Il tuo browser non supporta JavaScript!

Lingua e letteratura italiana

Il sapere e le lettere in Bernardino Tomitano
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 272
Anno: 1995
Configurati come resoconto delle conversazioni occorse nella casa di Sperone Speroni all'indomani della sua elezione a 'principe' dell'Accademia degli Infiammati, i Ragionamenti della lingua toscana (1545 e 1546), poi Quattro libri della lingua thoscana (1570) di Bernardino Tomitano, una tra le figure eminenti nello Studio padovano di metà Cinquecento, costituiscono il tentativo di raccogliere le molteplici questioni relative alle arti del dire in una sintesi organica avente al centro il grande tema del rapporto tra sapienza ed eloquenza. Facendo propri gli insegnamenti dei classici e del Bembo, rimeditati alla luce delle avanguardie intellettuali padovane, il Tomitano li ordina in una summa che aspira a offrirsi come punto di riferimento teorico e normativo al letterato volgare moderno, documento vivo della complessità culturale del maturo Rinascimento veneto.
€ 23,00
La «Vita nuova». Legenda sacra e historia poetica
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1994 | pagine: 156
Anno: 1994
Primo romanzo d'amore della letteratura volgare, vita di Dante, storia del suo cammino spirituale, "legenda sanctae Beatricis"
€ 9,81
Lezioni sul Novecento. Storia, teoria e analisi letteraria
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1990 | pagine: 284
Anno: 1990
In una sorta di corso universitario a più voci, promosso dall'Associazione "Ludovico Necchi" tra laureati dell'Università Catt
€ 18,00
Dai solariani agli ermetici. Studi sulla letteratura italiana degli anni Venti e Trenta
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1989 | pagine: 360
Anno: 1989
La letteratura italiana degli anni venti e trenta osservata in una luce inconsueta e da più angolature, tra gli estremi di due
€ 22,00
L'officina del geografo. La "Descrittione di tutta Italia" di Leandro Alberti e gli studi geografico-antiquari tra Quattro e Cinquecento
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2004 | pagine: 656
Anno: 2004
Predicatore, inquisitore, raffinato erudito, il domenicano Leandro Alberti è una figura di spicco nel panorama degli studi antiquari nella prima metà del XVI secolo. Al centro di una vasta rete di dotte relazioni nella Bologna del primo Cinquecento, fra Leandro, nel 1528, al rientro da una visita ai conventi dell’Ordine sparsi sulla penisola, mise in cantiere un’opera ponderosa che raccogliesse l’eredità di Biondo Flavio. Prese così corpo la Descrittione di tutta Italia, un volume di oltre 500 carte, il più ampio e fortunato trattato geografico-erudito del Rinascimento – ben dieci edizioni fra il 1550 e il 1596 –, frutto di ricerche protrattesi per oltre vent’anni, durante i quali fra Leandro ebbe modo di approfondire gli scarni appunti raccolti in loco con ampie e intense letture storico-geografiche che fanno della Descrittione il ‘bacino di raccolta’ di buona parte della letteratura antiquaria del Quattro-Cinquecento. Il saggio di Giancarlo Petrella traccia un quadro dettagliato dell’opera di Leandro Alberti, ricostruendo il rapporto con la produzione geografico-antiquaria precedente e coeva: l’Italia illustrata di Biondo Flavio, ma anche le ricerche di misconosciuti umanisti di provincia suoi epigoni. Mette poi in luce il debito della Descrittione con gli studi geografico-eruditi coltivati in seno all’Ordine e con le Antiquitates del ‘falsario’ fra Annio da Viterbo. Viene presentata inoltre, per la prima volta, l’edizione di due regioni dell’Italia di fra Leandro (Lombardia e Toscana), accompagnata da un ampio apparato delle fonti impiegate, per alcune delle quali è stata rintracciata la copia stessa di cui si avvalse l’Alberti. Si può così meglio apprezzare non solo la mole e la ricchezza del lavoro di fra Leandro, ma anche un metodo nel quale si intravede la piena maturazione delle cure filologiche applicate ai geografi classici da Francesco Petrarca.
€ 50,00
La parafrasi ambrosiana dello Strategicon di Maurizio. L'arte della guerra a Bisanzio
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2003 | pagine: 592
Anno: 2003
Lo Strategicon è un manuale di tattica militare la cui datazione è collocabile tra il 592 e il 610 d.C. e il cui autore è presumibilmente l’imperatore Maurizio o un uomo della sua cerchia. Vari sono i manoscritti che ce ne hanno tramandato il testo, a partire dal Laurenziano LV 4, che è il più vicino all’archetipo. Il codice Ambrosiano presenta invece una parafrasi eseguita verosimilmente intorno all’anno 950, di cui si presenta qui l’editio princeps con a fronte la riproduzione del testo originale. Dettagliati indici permettono di apprezzare le caratteristiche della rielaborazione e offrono ricco materiale per lo studio della lingua greca nel periodo mediobizantino.
€ 60,00
Laboratorio di scrittura. Materiali di lavoro con esercizi svolti
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2002 | pagine: 192
Anno: 2002
Questo volume rappresenta la prima tappa di un percorso di lavoro condotto nel Laboratorio di Italiano attivato dall’Università Cattolica di Milano per il corso di laurea in Scienze della comunicazione. Esso raccoglie esercitazioni svolte e tracce di lavoro su sei tipologie di testo: lettera, memorandum, comunicato stampa, dépliant, relazione d’azienda e diapositive di supporto a una conferenza stampa. Ogni capitolo affianca all’analisi di esercizi svolti, selezionati e commentati, numerose proposte di lavoro, che costituiscono un momento avanzato di scrittura e verifica delle competenze acquisite. Il volume, che si fonda in buona parte sulla didattica dell’errore, costituisce un innovativo complemento alle lezioni.
€ 15,00
La maniera mutata. Il «dolce stil novo» tra Scrittura e «Ars poetica»
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1998 | pagine: 360
Anno: 1998
Il dibattito sul cosiddetto "dolce stil novo" è bloccato da tempo su due posizioni decisamente contrapposte: parte della criti
€ 26,00
Lo spettacolo dell'uomo interiore. Teoria e poesia del teatro manzoniano
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1997 | pagine: 300
Anno: 1997
Questo libro studia la drammaturgia manzoniana, prima dal punto di vista storico-teorico e quindi con nuove proposte di esegesi testuale. In particolare sono stati analizzati i rapporti, rimasti un po’ in ombra, fra Manzoni e Lessing, fra Manzoni, dunque, e la drammaturgia europea dell’Illuminismo; ed è stata poi compiuta una estesa recensione della importante minuta, da poco edita, della Lettre allo Chauvet (il cosiddetto Primo Sbozzo), allo scopo di segnalare nuclei concettuali preziosi che, per motivi di vario genere, non si sono conservati nella stampa. L’autore ha anche dedicato parte della sua ricerca a letture di critica delle varianti, per giungere a qualche novità, filologicamente fondata, di interpretazione di luoghi discussi delle tragedie (e delle liriche). Sono state inoltre aperte (o riaperte) prospettive forse non sufficientemente osservate, relativamente alla cultura del Manzoni, attraverso il rinvenimento di nuove fonti e lo scrutinio della loro funzione. Questo Spettacolo dell’uomo interiore cerca infine di correggere (e, per quanto possibile, cancellare) alcune tradizioni banalizzanti che si sono formate attorno alla poetica e alla poesia manzoniana.
€ 18,00
Sinisgalli e la cultura utopica degli anni Trenta
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1996 | pagine: 296
Anno: 1996
Radunatosi a Milano negli anni Trenta, il gruppo dei poeti ermetici meridionali, Libero De Libero, Alfonso Gatto, Salvatore Quasimodo, Leonardo Sinisgalli, dà luogo a un sodalizio ove si incrociano letteratura e poesia, arti figurative e architettura, e si attua un incontro fra scienza e utopia che sta all’origine dei progetti di Edoardo Persico e Adriano Olivetti. Luoghi privilegiati del dibattito che ne scaturisce sono riviste tecniche quali «Casabella» e «Domus», periodici d’ambito letterario come «Corrente» e «L’Italia letteraria», gallerie d’arte tra cui spicca quella del «Milione». In questa Milano si afferma la figura di Leonardo Sinisgalli. In lui si congiungono, poliedricamente, le frontiere della vocazione poetica e algebrica, l’inclinazione alla speculazione filosofico-matematica e l’interesse per le macchine sviluppatosi sulla scia degli insegnamenti di Leonardo da Vinci. Questo vasto retroterra rende la sua voce di poeta-ingegnere tra le più originali del Novecento.
€ 33,05
Manzoni tra due secoli
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 220
Anno: 1995
Il massimo testo morale e filosofico di Manzoni come antefatto riflessivo e stilistico del romanzo
€ 17,04
Il vero e il falso dei poeti. Tasso, Tesauro, Pallavicino, Muratori
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1990 | pagine: 256
Anno: 1990
Tasso, Tesauro, Pallavicino, Muratori intorno alla verità o falsità della poesia...
€ 15,50

News

21.10.2020
Webinar: Quali responsabilità per la finanza?
Come distribuire quello che serve e incoraggiare la redditività? giovedì 29 webinar con Mons Mario Delpini, Giuseppe Sopranzetti e Elena Beccalli.
21.10.2020
Webinar: Adolescenti e relazioni significative
Venerdì 30 ottobre dibattito online con Sara Alfieri, Paola Bignardi e Elena Marta su adolescenti di oggi e rapporto con familiari, amici e allenatori.
05.10.2020
I "Mostri favolosi" hanno trovato casa
Manguel ha donato la sua collezione di 40mila volumi alla città di Lisbona: un evento culturale straordinario come racconta nell'intervista...
13.07.2020
L'uomo ama le Maiuscole
Anteprima del nuovo libro del filosofo Silvano Petrosino, "Dove abita l'infinito. Potere, trascendenza e giustizia"

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane