Lingue e letterature - tutti i libri per gli amanti del genere Lingue e letterature - Vita e Pensiero (22)

Lingue e letterature

I-IV Mimiambi
di Eronda
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1997 | pagine: 352
Anno: 1997
È il primo volume di una nuova edizione critica dei Mimiambi di Eronda, curata da L. Di Gregorio. Con il suo ampio e organico commento esso mira, alla luce di quanto si è venuto al riguardo scrivendo nell’arco di un secolo, da una parte a chiarirne nei diversi aspetti il testo, nel quale non si finisce mai di scavare, dall’altra a fornire elementi utili che permettano di collocarli al giusto posto nella storia della letteratura greca e di valutare correttamente la personalità artistica del loro autore.
€ 31,00
Il cerchio incantato del linguaggio. Moderno e antimoderno nel simbolismo di Vjaceslav Ivanov
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1997 | pagine: 292
Anno: 1997
Vjaceslav Ivanov, poeta simbolista, è senza dubbio figura di rilievo nel primo Novecento russo, di cui esprime le problematiche e alcuni orientamenti critici. La sua opera si presenta come un fenomeno complesso, in cui non soltanto è formulata una precisa visione del mondo, ma emerge la domanda sul senso della scelta di scrivere. In tale prospettiva, la creazione letteraria ivanoviana rivela una dimestichezza inconsueta con la filosofia. Questo saggio, partendo dall’indagine sulla concezione di parola e linguaggio del poeta, intende mettere in luce le radici filosofiche del suo pensiero in rapporto sia con la tradizione sia con la riflessione contemporanea. Si evidenzia così la tormentata relazione tra tradizione e modernità, entro cui matura la concezione ivanoviana. Più che sulla linea di un immanentismo formalistico-strutturale, proprio di un certo simbolismo, essa si muove verso un romanticismo platonizzante, in cui la parola conserva la nostalgia per «la pienezza celeste perduta», per la propria densità ontologica. Ma il radicamento nell’alveo della tradizione, proprio di Ivanov e di altri autori del pensiero religioso d’inizio secolo quali Pavel Florenskij e Vladimir Ern, pur sconfinando in un appassionato rifiuto delle istanze culturali della modernità, paradossalmente appare anch’esso figlio della modernità, che tra Ottocento e Novecento, in tutta Europa, a Occidente come a Oriente, appare impegnata nella critica di se stessa. Lo studio della cosiddetta specificità russa diventa così una ricerca sulle innegabili radici comuni che improntano la cultura europea.
€ 23,24
Lo spettacolo dell'uomo interiore. Teoria e poesia del teatro manzoniano
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1997 | pagine: 300
Anno: 1997
Questo libro studia la drammaturgia manzoniana, prima dal punto di vista storico-teorico e quindi con nuove proposte di esegesi testuale. In particolare sono stati analizzati i rapporti, rimasti un po’ in ombra, fra Manzoni e Lessing, fra Manzoni, dunque, e la drammaturgia europea dell’Illuminismo; ed è stata poi compiuta una estesa recensione della importante minuta, da poco edita, della Lettre allo Chauvet (il cosiddetto Primo Sbozzo), allo scopo di segnalare nuclei concettuali preziosi che, per motivi di vario genere, non si sono conservati nella stampa. L’autore ha anche dedicato parte della sua ricerca a letture di critica delle varianti, per giungere a qualche novità, filologicamente fondata, di interpretazione di luoghi discussi delle tragedie (e delle liriche). Sono state inoltre aperte (o riaperte) prospettive forse non sufficientemente osservate, relativamente alla cultura del Manzoni, attraverso il rinvenimento di nuove fonti e lo scrutinio della loro funzione. Questo Spettacolo dell’uomo interiore cerca infine di correggere (e, per quanto possibile, cancellare) alcune tradizioni banalizzanti che si sono formate attorno alla poetica e alla poesia manzoniana.
€ 18,00
Lettori e letture. Un esperimento di critica
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1997 | pagine: 180
Anno: 1997
Autore di romanzi fantastici di grande originalità, legato da profonda amicizia e sodalizio letterario a J.R.R. Tolkien e Ch. Williams, C.S. Lewis mostra qui un volto forse meno noto ai non specialisti, e tuttavia altrettanto affascinante: quello di critico letterario capace di coniugare l’erudizione e la passione antiquaria con un’analisi formale di grande modernità. Tali gli ingredienti di un insolito quanto coraggioso esperimento, volto a dimostrare che i libri dovrebbero essere giudicati a partire dal tipo di lettura che evocano: non si tratta di stabilire se un libro sia buono o non buono, ma se noi siamo o no buoni lettori. Con un percorso scevro da elitarismi come da astratte teorie, Lewis, attraverso l’analisi e il confronto di generi diversi, chiarisce la natura, le modalità e il valore dell’esperienza letteraria, intesa come evento dinamico, sempre in divenire. Così, in un momento in cui la pratica della lettura appare in declino e molto ci si interroga sul senso e sul potere della parola scritta, l’opera di Lewis rivela tratti di indubbia attualità, rivendicando una concezione non utilitaristica della letteratura, quale fonte gratuita di piacere per chi vi si accosta. In tale prospettiva, la lettura si configura come esperienza imprescindibile, fondante e generatrice, un «viaggio oltre i limiti della propria psicologia», il cui nucleo più autentico risiede nell’incontro con il testo e con il suo autore, portatori di un’alterità che chiede di essere compresa e apprezzata. Espressione dell’uomo che non «si accontenta di essere solo se stesso – scrive Lewis – l’esperienza letteraria guarisce la ferita dell’individualità senza indebolire la prerogativa dell’individualità stessa. Qui, come nella religione, nell’amore, nell’azione morale e nella conoscenza, supero me stesso; eppure, quando lo faccio, sono più me stesso che mai».
€ 13,00
Sinisgalli e la cultura utopica degli anni Trenta
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1996 | pagine: 296
Anno: 1996
Radunatosi a Milano negli anni Trenta, il gruppo dei poeti ermetici meridionali, Libero De Libero, Alfonso Gatto, Salvatore Quasimodo, Leonardo Sinisgalli, dà luogo a un sodalizio ove si incrociano letteratura e poesia, arti figurative e architettura, e si attua un incontro fra scienza e utopia che sta all’origine dei progetti di Edoardo Persico e Adriano Olivetti. Luoghi privilegiati del dibattito che ne scaturisce sono riviste tecniche quali «Casabella» e «Domus», periodici d’ambito letterario come «Corrente» e «L’Italia letteraria», gallerie d’arte tra cui spicca quella del «Milione». In questa Milano si afferma la figura di Leonardo Sinisgalli. In lui si congiungono, poliedricamente, le frontiere della vocazione poetica e algebrica, l’inclinazione alla speculazione filosofico-matematica e l’interesse per le macchine sviluppatosi sulla scia degli insegnamenti di Leonardo da Vinci. Questo vasto retroterra rende la sua voce di poeta-ingegnere tra le più originali del Novecento.
€ 33,05
La lingua polacca. Grammatica pratica
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 400
Anno: 1995
«La lingua polacca» è un corso di lingua pratica completo destinato ad autodidatti e studenti universitari. Costruito secondo un metodo che simula il processo naturale di apprendimento della lingua materna, rende facile – automatico - lo studio della lingua polacca, dando la possibilità di memorizzare fenomeni grammaticali e lessico mediante la semplice lettura. È completo anche sotto l’aspetto teorico. Il sistema fonetico e grammaticale è descritto a fondo ed in modo esauriente. Le tavole sinottiche forniscono allo studente uno strumento veloce di riferimento e consultazione. Il lessico (oltre 6000 voci) assicura la possibilità di potersi esprimere, dopo circa tre semestri, su tutte le situazioni della vita quotidiana, nonché di poter sostenere conversazioni su argomenti specializzati e di leggere testi in lingua senza difficoltà. «La lingua polacca» – risultato di una specifica preparazione slavistica (in particolare di linguistica teorica pratica), di una profonda conoscenza della realtà slava e di provata esperienza con il metodico e rigoroso lavoro scientifico – è il primo corso di lingua polacca basato su moderni principi di insegnamento offerto al lettore italiano, oggi sempre più coinvolto nella storia dell’est europeo, in quella polacca da sempre, curioso o desideroso di acquistare uno strumento vivo per capire la «polonità» , nel senso più vero dell’espressione.
€ 21,69
'Exemplum' ed esemplarità in Properzio
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 360
Anno: 1995
La ricerca tende a superare definitivamente la nozione di exemplum come momento inerte di un divagare erudito e ornamentale, per dimostrare, al contrario, quanto la tecnica dell’inserto esemplare sia costitutiva della poesia e dell’ideologia properziana, mediazione forte e intensa di un messaggio a prima vista non percepibile in tutte le sue valenze di arricchimento del testo, ma non di meno essenziale e necessario, anche nel suo stesso porsi come momento di sfida per il lettore, provocato a soffermarsi sulle apparenti sfasature o ‘non pertinenze’ tra exemplum e referente. L’analisi linguistica del tessuto connettivo di un buon numero di elegie porta a individuare nell’exemplum il nodo centrale dell’espressione poetica di Properzio, in perfetta coerenza con il resto del componimento, del quale spesso aggrega e riannoda le tendenze centrifughe: una prospettiva che si illumina attraverso l’uso di procedimenti cari da una parte al neoterismo (l’allusione, la polisemia, la doctrina), dall’altro alla retorica (la funzione probatoria oppure esortatoria e sempre comunicativa dell’exemplum). Condotta per questa via, l’analisi non ignora alcune questioni testuali, alle quali l’esegesi possa dare un qualche contributo. Però l’interpretazione dei singoli componimenti non si esaurisce in se stessa, anzi mira a delineare una poetica, che trapassa a polemica dichiarazione di una scelta di vita e alla fondazione di un rinnovato codice morale dei rapporti amorosi: attraverso l’exemplum si giunge così all’esemplarità, che inquadra il poeta in un preciso momento culturale e ne fa emergere la personalità.
€ 26,00
Manzoni tra due secoli
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 220
Anno: 1995
Il massimo testo morale e filosofico di Manzoni come antefatto riflessivo e stilistico del romanzo
€ 17,04
I Persiani
di Eschilo
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1994 | pagine: 412
Anno: 1994
Il libro offre un’edizione critica curata da Luigi Belloni, accompagnata da traduzione e una lettura che si propone di evidenziare la tinta scenica della tragedia, rievocata a Susa per superare il limite di un esclusivo elogio ateniese. L’Introduzione non insiste, pertanto, sull’intento patriottico di Eschilo, ma ravvisa nel testo una costante apertura alle strutture della monarchia persiana, riecheggiate dal poeta per fornire al suo uditorio un’immagine verisimile del cosmo orientale. I topoi delle iscrizioni achemenidi sostengono l’impianto dell’Introduzione e il commento ne approfondisce la linea esegetica offrendo al contempo uno status dei problemi filologici più rilevanti.
€ 23,00
Del Sublime
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1992 | pagine: 444
Anno: 1992
È la prima edizione (a cura di C. M. Mazzucchi) della più celebre opera di critica letteraria dell'Antichità che si basi su una collazione integrale di tutti i manoscritti conosciuti, esame che ha fra l'altro permesso di stabilire i due filoni testuali della ricca tradizione cinquecentesca. I capitoli dell'lntroduzione e l'ampio commentario, che si fonda su un approfondito esame parallelo della trattatistica retorica grecoromana e si affianca a quello oxoniense di D.A. Russell (1964), mirano a collocare l'opera nel suo specifico contesto culturale, databile con grande verosimiglianza alla piena età augustea. La traduzione si sforza di riprodurre lo stile dell'originale nelle sue varie gradazioni. Gli ampi e dettagliati indici facilitano una fruttuosa consultazione del volume.
€ 20,66
Il vero e il falso dei poeti. Tasso, Tesauro, Pallavicino, Muratori
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1990 | pagine: 256
Anno: 1990
Tasso, Tesauro, Pallavicino, Muratori intorno alla verità o falsità della poesia...
€ 15,50
I lumi dell'erudizione. Saggi sul Settecento italiano
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1989 | pagine: 176
Anno: 1989
Concentrati, salvo due cospicue eccezioni, sulle influenze che collaborano alla formazione di Ludovico Antonio Muratori, gli s
€ 12,00

News

07.09.2020
Melarete: l'etica a scuola
Il progetto di Luigina Mortari di educazione all'etica per la scuola dell'infanzia e la primaria con spunti teorici, suggerimenti pratici e le storie illustrate.
09.09.2020
Vicini alla scuola: i nostri consigli di lettura
Fino al 30 settembre tutti i libri delle collane di pedagogia ed educazione sono disponibili a un prezzo scontato: ecco alcuni consigli di lettura dedicati agli insegnanti.
29.07.2021
Federico di Chio e il sogno a occhi aperti del cinema
Intervista al docente di strategia dei media audiovisivi e dirigente Mediaset che ha studiato le influenze del cinema americano in Italia.
16.09.2021
Luigino Bruni a PordenoneLegge
Quale economia ci porterà questa crisi e quale spiritualità? A PordenoneLegge l'autore di "Il capitalismo e il sacro".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento