Educazione e pedagogia - tutti i libri per gli amanti del genere Educazione e pedagogia - Vita e Pensiero (15)

Educazione e pedagogia

Metodi quantitativi nella ricerca educativa
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1999 | pagine: 456
Anno: 1999
L’impiego degli strumenti concettuali e metodologici della sperimentazione porta a compimento le competenze alla luce delle quali lo studioso dell’educazione sviluppa la riflessione e la proposta formativa. La rielaborazione critica e progettuale delle situazioni educative, sempre più complesse e differenziate, abbisogna di sintesi numeriche e di approfondimenti interpretativi. Sul piano epistemologico, la contrapposizione fra metodi d’indagine quantitativi e qualitativi appare ormai superata: la riflessione scientifica odierna esprime posizioni sfumate, sottolinea la natura multidimensionale del sapere e la complementarità di accostamenti diversi. L’intelligenza dei problemi educativi postula pertanto conoscenze teoriche e specifiche riguardo alle strategie metodologiche, allo scopo di applicare queste ultime in maniera corretta e ponderarne il valore e i limiti. Alla luce di questa impostazione, il volume descrive in particolare le tecniche quantitative per l’elaborazione e l’analisi dei dati dell’osservazione, circa i fondamenti, le caratteristiche logiche e le proprietà matematico-statistiche dei vari procedimenti. La valutazione dei dati sperimentali va però orientata in prospettiva pedagogica. Questa muove da una scelta antropologica, trova applicazione in un progetto formativo dell’uomo e della società, tende verso una mèta ideale. Considera le informazioni fornite dalla rilevazione empirica, ma non è determinata da esse. Dimensioni ulteriori qualificano la formulazione degli obiettivi educativi, secondo il fine dell’umanizzazione dell’individuo e della comunità. Il contributo delle competenze metodologiche alla preparazione professionale e culturale degli educatori non si esaurisce pertanto nell’acquisizione di abilità tecniche ma rafforza una disposizione personale e scientifica essenziale: l’amore della verità come impegno al quale concorrono contributi differenti, vòlti al bene comune.
€ 27,00
Educazione, scuola e politica nelle «Memorie autobiografiche» di Carlo Boncompagni. Con l'edizione critica delle «Memorie»
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1999 | pagine: 104
Anno: 1999
Il presente volume s’inscrive nel quadro delle ricerche sulla politica scolastica e sulle più generali vicende dell’istruzione e dell’educazione nel Piemonte dell’Ottocento preunitario, e propone al lettore un documento di sicuro interesse ai fini dell’approfondimento delle vicende politico-scolastiche di quegli anni: si tratta delle «Memorie autobiografiche» inedite di Carlo Boncompagni di Mombello – esponente di primo piano della classe dirigente liberale subalpina e titolare del dicastero della Pubblica Istruzione nel primo gabinetto costituzionale presieduto da Cesare Balbo (13 marzo - 27 luglio 1848) e poi ancora nei governi Alfieri di Sostegno (poi Perrone)-Pinelli (29 agosto - 16 dicembre 1848) e D’Azeglio (21 maggio - 4 novembre 1852) – che Maria Cristina Morandini ha recentemente ritrovato tra le carte Boncompagni conservate presso l’Archivio di Stato di Torino e delle quali presenta, ora, l’edizione critica, corredata da un saggio introduttivo e da un ricco apparato di note esplicative e bibliografiche. Incentrate sull’arco temporale compreso tra il 1804 e il 1852, le «Memorie autobiografiche» forniscono indicazioni significative sulla formazione culturale e religiosa del Boncompagni e sulle vicende politiche e istituzionali del regno di Sardegna nella fase carloalbertina, delle quali egli fu talora tra i protagonisti. In particolare, le «Memorie autobiografiche» dedicano notevole spazio ai difficili esordi della «Società degli asili infantili» (1838) e alle vicissitudini che contrassegnarono l’apertura delle prime scuole per l’infanzia in Piemonte; nonché al riordinamento dell’amministrazione della Pubblica Istruzione realizzato dallo stesso Boncompagni con i provvedimenti del 4 ottobre 1848 e, più in generale, alla politica scolastica attuata dai governi piemontesi nel quinquennio 1848-1852.
€ 10,00
Memoria della Shoah e coscienza della scuola
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1999 | pagine: 208
Anno: 1999
«Purtroppo non possiamo affermare che in questi cinquant’anni la scuola abbia brillato per elaborazione culturale ed educativa sui grandi, drammatici eventi della storia contemporanea. Solo di recente si è avuto un significativo risveglio intorno ai temi dei vari olocausti del nostro secolo. Ciò documenta e al tempo stesso sollecita il presente volume, raccogliendo esperienze, percorsi didattici, riflessioni sulla scuola come luogo di trasmissione alle nuove generazioni della memoria del genocidio ebraico. Certo, la portata dell’evento-Shoah è complessa, variegata, tale da indurre a elaborare interpretazioni solo a lunga scadenza e attraverso un lavoro graduale di ascolto delle testimonianze e di raccolta del materiale. La Shoah è diventata, insomma, un grande libro della memoria. Ma se è vero che per fare coscienza della Shoah occorrono tempo e preparazione educativa, è pur vero che la memoria va sostanziata, soprattutto per le giovani generazioni, da un’attenzione altrettanto forte ai problemi del presente. Sarebbe un grave errore educativo indulgere sulla memoria del passato e lasciare i giovani soli ad affrontare le urgenze di oggi. La tematica della Shoah è, quindi, questione di recupero culturale, di ridefinizione dei fini dell’educazione, di ricomposizione dell’unità delle coscienze individuali e collettive attraverso l’opportunità di vivere esperienze significative e condivise. Per questo proprio la scuola – una scuola ricca di valenze educative e formative – rappresenta il terreno più idoneo per ‘fare memoria’, per tenere desta la coscienza sul presente, per sollecitare all’immaginazione e al progetto» (dall’Introduzione di Giuseppe Vico).
€ 15,00
Management scolastico e problemi psicopedagogici
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1999 | pagine: 128
Anno: 1999
Tema del libro è il l rapporto tra riforma dell'autonomia scolastica e integrazione degli alunni handicappati e in situazioni di svantaggio. La recente legislazione scolastica attribuisce forte autonomia alle scuole: ciò implica mutamenti anche nell'ambito dell'educazione speciale.
€ 10,33
Il dinamismo della coscienza e la formazione. Il contributo di Bernard Lonergan ad una 'filosofia' della formazione
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1998 | pagine: 364
Anno: 1998
La pedagogia utilizza sempre più spesso il termine formazione. Ciò richiede però un atteggiamento critico capace di riconoscere le diverse valenze del termine, i diversi contesti d’uso, il ricco e problematico spessore teoretico. Occorre che la riflessione pedagogica coniughi il pensare alla formazione con un pensare la formazione capace di accogliere le suggestioni e i contributi provenienti da diversi autori e discipline. In questa prospettiva si colloca l’approfondimento della realtà della coscienza svolto da Bernard Lonergan (1904-1984), filosofo e teologo canadese, gesuita. Egli ha elaborato, nel corso degli anni, un pensiero molto articolato sulla vita coscienziale, in cui appare chiaro il legame con la dimensione della formazione. La coscienza è intrinsecamente segnata da un processo formativo, così come la formazione non si realizza pienamente se non attraverso una appropriazione operata dal soggetto del proprio dinamismo coscienziale. Inoltre l’approfondimento del pensiero coscienziale svela in Lonergan la presenza di elementi che concorrono a costituire una vera e propria ‘filosofia’ della formazione. La formazione risulta essere, nella sua peculiarità, nella sua essenza, una risignificazione costitutiva del soggetto. Quest’ultima radicata nella dinamica coscienziale, si svolge in un contesto multifattoriale, è sostenuta dall’esigenza umana dell’autenticarsi, è mossa dalla spinta autotrascendente, è intralciata dalle deformazioni, è resa stabile dalle conversioni, è attuata in modo completo attraverso l’autoappropriazione, è con-istituita e promossa dall’educazione. L’opera di Lonergan offre, al pensiero pedagogico e filosofico, una serie di sollecitazioni teoretiche e operative concernenti l’attenzione all’aspetto unitario e polimorfo del formarsi del soggetto, l’attenzione alla dimensione dell’interiorità come urgenza formativa del nostro tempo, l’attenzione alla necessità di una formazione centrata sull’appropriazione della vita coscienziale nel suo insieme.
€ 26,00
Formazione permanente e contesto europeo. Casi e documenti
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1998 | pagine: 156
Anno: 1998
L’opportunità e l’interesse di una indagine sulle attività di formazione permanente attuate nelle università cattoliche in Europa appare attuale in una situazione caratterizzata da una spiccata attenzione anche nella società italiana per tutte le attività di formazione permanente di terzo livello, e soprattutto quale momento di confronto e di arricchimento per l’azione analoga impostata da tempo anche dal nostro Ateneo. In tal senso, la ricerca ha focalizzato l’interesse, dopo un primo momento di individuazione e repertorio di molteplici iniziative locali, sull’approfondimento di talune esperienze giudicate di maggiore pregnanza sia per la collocazione all’interno delle pratiche universitarie, sia per l’originalità delle ipotesi attuative. Si è così ottenuto un duplice livello di analisi che ha contribuito a determinare un quadro d’assieme di attività di particolare interesse per la sua dialettizzazione con le prospettive in atto a livello di Unione europea oltre che per le prospettive che può presentare anche alla riflessione in corso nella nostra Università.
€ 11,36
L' educazione sessuale nell'età evolutiva
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1998 | pagine: 564
Anno: 1998
L'educazione sessuale comprende qualche cosa di più della pura e semplice istruzione
€ 25,00
Professione: educatore. L'operatore socio-psico-pedagogico
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1994 | pagine: 400
Anno: 1994
L'operatore socio-psico-pedagogico svolge le sue funzioni in due grandi aree di intervento: 1.1'attività socio-sanitaria e assistenziale rivolta ai minori, agli handicappati, ai malati mentali, ai tossicodipendenti, agli anziani, agli emarginati e devianti; 2. l'attività educativo-culturale relativa alla formazione scolastica e sociale, alla formazione permanente e al tempo libero. L'eccessiva e contraddittoria presenza di norme legislative emanate da istituzioni centrali e locali diverse ha reso la sua figura quanto mai confusa, facendogli assumere denominazioni varie (educatore professionale, psico-pedagogista, orientatore, psicomotricista, tecnico della riabilitazione sociale) con percorsi formativi profondamente differenti sia per i canali universitari (Diplomi universitari e Laurea dalle Facoltà di Magistero e di Medicina) o professionali (Scuole regionali e Corsi USL) sia per la consistenza quantitativa e qualitativa nell'ambito disciplinare e nel tirocinio professionale, per svolgere ruoli identici in tutto o in parte verso le stesse fasce di utenti. Sul piano epistemologico si scontrano due modelli di intervento: a) quello medico che tende a 'curare' il malato o a 'prevenire' la malattia, attraverso la riabilitazione o l'educazione alla salute; b) quello educativo che 'si prende cura' della persona affidatagli attraverso una relazione d'aiuto che tende a favorire lo sviluppo e la costruzione di una personalità autonoma e matura fondata su valori. I1 presente volume raccoglie i contributi di studiosi di psicologia, di pedagogia, di sociologia e di responsabili dei Servizi sociali, che hanno affrontato i fondamenti teorici, il quadro normativo, l'iter formativo e l'inserimento nei vari Servizi dell'operatore socio-psico-pedagogico, con la documentazione di esperienze concrete. Tali contributi sono stati raccolti dal Centro di Ricerca delle Tecnologie dell'Istruzione dell'Università Cattolica del Sacro Cuore attraverso l'attività di ricerca e di consulenza scientifica rivolta a Enti locali, a Centri di riabilitazione e socio-educativi, a Scuole e Istituzioni formative, o anche con organizzazione di Convegni e Seminari di studio negli anni 1990-1994.
€ 20,00
Educazione dei giovani alla vita matrimoniale e familiare
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1993 | pagine: 464
Anno: 1993
I giovani si attendono dallo stato attenzione ai problemi della famiglia, abbisognano perciò di sentire i pubblici poteri non
€ 20,00
Storia antologica dell'educazione fisica in Italia. Testi Leggi Istituzioni
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1983 | pagine: 324
Anno: 1983
Una storia dell'educazione fisica e sportiva che comprende la storia della società nella multiformità delle sue espressioni politiche, culturali, scolastiche, ludiche...
€ 15,49
Il transfert nell'attività educativa
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1979 | pagine: 280
Anno: 1979
Con questo volume Pietro Roveda conduce una vasta ed originale ricerca interdisciplinare, ponendo in dialogo critico e costruttivo la psicoanalisi, il neofreudismo, la psicologia umanistica e la pedagogia.
€ 9,30
I livelli di istruzione in provincia di Brescia. Atti del workshop sui temi dell'abbandono scolastico e universitario
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2007 | pagine: 128
Anno: 2007
Il volume raccoglie i contributi dei partecipanti al workshop sull’abbandono scolastico e universitario e sull’innalzamento dei livelli di istruzione nella Provincia di Brescia, svoltosi l’8 maggio 2007 presso la Regione Lombardia di Brescia e organizzato nell’ambito delle iniziative dall’Azione Bandiera 1 degli Stati Generali, coordinata dall’Università Cattolica. L’evento ha costituito un momento di definizione degli strumenti e degli obiettivi all’interno di un progetto di ricerca e sensibilizzazione che coinvolge l’Università degli Studi, la Camera di Commercio, la Provincia e il Comune di Brescia, la Regione Lombardia e, in rappresentanza della scuola, l’Ufficio scolastico provinciale e il Centro formativo professionale «Giuseppe Zanardelli». Un confronto tra studiosi, operatori del settore, forze politiche ed esperti in comunicazione, in cui sono stati presentati i dati raccolti sulla base delle banche dati esistenti e forniti suggerimenti sull’indirizzo da imprimere all’Azione.
€ 10,00

News

06.06.2022
Rocco Ronza ospite di Stroncature
Venerdì 24 giugno Rocco Ronza presenta online "Periferie dell'Occidente. Italia e Sudafrica nell'ordine liberale 1795 - 1996".
10.05.2022
Abbiamo perso l'anima?
Anteprima del libro di Catherine Ternynck, "La possibilità dell'anima", una profonda riflessione su una parola che è più di un soffio.
28.04.2022
I libri dedicati ad Armida Barelli
Le iniziative editoriali dedicate alla Sorella Maggiore, per ricostruirne il pensiero e la vita in occasione della beatificazione del 30 aprile.
11.04.2022
L'icona, finestra dell'Oltre
Intervista a Giuliano Zanchi, autore di "Icone dell'esilio. Immagini vive nell'epoca dell'Arte e della Ragione".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane