sonnet. In spite of that, Euro gentil has been included in Castiglione’s vulgata until modern days. The article investigates the tradition of the sonnet, which include six MSS witnesses; five of them attribute it to Strozzi. A new edition of Strozzi’s lyric poems is provided, with new readings from 16th century MSS. Two previously unknown Strozzi’s sonnets are published from MS. Piacenza, Bibl. Passerini- Landi, Pallastrelli 230. The double tradition of Euro gentil is reviewed and the text compared with the rest of Strozzi’s vernacular poetry, showing the most important common features.
€ 6,00
Da Venezia a Urbino. Ideali e valori del giovane Bembo digital
formato: Articolo | AEVUM - 2010 - 3
Anno: 2010
In 1506 Pietro Bembo decided not to follow a political career in the Republic of Venice, and to devote himself to study. He did not succeed to settle in Rome, but, thanks to Elisabetta Gonzaga, he was received by the Duke of Urbino, where he lived until 1512. These years were crucial for the preparation of Prose della volgar lingua and his collection of Rime. The letters he wrote in this period are considered, and throw light upon the working out of his literary ideas, where Petrarch was a dominating model and which eventually brought him to turn away from the courtly life. For this reason later in his life he may have eliminated a good number of letters written in these years. Some dubious datations of his epistolary are discussed.
€ 6,00
 

News

07.09.2020
Melarete: l'etica a scuola
Il progetto di Luigina Mortari di educazione all'etica per la scuola dell'infanzia e la primaria con spunti teorici, suggerimenti pratici e le storie illustrate.
09.09.2020
Vicini alla scuola: i nostri consigli di lettura
Fino al 30 settembre tutti i libri delle collane di pedagogia ed educazione sono disponibili a un prezzo scontato: ecco alcuni consigli di lettura dedicati agli insegnanti.
24.09.2021
Voci dalle periferie per una Milano nuova
Il 27 settembre alla Fondazione Feltrinelli ospite Marisa Musaio per il libro "Ripartire dalla città".
17.09.2021
Giustizia: la stagione delle riforme
Il 1° ottobre a Rimini dibattito sulla giustizia con Canzio, autore di "Giustizia. Per una riforma che guarda all'Europa".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento