Lingue e letterature - tutti i libri per gli amanti del genere Lingue e letterature - Vita e Pensiero (20)

Lingue e letterature

1926-1939 Circolo linguistico di Praga. Radici storiche e apporti teorici
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1990 | pagine: 464
Anno: 1990
La città di Praga, «situata a un quadrivio di culture diverse», secondo l'espressione di Jakobson, non casualmente consentì fra le due guerre l'incontro di uno stuolo di studiosi dotati di spiccata personalità scientifica e provenienti da esperienze culturali assai diverse. Ne nacque il Circolo di Praga, una delle scuole della linguistica del Novecento, unanimemente riconosciuta dai contemporanei come ineludibile termine di confronto per la ricerca in atto. Le vicende drammatiche che segnarono questa stessa città fin dalla vigilia del secondo conflitto mondiale costrinsero - scomparse alcune figure di primo piano come Trubeckoj e Mathesius - al silenzio o all'«adattamento» chi era rimasto in patria, alla diaspora chi, come Jakobson, a motivo delle leggi razziali aveva dovuto lasciare la Cecoslovacchia: una diaspora feconda, vera disseminazione delle teorie del Circolo. Il silenzio sceso sul «laboratorio» praghese sarebbe stato interrotto, per breve tempo, solo a metà degli anni Sessanta per essere poi nuovamente imposto, fino all'ultima, recentissima ricostituzione del Circolo: 15 febbraio 1990. Questo testo, dedicato alla fase «classica» della sua storia - 1926-1939 - intende metterne a fuoco gli apporti teorici fondamentali, indagandone le profonde anche se non sempre evidenti connessioni: con la filosofia della scuola brentaniana e del primo Husserl o con la fonologia psicologistica di Baudouin de Courtenay, con il formalismo russo o con l'estetica herbartiana. Si delinea un coerente metodo strutturale e funzionale, interessato anche alla storia delle lingue e delle letterature, che viene evidenziato e messo alla prova in molteplici campi d'applicazione -dalla fonologia alla sintassi funzionale - con esiti che precorrono le acquisizioni successive della linguistica, in particolare testuale.
€ 26,00
Lucida Carmina. Comunicazione e scrittura da Epicuro a Lucrezio
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1989 | pagine: 184
Anno: 1989
Da Epicuro a Lucrezio la scuola epicurea si pose il problema della identificazione di uno “stile filosofico” capace di trasmettere il messaggio liberante della physiologia. Questa indagine apporta un contributo per la comprensione della poetica di Lucrezio, i cui lucida carmina si collocano in continuità con le scelte estetiche dell'Epicureismo, e quindi con la vigorosa polemica - attestata da Filodemo - contro le concezioni, come quella stoica, che privilegiano l'aspetto fonico della poesia rispetto a quello contenutistico.
€ 10,85
Dai solariani agli ermetici. Studi sulla letteratura italiana degli anni Venti e Trenta
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1989 | pagine: 360
Anno: 1989
La letteratura italiana degli anni venti e trenta osservata in una luce inconsueta e da più angolature, tra gli estremi di due
€ 22,00
La papirologia
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1988 | pagine: 816
Anno: 1988
Il trattato di Orsolina Montevecchi, che abbraccia tutto l'ambito della Papirologia greca e latina, è fondamento indispensabile per affrontare con serietà lo studio dei papiri.
€ 50,00
L' inglese della medicina
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1988 | pagine: 312
Anno: 1988
Lo studio delle lingue straniere, soprattutto negli ultimi decenni, ha cambiato radicalmente i suoi obiettivi di fondo. Dall’apprendimento del codice linguistico nei suoi aspetti formali – fonologico, grammaticale e sintattico – esso è passato all’approfondimento della lingua come strumento di lavoro e di comunicazione in campi specifici. A determinare questa svolta sono state le esigenze di un professionismo sempre più agguerrito e specializzato. Novità alla quale hanno cercato per primi di rispondere alcuni centri di studi universitari statunitensi e britannici. Ad una fase di indagine sugli aspetti epistemologici della lingua per usi specifici, ne è seguita un’altra di elaborazione di manuali che offrono validi strumenti didattici, sia pure con i limiti di una disciplina emergente. Dopo qualche sporadico tentativo anche in Italia, l’Università Cattolica del Sacro Cuore ha affrontato in modo organico il problema delle lingue per usi specifici organizzando congressi e seminari, e programmando l’insegnamento di tali lingue nel quadro dei corsi regolari. «L’inglese della medicina» si colloca in questo programma. Il suo intento è quello di rispondere in particolare alle esigenze di laureandi e medici che vogliono entrare pienamente nel circuito della scienza medica internazionale.
€ 22,00
Introduzione alla lingua araba. Origini, storia, attualità
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2012 | pagine: 220
Anno: 2012
Il libro si rivolge a quanti, avendo già iniziato a studiare arabo, desiderano avere una visione più chiara dello statuto e del funzionamento di questa lingua.
€ 24,00
Varia Hispanica Volume II
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2009 | pagine: 152
Anno: 2009
Varia Hispanica II è il secondo numero di una serie di miscellanee curate dalle Cattedre di lingua e letteratura spagnola e di
€ 13,00
Amicitiae templa serena. Studi in onore di Giuseppe Aricò
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2008 | pagine: 1614
Anno: 2008
Alcuni colleghi, amici, allievi ed estimatori del professor Giuseppe Aricò hanno ritenuto di onorare il suo settantesimo compleanno, presentandogli una miscellanea di studi dal titolo "Amicitiae templa serena".
€ 100,00
Diodoro Siculo. Biblioteca Storica. Libro XIII. Commento storico
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2008 | pagine: 256
Anno: 2008
Diodoro Siculo stesso ci informa di aver dedicato trent'anni della propria vita (dal 60 a poco prima del 30 a
€ 20,00
Libro XVIII Diodoro Siculo. Biblioteca storica - Libro XVIII - Commento storico
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2008 | pagine: 346
Anno: 2008
Il commento al libro XVIII è uno dei risultati, tra i primi a comparire, del progetto di ricerca «Commento storico alla Biblioteca di Diodoro», ideato da gruppi di ricerca attivi nel campo della storia antica appartenenti alle Università di Bologna, di Milano (Università Cattolica del Sacro Cuore), di Pavia e di Firenze e cofinanziato dal MIUR. Il progetto prevede di completare il commento complessivo della Biblioteca, compresi i libri frammentari, nel corso di alcuni anni. Benché lo storico-epitomatore siciliano abbia raccolto nella critica moderna il peggio, dal sarcasmo all’insulto, che si possa dire di uno storico e benché sia certo che egli non ha fatto molto per evitarlo, i suoi libri meritano ancora largamente di essere letti e studiati: ciò vale per i periodi storici per i quali Diodoro è di fatto la nostra unica fonte, ma anche per quelli meglio conosciuti, a proposito dei quali ci ha conservato preziose informazioni sia integrative sia alternative. L’appoggio di un commento che finora – con qualche eccezione notevole – è mancato costituisce uno strumento imprescindibile. Il libro XVIII, che copre i 6 anni compresi tra il 323 e il 318 a.C., è interamente dedicato ai primi tentativi di sistemazione dell’impero di Alessandro Magno, dopo la subitanea scomparsa del giovane sovrano macedone, nel giugno del 323, con la totale esclusione delle contemporanee vicende del Mediterraneo occidentale. Il libro XVIII è, dunque, il primo libro ‘ellenistico’ della Biblioteca e, insieme ai libri XIX e XX, rappresenta oggi il continuum storico più antico e più ampio sugli anni compresi tra il 323 e il 302, vista la perdita di tutta la precedente storiografia ellenistica, della quale sopravvivono pochi e sparsi frammenti.
€ 30,00
L'officina del geografo. La "Descrittione di tutta Italia" di Leandro Alberti e gli studi geografico-antiquari tra Quattro e Cinquecento
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2004 | pagine: 656
Anno: 2004
Predicatore, inquisitore, raffinato erudito, il domenicano Leandro Alberti è una figura di spicco nel panorama degli studi antiquari nella prima metà del XVI secolo. Al centro di una vasta rete di dotte relazioni nella Bologna del primo Cinquecento, fra Leandro, nel 1528, al rientro da una visita ai conventi dell’Ordine sparsi sulla penisola, mise in cantiere un’opera ponderosa che raccogliesse l’eredità di Biondo Flavio. Prese così corpo la Descrittione di tutta Italia, un volume di oltre 500 carte, il più ampio e fortunato trattato geografico-erudito del Rinascimento – ben dieci edizioni fra il 1550 e il 1596 –, frutto di ricerche protrattesi per oltre vent’anni, durante i quali fra Leandro ebbe modo di approfondire gli scarni appunti raccolti in loco con ampie e intense letture storico-geografiche che fanno della Descrittione il ‘bacino di raccolta’ di buona parte della letteratura antiquaria del Quattro-Cinquecento. Il saggio di Giancarlo Petrella traccia un quadro dettagliato dell’opera di Leandro Alberti, ricostruendo il rapporto con la produzione geografico-antiquaria precedente e coeva: l’Italia illustrata di Biondo Flavio, ma anche le ricerche di misconosciuti umanisti di provincia suoi epigoni. Mette poi in luce il debito della Descrittione con gli studi geografico-eruditi coltivati in seno all’Ordine e con le Antiquitates del ‘falsario’ fra Annio da Viterbo. Viene presentata inoltre, per la prima volta, l’edizione di due regioni dell’Italia di fra Leandro (Lombardia e Toscana), accompagnata da un ampio apparato delle fonti impiegate, per alcune delle quali è stata rintracciata la copia stessa di cui si avvalse l’Alberti. Si può così meglio apprezzare non solo la mole e la ricchezza del lavoro di fra Leandro, ma anche un metodo nel quale si intravede la piena maturazione delle cure filologiche applicate ai geografi classici da Francesco Petrarca.
€ 50,00
Apuntes sobre la traducción italiana de textos de literatura de lengua espa?ola
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2004 | pagine: 80
Anno: 2004
El interés cada vez mayor del mundo editorial italiano por textos literarios de lengua española, aunado a recientes estudios sobre la teoría de la traducción, acompañan los Apuntes en torno a la traducción italiana de tres textos representativos de la literatura iberoamericana contemporánea. En el análisis realizado la lengua es considerada vehículo de cultura, y en el caso específico resulta ser puente entre culturas distintas, incluso lejanas: la peruana de J.M. Arguedas, la mexicana de J. Rulfo y la española de A. Pérez-Reverte. Se subraya así el papel del traductor como vínculo que une lenguas y culturas.
€ 7,00

News

20.10.2021
Dante in conclave in Università Cattolica
Mercoledì 3 novembre alle ore 17.00 presentazione del libro di Gian Luca Potestà "Dante in conclave. La Lettera ai cardinali".
05.10.2021
Voci dalle periferie per una nuova Milano
Come ripartire dalle periferie? Ne abbiamo parlato insieme a Marisa Musaio, curatrice del recente volume "Ripartire dalla città".
06.10.2021
La metafisica diventa piccola e illumina l’umano
Intervista a Silvano Petrosino, il filosofo autore di "Piccola metafisica della luce. Una teoria dello sguardo".
05.10.2021
Maryanne Wolf a Milano
Maryanne Wolf torna a Milano il 25 ottobre in occasione dei cento anni dell'Università Cattolica.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento