Società, media, famiglia, lavoro - tutti i libri per gli amanti del genere Società, media, famiglia, lavoro - Vita e Pensiero (26)

Società, media, famiglia, lavoro

Stati di pace. Una sociologia dell'amore
Anno: 2005
In molti casi l’agire degli individui si svolge in modo pacifico. Esiste un ‘regime di pace’ nel quale talune persone rinunciano a esercitare quel ‘do ut des’ che è alla base di un’idea retributiva di giustizia. È la logica del dono, del gratuito.
€ 16,00
La prova del Nove. Scritture per la scena e temi epocali nel secondo Novecento
Anno: 2005
Il Novecento ha segnato la rifondazione del teatro, il ripensamento del suo ruolo e l’innovazione dei suoi segni e dei suoi procedimenti nel nuovo scenario della comunicazione e delle arti. La ‘prova’, la ricerca e la sperimentazione ne sono state la cifra dominante. Le indicazioni più feconde per il rinnovamento delle strutture e delle tecniche del testo teatrale si sono spesso trovate, negli ultimi decenni, in quelle pratiche drammaturgiche che liberano l’evento scenico dall’ipoteca della scrittura verbale. Il testo performativo, servito da una scrittura che si muove liberamente nella trama degli altri codici di scena, è stato spesso anche luogo di una felice saldatura con la storia delle idee e dell’emergenza di temi epocali intorno ai quali convocare gli artisti e il pubblico nel ‘come se’ della rappresentazione dal vivo. L’ampia zona delle scritture di origine non propriamente drammatica, ma narrativa, saggistica, trattatistica, giornalistica, poetica, documentaria, giudiziaria o sacra costituisce dunque il campo delle analisi qui presentate, condotte secondo un punto di vista tematico oltre che, in primo luogo, drammaturgico. Non si tratta di una carrellata esaustiva, né si ha la pretesa di stilare un bilancio nell’area delle scritture per la scena di origine non drammatica del secondo Novecento. È piuttosto un primo orientamento, nella convinzione che l’irriducibile complessità del Novecento non possa rispecchiarsi che in un percorso aperto, frammentato, eterogeneo. Una traccia all’interno di uno scenario complesso rispetto a cui tutte le drammaturgie qui esaminate si pongono come voci sempre libere e sempre critiche. Un’apertura sul mondo, una domanda di senso e di responsabilità, mai autoreferenziale, come deve essere il teatro.
€ 50,00
Bambini o figli?
Anno: 2005
Questo volume propone una riflessione sull'infanzia in un'ottica interdisciplinare che al discorso sociologico affianca i cont
€ 15,00
Gli attrezzi per vivere. Forme della produzione culturale tra industria e vita quotidiana
Anno: 2005
Che cos'è la cultura? E a cosa serve nella vita delle persone? Tali interrogativi, ai quali da lungo tempo la sociologia si è
€ 28,50
Tempus Datur. Un'analisi sociologica delle Banche del Tempo in Italia
Anno: 2005
Che cosa sono le Banche del Tempo e come si collocano nel variegato universo del Terzo Settore? Chi aderisce a queste iniziative? Quali sono le dinamiche di funzionamento, gli obiettivi perseguiti, i punti di forza e le debolezze? Giuliana Galeotti risponde a questi e altri interrogativi riguardanti le Banche del Tempo: un fenomeno emergente nell’ambito del Terzo Settore, caratterizzato da importanti elementi innovativi. La prima parte del lavoro introduce e discute alcune tematiche sociologiche che permettono la comprensione delle realtà studiate (tempo, reciprocità, dono e scambio simbolico, fiducia e capitale sociale); la seconda parte contiene i risultati della prima e, per ora, unica indagine empirica nazionale su queste esperienze, condotta dall’autrice stessa.
€ 24,00
Ascesa e declino della medicina moderna
Anno: 2005
L'autore si propone di analizzare i successi e i fallimenti della medicina nel corso della storia, così da poter fare un bilan
€ 22,00
Storia essenziale del teatro
Anno: 2005
Questa Storia essenziale del teatro offre al lettore uno sguardo panoramico sull’evoluzione nel corso dei secoli dell’arte della scena e dei suoi elementi costitutivi.
€ 33,00
Riflessività e creatività nelle professioni educative. Una prospettiva internazionale
Anno: 2005
Il tema della riflessività – intesa come capacità del pensiero di trarre conseguenze dall’oggetto del suo pensare – è oggi al centro di un ampio dibattito nelle scienze filosofiche e sociali. Gli effetti, individuali e sistemici, di questa nuova consapevolezza interessano i cosiddetti ‘custodi della cultura’, i lavoratori della conoscenza, formatori/educatori, in quanto modificano le pratiche di acquisizione, elaborazione e trasmissione del sapere. Il nuovo ‘attore sociale della formazione’ è un professionista riflessivo che adotta metodi, tecniche, approcci specifici per applicare la riflessività all’esperienza e al proprio pensare, trasformando il rapporto con il cliente/utente della formazione nel senso della reciprocità e dello scambio dinamico tra identità in costruzione. Parallelamente, si trasforma il legame del professionista con le organizzazioni di cui fa parte, con un ampliamento dei margini di creatività nella scelta dei linguaggi da usare, dei codici interpretativi e delle regole. Questo volume analizza in una prospettiva multidisciplinare (sociologica e pedagogica) la figura del professionista riflessivo nell’ambito educativo (docenti, educatori per l’infanzia, educatori professionali, formatori aziendali, coordinatori di risorse umane, valutatori della formazione), alla luce dei cambiamenti attuali (globalizzazione, decentramento e riforma) in Italia e in tre paesi europei: Gran Bretagna, Belgio, Norvegia. Vengono inoltre presentati strumenti riflessivi e creativi adottati in diverse situazioni formative, come il portfolio delle competenze, la ricerca-azione, il report autobiografico, lo storytelling, il doppio circolo interpretativo.
€ 17,00
Third Sector and Social Partnership in Italy. A Sociological Perspective
Anno: 2005
The contribution of the Third Sector is strategic to the start of a transition toward a welfare society, whose realisation depends on the rising of forms of reciprocal and trustful partnership among public, private, Third Sector and informal subjects. The Third Sector plays a specific role in the process of promoting a pluralistic welfare, thanks to new forms of social partnership among Third sector actors, state and market, based on horizontal subsidizing. In this perspective, pluralistic welfare emerges not as sum of different subjects, each dedicated to specific activities and sectors, but as a way of undertaking common actions and fostering relations. The entrance of new players in the welfare systems generates innovative synergies in the answer of the more and more complex social needs; furthermore, the creation of networks among Third Sector players and other players of the pluralistic welfare in the production of social services can spread a culture of solidarity and social responsibility.
€ 10,00
La disoccupazione. Letture, percorsi, politiche
Anno: 2005
Questo volume riprende il tema della disoccupazione nella sua complessità, tentando per un verso di situarlo dentro il cambiam
€ 18,00
Comunicare nell'emergenza
Anno: 2005
Settembre 2001: WTO di New York; marzo 2004: Madrid; luglio 2005: Londra
€ 14,00
Affetti musicali. Studi in onore di Sergio Martinotti
Anno: 2005
Critico musicale e musicologo, Sergio Martinotti si è laureato in Lettere all’Università Cattolica di Milano con Giuseppe Vecchi, ha studiato pianoforte con Alberto Mozzati, frequentando i corsi di Paleografia Musicale di Cremona e Bologna. Ha insegnato dal 1966 al Conservatorio «Verdi» di Torino e dal 1972 al 2002 è stato docente di Storia della Musica all’Università Cattolica di Milano. L’attività dello studioso si è proposta in direzioni diverse, ma affatto consonanti. In veste di critico musicale ha collaborato con «La Tribuna» di Roma, il «Corriere del Ticino», «La Stampa» e altri periodici. Particolarmente intenso si è rivelato l’apporto a enciclopedie, riviste culturali italiane e trasmissioni radiofoniche. Ha svolto conferenze presso molte istituzioni musicali italiane e ha partecipato come relatore a convegni internazionali di musicologia. La sua copiosa produzione scientifica si è esplicata, oltre che in numerosi saggi, nei libri Ottocento strumentale italiano (Bologna 1972), Bruckner (3a ed. aggiornata, Torino 2003) e Brahms (Milano 1980).
€ 35,00

News

06.12.2022
La metafisica cristiana di Gustavo Bontadini
Giovedì 15 dicembre Leonardo Messinese presenta "Il filosofo e la fede" all'Università della Calabria.
02.12.2022
Carlo Borgomeo alla Rai Sicilia
Il 19 dicembre l'autore di "Sud. Il capitale che serve" presenterà il suo libro.
02.12.2022
Bombelli e Chiesi al Festival della Migrazione
Lunedì 12 dicembre la tavola rotonda a partire dal volume "Persone, spazi e complessità".
08.11.2022
La ricetta perfetta per un Natale di libri
Cosa non può mancare in una ricetta natalizia? Zucchero? Farina? Cannella? Per noi non possono mancare i libri! Seguendo la nostra ricetta letteraria, troverai gli ingredienti segreti per una lettura o un regalo speciale.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Inserire il codice per attivare il servizio.