Religione e spiritualità - tutti i libri per gli amanti del genere Religione e spiritualità - Vita e Pensiero (25)

Religione e spiritualità

San Luigi Orione: da Tortona al mondo. Atti del Convegno di studi (Tortona, 14-16 marzo 2003)
Anno: 2004
Un prete dall’inconfondibile fisionomia umana e cristiana, limpidamente ancorato in una profonda spiritualità e totalmente speso in un insonne attivismo, sostenuto dalla vena pulsante di una grande carità: è questa la figura di don Luigi Orione, il sacerdote torinese proclamato Santo da Giovanni Paolo II. Ripercorrere le tappe del suo cammino, nel contesto dei rapidi e profondi mutamenti culturali della nostra epoca, è impegno di una cultura ritornata alla diaconia. Questo libro pubblica gli Atti del Convegno tenutosi a Tortona dal 14 al 16 marzo 2003. Il taglio privilegia, mediante accurate ricerche in una copiosa messe di fonti archivistiche, la ricostruzione del radicamento e del rapporto di don Orione sia con la realtà locale tortonese sia con la società e la Chiesa italiana e universale. Un’opera che costituisce un contributo attraente, paradigmatico e utile, per l’edificio di un progetto culturale, nel quale è impegnata la Chiesa italiana.
€ 25,00
Le età della vita
Anno: 2003
«Insegnaci a contare i nostri giorni e giungeremo alla sapienza del cuore»: l’invocazione del Salmo 90 anche oggi risuona nella sua verità
€ 12,00
Forlì e i suoi vescovi. Appunti e documentazione per una storia della Chiesa di Forlì Volume III
Anno: 2003
Gian Michele Fusconi (Bologna 1934 - Forlì 1996). Ha compiuto studi filosofici e teologici a Roma come alunno del Pontificio Seminario Romano Maggiore dove ha conseguito la laurea in Teologia (1959) e, successivamente (1963), la laurea in “Utroque Jure” (diritto canonico e civile) presso la Facoltà giuridica della Pontificia Università Lateranense. Dopo l’ordinazione sacerdotale (1957) ha svolto stages di studio ed esperienze pastorali prima in Francia e in Inghilterra, poi negli Stati Uniti (New York) presso la Delegazione vaticana all’ONU dedicando attenzione e uno specifico saggio al “Ruolo internazionale della Santa Sede e delle Organizzazioni Non Governative (ONG)”. Richiamato in diocesi per esigenze pastorali, è stato promotore e parroco, fin dalla fondazione (1964), e per oltre un trentennio, della nuova Chiesa Regina Pacis di Forlì; dal 1965 giudice presso il Tribunale ecclesiastico regionale di Bologna; docente presso l’Istituto magistrale e Assistente spirituale della Associazione imprenditori cattolici di Forlì. Cultore e profondo conoscitore di Storia della Chiesa ha collaborato inizialmente alla “Enciclopedia dei Santi” edita dal Poligrafico vaticano e ha pubblicato, in seguito, diversi studi sulla storia del monachesimo, in particolare sugli ordini francescano e benedettino, per l’influsso da loro esercitato sulla vita civile e religiosa anche in Romagna. Si veda a questo proposito il volume “Appunti e documentazione per una storia della città e della chiesa di Pontecorvo dalle origini alla fine del medioevo” (1998). Opere più recenti e connotate da forte impegno civile sono dedicate alla Storia del movimento cattolico in Romagna e alle ardue condizioni culturali e politiche del suo sviluppo nella prima metà del Novecento: significativi in tal senso i lavori dedicati agli “Scritti di Mons. Giuseppe Prati: 1913-1952” (Forlì 1978), al pensiero e agli “Scritti di Adamo Pasini” (1980) e agli “Scritti di Antonio Calandrini” (1987), entrambi sacerdoti eminenti e promotori del movimento cattolico locale, in sintonia e in concomitanza con l’azione svolta a livello nazionale da don Luigi Sturzo. Scientificamente più marcati ed esaurienti i suoi lavori sulla storia della Chiesa forlivese, ricostruita attraverso le vicende dei suoi Vescovi e consegnata in tre volumi (i primi due, in collaborazione con Antonio Calandrini, già editi nella collana di «Studia Ravennatensia») che coprono l’intero arco del periodo che va dal IX al XVI secolo.
€ 50,00
Un monastero alle porte della città. Atti del convegno per i 650 anni dell'Abbazia di Viboldone
Anno: 1999
Quale senso possa avere raccogliere in un testo scritto la ricchezza e vivacità di voci che si sono poste in dialogo nelle tre giornate celebrative del 650° anniversario del compimento della facciata dell’Abbazia di Viboldone (26 settembre, 3 e 10 ottobre 1998), lo dirà il lettore. Da parte di chi ha cercato di fare opera di raccolta, la pubblicazione degli Atti rientra nell’iniziativa di stimolo e riflessione sul compito, che la società d’oggi dovrebbe sentire proprio, della tutela e difesa delle bellezze d’arte e umanità che le generazioni passate ci hanno lasciato in particolari contesti ambientali, che già rappresentano una loro esaltazione e difesa. Non è dunque, questa pubblicazione, la conclusione accademica di un convegno di studio, ma un richiamo a realizzare le iniziative che, nel corso di quelle giornate, sono state esplicitamente e implicitamente indicate o auspicate per la conservazione dell’abbazia nella sua naturale custodia: l’ambiente. Distruggerlo o ignorarlo equivarrebbe a relegare questa pubblicazione fra gli atti formali, spesso inutili, per biblioteche, eventualmente specializzate. Siamo convinti infatti «che i monumenti non si salvano e non si tutelano se contestualmente non si preservano e non si valorizzano anche il territorio e il paesaggio circostante», come si legge in un appello recentemente rivolto da enti e associazioni ambientalistiche alle autorità governative. E, naturalmente, l’ambiente è di per sé connotato da presenze umane che nel tempo, abitandolo, l’hanno intriso del loro spirito. Di tale ambiente ‘totale’ si voleva ricercare traccia, additando un compito alla comune responsabilità. Senza di che le opere d’arte intristiscono. Nonostante tutti i convegni e le relative pubblicazioni di Atti.
€ 20,66
I primi gesuiti
Anno: 1999
I primi gesuiti è un suggestivo affresco sulla nascita, gli ideali originari e le febbrili attività dispiegate in Italia e nel mondo dal più grande ordine religioso dell’età moderna, considerato dai suoi inizi fino alla morte del primo successore di sant’Ignazio. Dediti alla vita “apostolica” e a procurare con ogni mezzo la “salute delle anime” – ma anche il bene dei corpi – delle comunità, dei popoli e dei loro sovrani -, i gesuiti della prima generazione offrirono un contributo determinante per lo strutturarsi del rapporto tra Chiesa e società dei secoli successivi, operando nel campo dell’istruzione scolastica, delle opere assistenziali, della produzione scientifica e intellettuale, della relazione tra fede e politica. La ricerca storica di O’Malley dà conto dei legami fra Compagnia di Gesù e Concilio di Trento, nonché dei rapporti intrattenuti da Ignazio e i suoi compagni con le massime autorità della Chiesa. Intuizioni profonde, missioni in terre lontane, fascino sugli umili e sui potenti, alte conoscenze mai ostentate, rifiuto di cariche ecclesiastiche e tuttavia estrema autorevolezza, pensiero;rigoroso ma anche aperto al nuovo, grande capacità di adattamento: la storia dei primi gesuiti suscita stupore, ammirazione e un interesse che non è solo di natura religiosa. Essa infatti si lega ad alcuni nodi interpretativi centrali nel dibattito storiografico, quali il passaggio della ‘crisi’ tardomedievale alla Chiesa dell’età moderna, l’avvio della Controriforma e il significato del cattolicesimo rispetto a quel complesso di forze e tendenze dal cui fondersi, in un unico crogiuolo, si delineò la fisionomia dell’Europa.
€ 32,00
Federico Borromeo e l'Ambrosiana. Arte e Riforma cattolica nel XVII secolo a Milano
Anno: 1997
Il 28 aprile 1618 Federico Borromeo donava la sua collezione di quadri, disegni, stampe e sculture alla costituenda Pinacoteca
€ 36,15
Sillabe preziose. Quattro salmi per pensare e pregare
Anno: 1997
Sono a tal punto "preziose" quelle singolarissime "sillabe" che costituiscono il libro dei Salmi, da essere state riconosciute
€ 14,00
Cento anni di cammino biblico
Anno: 1995
Negli ultimi cento anni – da quando cioè Leone XIII emanò l’enciclica Providentissimus Deus – la Bibbia ha acquisito nella coscienza e nella vita della Chiesa un rilievo sempre maggiore. Di tale cammino questa pubblicazione intende rendere conto sotto il profilo sia degli studi biblici sia del ministero pastorale. Ne trattano rispettivamente Mauro Pesce, dell’Università di Bologna, che si sofferma in modo particolare sul dibattito esegetico svoltosi nei primi decenni del secolo, e il card. Martini, che riflette in qualità di pastore sul primato della Scrittura secondo l’insegnamento del Concilio Vaticano II nella Dei Verbum. Ai due saggi fa da cornice un’introduzione di Giuseppe Ghiberti, dell’Università Cattolica di Milano, che ha per oggetto, oltre al bilancio di cento anni di esegesi, alcuni momenti significativi della pastorale biblica in Italia.
€ 9,30
Visioni e profezie. Mistica ed esperienza della trascendenza
Anno: 1995
Lungi dal declinare, la religione persiste nella società secolarizzata attraverso l'eclatante proliferare di apparizioni.
€ 14,00
Grande Sabato. Il contesto pasquale quartodecimano nella formazione della teologia del martirio
Anno: 1994
La definizione del genere letterario agiografico ha sempre costituito un problema storiograficamente controverso, in ragione del carattere peculiare di queste fonti - che un'autorevole tradizione pone alla stessa altezza della proclamazione della Parola - e della complessità della loro redazione, che trasforma un accadimento storico - la sequenza del martirio - in un evento teologico - la perfetta imitazione di Cristo condotta sino a una piena comunione con Lui -, evento che trova quale luogo di celebrazione la liturgia. Il Martyrium Polycarpi può ben essere assunto quale archetipo di questa funzione ecclesiale: nel documento princeps dell'agiografia cristiana, l'eredità della riflessione tardogiudaica sulla morte violenta del giusto che nell'apocalittica trova la sua più alta espressione - viene elaborata in un contesto squisitamente cristologico, attraverso un processo in cui la figura del martire si dissolve nel simbolo della croce. La stessa 'coordinata agiografica' del testo, che situa la morte del vescovo smirneo in un giorno di 'grande sabato', deve allora essere letta non già come una mera indicazione cronologica, ma piuttosto come una cifra ermeneutica che perfeziona il rapporto di partecipazione tanto del martire a Cristo quanto del martirio alla Pasqua. La pregnanza del sabato nella Bibbia, non meno che nell'elaborazione teologica, paleocristiana, comporta un arricchimento di questa dinamica: nella direzione di un'escatologia che individua nello stesso 'giorno del Signore' genesiaco il tempo della parusia: nella scansione neotestamentaria degli eschata, il privilegio del martire di prendere parte alla prima resurrezione - che la teologia asiata esprime nella dottrina del millenarismo - viene segnalata dal 'grande sabato', che costituisce appunto il tipo e l'immagine del Regno venturo, in cui i santi/martiri sono destinati a sedere sui troni del giudizio, del sacerdozio e della regalità.
€ 26,00
Tradizione apostolica e coscienza cittadina a Milano nel medioevo. La leggenda di san Barnaba
Anno: 1993
Edizione in brossura di "Tradizione apostolica e coscienza cittadina a Milano nel medioevo".
€ 52,16

News

02.12.2022
Carlo Borgomeo alla Rai Sicilia
Il 19 dicembre l'autore di "Sud. Il capitale che serve" presenterà il suo libro.
02.12.2022
Bombelli e Chiesi al Festival della Migrazione
Lunedì 12 dicembre la tavola rotonda a partire dal volume "Persone, spazi e complessità".
08.11.2022
La ricetta perfetta per un Natale di libri
Cosa non può mancare in una ricetta natalizia? Zucchero? Farina? Cannella? Per noi non possono mancare i libri! Seguendo la nostra ricetta letteraria, troverai gli ingredienti segreti per una lettura o un regalo speciale.
14.10.2022
Scopri e partecipa alla Scuola di lettura
La seconda edizione della kermesse culturale Viva il lettore, rivolta agli studenti universitari e agli adulti.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Inserire il codice per attivare il servizio.