Il tuo browser non supporta JavaScript!

Stefano Biancu

Libri dell'autore

Tradizione e trasgressione digital
formato: Articolo | RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA - 2019 - 3
Anno: 2019
€ 6,00
Giuseppe Capograssi. Dall’individuo alla persona digital
formato: Articolo | RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA - 2019 - 1
Anno: 2019
€ 6,00
Giovanna e Speranza: figure della virtù in Charles Péguy digital
formato: Capitolo
Anno: 2014
Queste pagine dedicate a Charles Péguy vogliono essere un piccolo omaggio, affettuoso e riconoscente, ad Annamaria Cascetta, che di Péguy è un’affezionata lettrice e una fine interprete: lei stessa lo definisce “una voce potente e lucida, franca e appassionata, indipendente e scomoda nelle sue diagnosi, nei suoi allarmi, nelle sue profezie e nelle sue verità”...
€ 4,00
L'uomo e la rappresentazione. Fondazioni antropologiche della rappresentazione mediale e dal vivo
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2012 | pagine: 216
Anno: 2012
Chi è l'uomo che fa rappresentazione: ovvero l'uomo della, con la, (ma anche) oltre la rappresentazione? Gli studi qui raccolt
€ 20,00
La colpa: disordine e cosmos digital
formato: Articolo | JUS - 2012 - 2
Anno: 2012
Abstract: Compared to the chaotic irrationality of guilt, retribution aims to be reason itself, measure, order (cosmos). But – as I try to show in this paper – if retribution claims to be essentially rational, it is not necessarily intelligent, and that for three reasons at least. First, because of the radical impossibility of measuring guilt. Second, because a sanction cannot restore the order cancelling the disorder produced by guilt. Third, because the other order of human relations paradoxically requires a certain disorder. KEY WORDS: punishment, retribution, reason, order, disorder. SOMMARIO: 1. L’impossibile misura della colpa. – 2. La cicatrice del male. – 3. Il disordine e il legame. – 4. Conclusioni: ordine cosmico e ordine sociale.
€ 6,00
Il rischio della conoscenza. Per una lettura del Dialogo di Cristoforo Colombo e di Pietro Gutierrez di Giacomo Leopardi digital
formato: Articolo | RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA - 2004 - 4
Anno: 2004
"Non è forse inutile, dopo tante e illustri letture, soffermarsi ancora una volta sul Dialogo di Cristoforo Colombo e di Pietro Gutierrez di Giacomo Leopardi I commentatori concordano nel riconoscere nel tema del rischio il nucleo centrale del suo messaggio: il Dialogo è letto sullo sfondo della meditazione sul tedio e sull’infelicità necessaria, dei quali il rischio costituirebbe l’antidoto più potente. Mi pare, però, che tale contestualizzazione, pur essendo corretta, non sia adeguata..." (Dall'incipit dell'articolo)
€ 6,00
 

News

09.04.2021
Il cardinale inquieto: Cusano e la modernità
Giovedì 15 aprile Sergio Massironi racconterà il nuovo libro dedicato a Nicola Cusano con il teologo Sergio Ubbiali e il filosofo Silvano Petrosino.
08.04.2021
Essere ancora umani. Il desiderio secondo Petrosino
Sabato 10 aprile alle ore 18 Silvano Petrosino sarà ospite alla XII edizione di Leggermente dal titolo "Essere ancora umani. Rileggere il sentimento"
07.04.2021
L’inaugurazione dell’Università Cattolica: il cantiere in corso
Il 7 dicembre 1921 l'Università inaugurava la prima sede con il cantiere ancora in corso, una storia che aggiunge senso al presente.
06.04.2021
La storia di Olivetti con Playlist
Nel libro di Paolo Colombo ogni storia ha una colonna sonora: scopri quella dedicata ad Adriano Olivetti.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane