Il tuo browser non supporta JavaScript!

Nicoletta Pavesi

Nicoletta Pavesi
autore
Vita e Pensiero

Nicoletta Pavesi è ricercatrice di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso la Facoltà di Scienze Politiche e Sociali dell’Università Cat­tolica del Sacro Cuore, dove insegna Sociologia della Famiglia e Sociologia della Devianza. I suoi principali interessi di ricerca sono le politiche e i servizi sociali, l’accoglienza e l’integrazione dei minori stranieri non accompagnati, la disabilità in una prospettiva multiculturale, la progetta­zione e la valutazione partecipate.

Condividi:

Libri dell'autore

Il welfare responsabile alla prova. Una proposta per la società italiana novità
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2019 | pagine: 242
Anno: 2019
Il volume è frutto del percorso di ricerca che ha coinvolto un gruppo di studiosi riuniti in una Rete Interuniversitaria con l’obiettivo di offrire una proposta innovativa del sistema di welfare italiano.
€ 22,00
Le strade del welfare. Sintesi delle principali proposte di riforma digital
formato: Articolo | POLITICHE SOCIALI E SERVIZI - 2015 - 1
Anno: 2015
€ 6,00
Costruire il welfare di domani: buone pratiche di innovazione sociale. Introduzione ad una rassegna di studi di caso digital
formato: Articolo | POLITICHE SOCIALI E SERVIZI - 2014 - 1
Anno: 2014
This paper analyzes the concept of “social innovation” based on a perspective that considers the centrality of relationship among people, organizations, services etc. This concept is used to realize some case studies about three areas of welfare: the community, the municipality and the corporate welfare...
€ 6,00
Nota delle curatrici digital
formato: Articolo | STUDI DI SOCIOLOGIA - 2013 - 3 - 4
Anno: 2013
€ 6,00
Empowerment dei cittadini in sanità: quale ruolo per le ICT? Il caso della Lombardia digital
formato: Articolo | POLITICHE SOCIALI E SERVIZI - 2012 - 1
Anno: 2012
This paper explanes the relationship between using ICT in healthcare and the empowerment of the citizens, with a particular attention to the case of Lombardia, which from a lot of time is increasing the use of ICT in health. This paper considers in particular the Electronic Health Record, very important component of the healthcare system in Lombardia. The use of the EHR is coherent with the perspective of improving the participation of the citizen in caring personal wellbeing, through the increasing of personal empowerment in the professional logic, in the consumer logic and in the community logic. However, there are still some difficulties in the dissemination of the use of ICT in health, particularly difficulties like the technological and cultural digital divide, which are discussed in the paper.
€ 6,00
Progetto Caregiver Liguria: lavorare sulla rete e con la rete digital
formato: Articolo | POLITICHE SOCIALI E SERVIZI - 2011 - 1
Anno: 2011
This paper presents a research about the project Caregiver Liguria realized by the Social District Genova IV for people who have relatives suffering from Alzheimer’s. This project was studied through the perspective of the best practices. The project Caregiver Liguria had two goals: first to train caregivers’ trainers and second to activate a series of initiatives, those are designed to ease the caregiver’s plight of strain and stress. This second goal was achieved through the creation and/or implementation of the network (formal and informal), through the enhancement of the proximity: this is an example of application of the horizontal subsidiarity. Forthermore, this project enhanced the relationships as a methodology of social work, as a goal, as tool. Finally, this project generated in the community a new association (AFMA), that works with social services for planning and managing projects in the community.
€ 6,00
Il genere sul campo: alcune riflessioni metodologiche digital
formato: Articolo | STUDI DI SOCIOLOGIA - 2009 - 2
Anno: 2009
The Phenomenology says that every knowledge is a perspective knowledge, because every knowledge is situated in a time and in a space. The human’s embodiment discloses a perspective overview on the world. The paper claims the aim to analyze how the sexual and gender dimensions, which are incarnated in a determinate body, are present in the qualitative research, specifically into the ethnographic observation. First for all, we hypothesize that the gender is a border for the access into a field and not in other, so to be man or woman is not neutral for the knowledge of a specific social context. Moreover, the performative dimension of the gender, which shows the norms that pre-exist and that conduct the role’s interaction (i.e. the role’s gendered content and the role’s gendered language) is another tie in the participant observation. The awareness that all the knowledge is gendered, requires to the fieldworker to play a double competence (ability). The researcher must use the self reflexivity to point out his gender identity and his background on this theme: he must point out his background frame relatively to the gender, his gender behaviour’s expectations in the interaction, and his correlated opinions. The researcher, moreover, must know that exist a cultural mainstream about the gender, but that the concrete gender playing is based on the interaction in a concrete frame. So, we have a lot of concrete ways in which the gender is embodied. The researcher on the field, so, must enter in a knowledge’s circulation in which must point attention to: the epistemic interdependence, i.e. the knowledge borns in the symbolic interaction between the researcher and the subject; the gendered nature of the communicative interaction between the researcher and the subject; the negotiable nature of the concrete managing of the gendered role in the interaction.
€ 6,00
Empowerment e azione sociale digital
formato: Articolo | POLITICHE SOCIALI E SERVIZI - 2009 - 1
Anno: 2009
€ 6,00
La formazione degli assistenti sociali nel «welfare» che cambia: una ricerca esplorativa digital
formato: Articolo | POLITICHE SOCIALI E SERVIZI - 2008 - 1
Anno: 2008
La messa in atto in Italia di un modello di welfare plurale, che “intende promuovere le autonomie sociali e l’articolazione solidaristica tra le diverse autonomie esistenti” (Ranci, 2004: 52) richiede una rilettura attenta delle figure professionali coinvolte in tale processo. Il contributo intende mettere a fuoco la figura dell’Assistente Sociale, al quale vengono richieste nuove competenze. In un’ottica di welfare mix, infatti, si richiede agli operatori di essere in grado di leggere una realtà assai complessa e in profondo mutamento e insieme di muoversi entro una rete di attori sociali che spesso utilizzano linguaggi, pratiche e logiche d’intervento diverse: la flessibilità è però possibile solo se la formazione ha aiutato a costruire una dimensione di saper essere relazionale capace di cogliere i codici comunicativi propri dei diversi mondi. Nella consapevolezza, dunque, dell’importanza strategica della formazione, il contributo propone gli esiti di una ricerca svolta sull’offerta formativa di base e specialistica negli Atenei italiani sulle classi di Laurea che consentono l’iscrizione agli albi A e B degli Assistenti Sociali.
€ 6,00
La formazione di base degli assistenti sociali in Italia digital
formato: Articolo | POLITICHE SOCIALI E SERVIZI - 2004 - 1
Anno: 2004
€ 6,00
Mezzi di comunicazione di massa e socializzazione: l'approccio della Media Education digital
formato: Articolo | STUDI DI SOCIOLOGIA - 1995 - 3
Anno: 07/1995
€ 6,00
 

News

04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.
02.09.2019
Gauchet, La fine del dominio maschile
Anteprima del nuovo libro di Marcel Gauchet, "La fine del dominio maschile", un passaggio sulla scomparsa della figura del padre nella società e non solo.
31.10.2018
Il grande codice. Bibbia e letteratura
Un'anteprima tratta dal libro "Il grande codice. Bibbia e letteratura" di Northrop Frye, un grande classico del pensiero critico.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane