Libri di Marisa Verna - libri Vita e Pensiero

Marisa Verna

Marisa Verna
autore
Vita e Pensiero

Marisa Verna è direttore del Dipartimento di Scienze linguistiche e letterature straniere dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove è professore ordinario di Letteratura francese. È membro del Comitato scientifico del Centro di cultura e iniziativa teatrale “Mario Apollonio”.

Condividi:

Titoli dell'autore

Il “cuore moltiplicato” di Baudelaire digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 2021 - 1
Anno: 2021
Al poeta francese si deve la nascita di una nuova estetica, che avrebbe rivoluzionato la poesia francese ed europea. La questione dell’infinito, del male e della sua fede religiosa: si può definire satanico o cristiano? Due parole chiave: incarnazione e carità.
€ 4,00
Sgualdrina, vittima, mezzana: il tabù della sessualità femminile in Dumas fils e Georges Ancey digital
formato: Capitolo
Anno: 2014
Obiettivo di questo saggio è studiare il tema della sessualità femminile come archetipo della drammaturgia realista francese del secondo Ottocento. Ci serviremo a questo scopo della comparazione fra due testi apparentemente distanti fra loro: la Dame aux Camélias di Dumas fils (1852) e La Dupe di Georges Ancey (1891)...
€ 4,00
Un mistico ladro di fuoco. Péladan, Prometeo e la salvezza digital
formato: Articolo | AEVUM ANTIQUUM - 2012 - 2013
Anno: 2012
Péladan’s Prométhéide was written in 1893 and published in 1895. In the Preface of the trilogy Péladan had quoted a letter of Émile Burnouf, a famous French scholar of ancient Greek literature, in which the latter testified that the play was philologically correct. Burnouf proclaimed his certainty that Aeschylus’s work was an esoteric introduction to mysteries, a mystical ritual which main goal was the revelation of religious truth to the public...
€ 6,00
Proust e il caso Dreyfus: ideologia linguistica e teoria dello stile digital
formato: Capitolo
Anno: 2012
In questo studio non intendiamo proporre una storia letteraria del "caso Dreyfus". Ci occuperemo invece della rilevanza del dato stilistico, come essa emerge dall’opera e dalle dichiarazioni teoriche di Marcel Proust e Ferdinand Céline.
€ 4,00
Simbolismo e naturalismo fra lingua e testo
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2010 | pagine: 544
Anno: 2010
L’Istituto di francesistica dell’Università Cattolica si è occupato negli anni passati del Simbolismo dal punto di vista della teoria testuale. Sono stati infatti realizzati due Convegni sulla poetica, le strutture tematiche e i fondamenti storici del Simbolismo (28 febbraio –2 marzo 1992) e sul rapporto del Simbolismo con la scuola coeva del Naturalismo (dall’8 all’11 marzo 2000). Di particolare interesse si è rivelato in entrambi i colloqui il ruolo delle strutture linguistiche e retoriche per la comprensione della scrittura del secondo Ottocento. Se è vero che la competenza linguistica si arresta ai confini dell’enunciato, lo studio e l’indagine sulla macrostruttura del testo nella sua globalità coinvolgono infatti conoscenze che vanno dalla letteratura alla linguistica (pragmatica e semantica in modo particolare) alla retorica e alla stilistica. In questo volume sono presenti studi sul Simbolismo e sul Naturalismo dal punto di vista più propriamente linguistico, retorico, pragmatico e semantico. Sono state infatti indagate le reciproche influenze delle due scuole letterarie al livello profondo della scrittura (uso di stilemi comuni, tendenze nell'uso del lessico e della sintassi) e si è verificato come tali stilemi e caratteri linguistici si siano risolti nella scrittura del primo Novecento, con particolare riferimento alla scrittura di Marcel Proust.
€ 40,00
La sinonimia tra langue e parole nei codici francese e italiano. Atti del Convegno - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano - 24-27 ottobre 2007
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2008 | pagine: 630
Anno: 2008
Sono riunite in questo volume le relazioni pronunciate durante il Convegno Internazionale La sinonimia tra ‘langue’ e ‘parole’ nei codici francese e italiano, tenutosi all’Università Cattolica di Milano dal 24 al 27 ottobre 2007. La vastità e complessità del tema sinonimico è testimoniata dalle sei sezioni che compongono il volume e che riflettono i diversi ambiti ed approcci degli studi qui raccolti: dalla linguistica storica, all’ambito letterario, inteso sia da un punto di vista critico ed estetico che traduttologico, fino alla linguistica sincronica, in cui confluiscono saggi sulle lingue di specialità e sulla francofonia. Il volume si chiude sulla presentazione degli strumenti informatici ormai indispensabili all’analisi dei fenomeni linguistici.
€ 55,00
Simbolismo e naturalismo: un confronto
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2006 | pagine: 608
Anno: 2006
Questo volume si occupa dei due principali movimenti letterari dell'ultimo Ottocento francese: il Simbolismo e il Realismo/Nat
€ 40,00
L' opera teatrale di Joséphin Péladan. Esoterismo e Magia nel Dramma simbolista
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2000 | pagine: 428
Anno: 2000
Nato nel 1858 da un padre cattolico legittimista e appassionato di misteri esoterici e culture orientali, Joseph-Aimé Péladan raccolse l’eredità culturale paterna coniugandola con l’adesione ai principi estetici del Simbolismo e diede vita a una produzione letteraria imponente e assai varia, oltre che a un’intensa attività di divulgazione artistica. Se l’opera narrativa di Péladan è stata recentemente riscoperta dalla critica, il teatro è stato fino a oggi quasi del tutto ignorato. Eppure è nel teatro che Péladan ha mostrato di avere colto al meglio le direttive della rivoluzione culturale simbolista: la drammaturgia simbolista teorizzò infatti l’abbandono dell’imitazione del reale, della mimesi psicologica del personaggio, della coerenza spazio-temporale del dramma, preconizzando quella che sarà la rivoluzione novecentesca del teatro dell’assurdo. Péladan partecipò a pieno titolo con i suoi drammi a quella ‘rivoluzione’ estetica: sette pièces edite, di cui solo tre rappresentate durante la sua vita, costituiscono un capitolo importante della cultura simbolista e mostrano una consapevolezza teorica e un’elaborazione stilistica degne di essere rivalutate. Penetrati dal fascino antico del mito babilonese, dalla nostalgia per le rappresentazioni misteriche di Eleusi, dall’eco del pensiero esoterico, ma soprattutto dall’estetica simbolista, i sette drammi editi di Péladan realizzano infatti un tentativo di quel teatro totale che anche il successo del dramma wagneriano andava allora diffondendo.
€ 30,00
Un esempio di teatro simbolista: la "Sémiramis" di Péladan digital
formato: Articolo | AEVUM - 1991 - 3
Anno: 09/1991
€ 6,00
Recensioni - Articolo 5 digital
formato: Articolo | AEVUM - 1990 - 3
Anno: 09/1990
Scarica
 

News

28.06.2022
Lo straordinario valore dell'ordinaria pubblica amministrazione
Aldo Travi, autore di "Pubblica amministrazione: burocrazia o servizio al cittadino?" racconta la complessità di un servizio necessario, se efficiente.
10.05.2022
Abbiamo perso l'anima?
Anteprima del libro di Catherine Ternynck, "La possibilità dell'anima", una profonda riflessione su una parola che è più di un soffio.
28.04.2022
I libri dedicati ad Armida Barelli
Le iniziative editoriali dedicate alla Sorella Maggiore, per ricostruirne il pensiero e la vita in occasione della beatificazione del 30 aprile.
11.04.2022
L'icona, finestra dell'Oltre
Intervista a Giuliano Zanchi, autore di "Icone dell'esilio. Immagini vive nell'epoca dell'Arte e della Ragione".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane