Il tuo browser non supporta JavaScript!

Sisto Dalla Palma

Libri dell'autore

Il teatro e gli orizzonti del sacro
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2001 | pagine: 192
Anno: 2001
In un momento di crisi del teatro, occorre pensare la scena in un luogo delle origini, a cercarvi un supplemento di senso che non aiuti solo a spiegare la genesi del teatro, ma fornisca indicazioni e modelli per una ripresa di iniziativa che protegga il teatro dalla deriva del senso. Le riflessioni qui raccolte e sviluppate nell’arco di tanti anni, muovono dalle grandi matrici rituali del mondo antico, in cui la scena è il luogo dell’apparizione di Dio e poi della sua illustrazione e commento, del confronto col sacro sino al suo occultamento. Le matrici mitico-rituali costituiscono un sistema complesso, che organizza le relazioni sociali, protegge dal divenire della storia e le conferisce un senso. Le forti intenzionalità collettive presenti nelle strutture di festa, sono declinate nel corso del tempo in orizzonti prima religiosi, poi mondani e laici sino alla cancellazione e dispersione in atto nel nostro tempo. La dimensione della comunità è sempre sullo sfondo di questi ragionamenti, sia che riverberi nella condizione sofferta e affascinante dell’attore che si offre al coro come geroglifico vivente, sia che essa si manifesti come origine e fine di ogni rappresentazione nelle singolari traversate della scrittura operate da Dante, Manzoni, Bernanos: è questo un itinerario teatrale tutto mentale che si situa al vertice di un discorso, la cui polarità avversa è testimoniata da Artaud, che riapre il discorso sull’essenza della rappresentazione. La dialettica tra persona e comunità diventa così l’istanza ineludibile di una drammaturgia che cerchi di riprendere il colloquio col sacro, come nella lotta notturna di Giacobbe con l’angelo.
€ 16,00
La teatralità diffusa digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1998 - 2. I LABORATORI DELLA COMUNICAZIONE
Anno: 1998
€ 6,00
La transizione teatrale digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1988 - 2
Anno: 1988
€ 6,00
Ma la scena è ormai altrove digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1988 - 1
Anno: 1988
€ 4,00
La poetica della persona e le istanze della coralità digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1986 - 3-4. LA PAROLA RESPONSABILE
Anno: 1986
€ 6,00
Teatro di ricerca e strategie educative digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1985 - 2-3. EDUCAZIONE E TEATRO
Anno: 1985
€ 6,00
Gioco e teatro nell'orizzonte simbolico digital
formato: Articolo | COMUNICAZIONI SOCIALI - 1985 - 2-3. EDUCAZIONE E TEATRO
Anno: 1985
€ 6,00
Teatro popolare: diversità dei vicini digital
formato: Articolo | ANNALI SCUOLA SUPERIORE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI - 1977 - 1
Anno: 1977
€ 6,00
Proposta di legge per un nuovo ordinamento del teatro di prosa digital
formato: Articolo | ANNALI SCUOLA SUPERIORE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI - 1975 - 1-2
Anno: 1975
€ 6,00
Gioco e teatro nell'orizzonte simbolico digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1973 - 5
Anno: 1973
€ 4,00
Verso una nuova drammaturgia digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1971 - 1-2
Anno: 1971
€ 4,00
Occasioni di guerra nell'ultimo Montale digital
formato: Articolo | VITA E PENSIERO - 1970 - 6-7
Anno: 1970
€ 4,00
Prologo alla sacra rappresentazione del Magnifico digital
formato: Articolo | AEVUM - 1962 - 5
Anno: 09/1962
€ 6,00
La scena dei mutamenti
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2001 | pagine: 144
Anno: 2001
La società dello spettacolo amplifica gli orizzonti dell’immaginario collettivo e trasforma le relazioni umane entro le grandi reti del consumo culturale di massa, con la seduttività dei suoi feticci e delle sue illusioni. Il destino del teatro non può affermarsi che in una aperta difformità da queste tendenze. Ma, come diceva Jouvet, «un nuovo ordine teatrale è possibile solamente grazie a un lungo disordine». Ciò esige la ripresa di una coscienza utopica, che si confronti con la genesi del gioco, del rito e del teatro, con le ragioni profonde della poesia, riprendendo anche il contatto con i processi collettivi e con l’orizzonte della città in particolare. A una drammaturgia comunitaria sono necessari dei radicamenti stabili in un territorio per ricreare una cultura di gruppo, in grado di costruire nuove relazioni e una ricchezza di scambi simbolici che si sviluppi in un riordinato orizzonte antropologico. Questo comporta un’inversione di tendenze, che smobiliti apparati ed egemonie dello spettacolo, per dare spazio a piccoli gruppi e a una rete istituzionale capace di garantire le forme di una teatralità diffusa. La rifondazione del teatro esige che si torni a pensare la scena come luogo di forti intenzionalità etiche, civili, artistiche, muovendo dalla decostruzione di sistemi storicamente dati, come orditura di forme e di convenzioni chiuse. Occorre perciò mettere in questione lo statuto della rappresentazione ed esplorare nuovi modelli performativi, aperti a trasformazioni reali di poetiche e di linguaggi, a più articolate strategie educative, in un fervido dialogo tra culture artistiche e comunità di appartenenza.
€ 20,00
 

News

15.10.2019
Non siamo figli delle stelle
Il 15 novembre in Università Cattolica per Bookcity Milano un dialogo tra il filosofo Silvano Petrosino e le note al pianoforte dell’artista Bob Messini.
15.10.2019
Scusi prof, cos'è il populismo?
In occasione del festival Conversazioni sul futuro giovedì 24 ottobre alle Officine Cantelmo di Lecce verrà presentato il libro di Boitani e Hamaui.
15.10.2019
Il welfare responsabile e la società civile
Il 23 ottobre in Università Cattolica un convegno sul Welfare Responsabile in occasione della presentazione del nuovo libro di Cesareo e Pavesi.
09.10.2019
Bookcity 2019: la lettura come bene comune
Torna a novembre l'appuntamento della città di Milano con i libri. Scopri tutti gli eventi Vita e Pensiero e gli ospiti che ci terranno compagnia in questa edizione.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane