Sociologia - tutti i libri per gli amanti del genere Sociologia - Vita e Pensiero (10)

Sociologia

Il legame incrinato. Lavoro e società in trasformazione nell'epoca della globalità
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2003 | pagine: 228
Anno: 2003
La globalizzazione dell’economia e i processi di deregolamentazione hanno concorso a forgiare una profonda riorganizzazione del lavoro, del suo significato, della stratificazione sociale ad esso collegata. Nuove ambivalenze e contraddizioni accompagnano tali trasformazioni, in cui il lavoro appare, da un lato, risorsa strategica da valorizzare e, dall’altro, elemento altamente precario. In questo contesto, il presente volume si propone di analizzare la relazione tra lavoro, società e azione dei soggetti nel recente dibattito sociologico. Il richiamo al ruolo dell’agire sociale consente di problematizzare alcuni dei concetti utilizzati per descrivere il mutamento in atto, lasciando aperte le possibilità di percorsi sociali differenti, sui quali le transizioni possono procedere, al di fuori di presunte vie obbligate già tracciate.
€ 15,00
Temi emergenti di sociologia della famiglia. La rilevanza teorico-empirica della prospettiva relazionale
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2003 | pagine: 220
Anno: 2003
L'idea di famiglia, le aspettative delle persone nei confronti della vita familiare, i percorsi e le modalità di 'fare famigli
€ 17,00
Disagio e ambiente
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2002 | pagine: 272
Anno: 2002
I saggi contenuti in questo volume affrontano, secondo diverse modalità, il problema dei rapporti che intercorrono tra alcune forme di disagio e gli ambienti con cui esse interagiscono. Vengono presi in considerazione i contesti di vita urbana, rispetto ai quali ci si interroga sulla qualità della vita nell’esperienza quotidiana, oltre che sul carattere patogeno degli squilibri che spesso li caratterizzano; vengono inoltre messi in luce i legami tra disagio e metamorfosi dei tessuti urbani. In seguito, l’attenzione si sposta sul disagio giovanile e sui suoi rapporti con la comunità locale – con particolare attenzione alle possibilità di fruizione dell’ambiente naturale – anche mediante i risultati di una ricerca empirica che documenta il disagio giovanile in un quartiere della periferia di Milano, caratterizzato da diversi fattori di rischio. Per individuare percorsi che consentano di passare dallo squilibrio al riequilibrio, viene proposta un’analisi della crisi ambientale che permette di riscoprire l’ambiente naturale come bene pubblico essenziale e come possibile risorsa per il recupero del disagio. In tale ottica, la salvaguardia della natura – in particolare attraverso i parchi e le aree protette – diventa un obiettivo fondamentale sia per le politiche ambientali, sia per quelle sociali. Gli usi compatibili e pro-sociali della natura vengono documentati mediante la descrizione di alcune iniziative realizzate nelle aree protette, di nuove forme di partecipazione locale, di impegno civile e ambientale, attuate da organizzazioni di terzo settore. Inoltre, vengono illustrate significative esperienze di prevenzione e di recupero di soggetti deboli in contesti naturali. Tutto ciò rimanda a nuovi compiti per il lavoro socio-educativo, considerati attraverso una rivisitazione della professionalità dell’educatore ambientale, in rapporto alla rete dei servizi educativi, culturali e sociali presenti nella comunità locale. Infine, di fronte ai numerosi rischi incombenti sull’ambiente naturale, viene richiamata la necessità ormai ineludibile di una ‘conversione ecologica’, sia sul piano dei comportamenti personali, sia su quello sistemico e dell’organizzazione sociale. Per garantire la virtuosità di tale ‘conversione’ si propone una concezione ‘intermedia’ dell’ecologia, che esalta il valore intrinseco della persona nella sua interdipendenza con la natura. Ne consegue il dovere di valorizzare la politica come strumento per la realizzazione del bene comune, a partire dalla salvaguardia dell’ambiente naturale, che rappresenta indubbiamente ‘il più comune di tutti i beni’.
€ 20,00
Il turismo bresciano tra passato e futuro
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2002 | pagine: 456
Anno: 2002
Nonostante gli sforzi compiuti dagli studiosi, non si è giunti ancora a una definizione condivisa di ‘turismo’: esso rimane un fenomeno multiforme, sfaccettato, dai confini incerti. Il modo più appropriato per studiarlo, quindi, sembra essere quello pluridisciplinare. Con questa prospettiva, i contributi qui raccolti offrono un ampio ventaglio di approcci scientifici applicati all’analisi di una significativa meta turistica del nostro Paese, importante sia per il flusso di visitatori che riesce a richiamare, sia per le risorse possedute. Risorse ambientali e artistiche assai varie, distribuite su un territorio che gravita intorno a un capoluogo che ha mutato negli ultimi anni la propria immagine di ‘città calvinista’ dedita alla religione del lavoro per accreditarsi come città d’arte. Tale realtà viene osservata dal punto di vista storico, ricostruendo l’evoluzione del fenomeno turistico, che ha inizio alla fine dell’Ottocento per prendere decisamente impulso e trasformarsi in evento di massa nel secondo Novecento. Vi è poi un’analisi di carattere economico sulle connessioni fra turismo, ambiente e sviluppo, sulle caratteristiche della domanda e dell’offerta e sulle sfide che quest’ultima è chiamata ad affrontare a causa della sempre più accentuata concorrenza nazionale e internazionale. Non manca, inoltre, una disamina delle trasformazioni in corso nell’organizzazione pubblica del turismo, con riferimenti anche a esperienze straniere. Riconosciuta l’accentuata dimensione internazionale del turismo bresciano, ampio spazio è dedicato alle numerose problematiche suscitate dall’incontro fra lingue e culture diverse, in particolare al tema della comunicazione, compresa quella a scopo promozionale, realizzata da soggetti pubblici e privati, che sempre più richiede figure professionali specializzate, dotate di solide competenze linguistiche e culturali.
€ 32,00
Il culto dell'emozione
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2002 | pagine: 164
Anno: 2002
Dalle profondità della società tecnologica e iperorganizzata riemerge oggi, prepotentemente, l'irrazionale come emozione forte
€ 12,00
Dimensioni del servizio sociale. Principi teorici generali e fondamenti storico-sociologici
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 2000 | pagine: 324
Anno: 2000
Questo volume rappresenta un contributo alla elaborazione teorica dei contenuti del servizio sociale in una duplice direzione: una prima direzione di ricerca e di approfondimento delle implicazioni teoriche di questa attività professionale, con particolare attenzione alle sue dimensioni filosofiche, giuridiche, etiche, storiche e sociologiche, al fine di consentire uno sviluppo del «corpus teorico» che ne determina la dignità sul piano culturale e scientifico. La seconda direzione è quella della pratica didattica e formativa, di cui sono protagonisti sia i docenti e gli allievi dei corsi per assistenti sociali, sia gli operatori sul campo, connotati i primi dall’esigenza di insegnare, i secondi da quella di apprendere e i terzi da quella di «riprendere ad apprendere» e di trasmettere i contenuti fondamentali della professione. L’occasione che ha determinato la stesura di questo volume è stata l’introduzione della docenza di «Principi e fondamenti del servizio sociale» nell’ordinamento didattico delle scuole dirette a fini speciali per assistenti sociali, ma i materiali raccolti – suscettibili di ulteriore elaborazione, integrazione e sviluppo – si inseriscono all’interno di un percorso di documentazione e di ricerca che ha come obiettivo finale il chiarimento e l’auspicata soluzione dei «nodi» che ancora impediscono nel nostro paese un’adeguata definizione delle attività professionali che si collocano nell’ambito del servizio sociale.
€ 22,00
La città da vivere. Teorie e indicatori di qualità
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1998 | pagine: 196
Anno: 1998
Questa ricerca sulla qualità urbana è stata realizzata presso la Sezione «Ambiente e Territorio» del Dipartimento di Sociologia dell’Università Cattolica di Milano. Il tema conduttore dell’indagine è l’approfondimento dei modi attraverso cui la qualità ambientale viene percepita ed elaborata nei vari contesti sociali, anche al di fuori di criteri di razionalità strumentale: si pensi alle relazioni di appartenenza, di influenzamento e di riferimento di gruppo e ai loro potenti effetti sugli atteggiamenti e sui comportamenti. Nell’esposizione, si parte da un profilo teorico generale per arrivare a riflessioni più specifiche sulla realtà odierna delle conurbazioni mature, con particolare riferimento ai casi italiani. Pertanto, si propone all’inizio un modello di analisi, che organizza i principali fattori di valutazione della qualità ambientale e della qualità della vita; seguono approfondimenti critici sugli indicatori e sui metodi utilizzati fino ad oggi per questi studi, nonché sulle diverse rappresentazioni culturali e sociali dell’ambiente, del degrado e del rischio ecologico, nei loro aspetti quantitativi e qualitativi, scientifici e di «senso comune». Si prospettano infine alcune metodologie di concreto miglioramento della qualità delle conurbazioni mature. L’indagine conferma l’ipotesi che le soluzioni proposte per migliorare la qualità della vita si basano sempre su giudizi di valore, anche se talvolta impliciti. È auspicabile allora che la ricerca scientifica non rinunci a porsi anche questioni di natura teleologica, assumendo le proprie responsabilità etiche, deontologiche e sociali.
€ 13,00
Etica e servizio sociale
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 352
Anno: 1995
Nella cultura dell’Italia contemporanea, caratterizzata da crescente disorientamento e perdita di centri di riferimento, sembra particolarmente difficile identificare valori condivisi. Tuttavia la questione etica attira l’attenzione di molti, in quanto potrebbe offrire una via d’uscita alla crisi che attraversa i diversi campi del sapere e della vita sociale. Ogni uomo cerca infatti qualcosa di comune su cui convenire con i propri simili, se non altro perché non venga meno quel minimo di coesione sociale che renda possibile vivere in società complesse e potenzialmente conflittuali come le nostre. In questo clima, non privo di contraddizioni, è tornata a galla l’esigenza – rimossa nella stagione della contestazione – di riflettere sui temi dell’etica nel servizio sociale. Per facilitare tale ripresa d’interesse, le Fondazioni Luigi Moneta di Milano ed Emanuela Zancan di Padova hanno promosso un itinerario triennale di ricerca e di elaborazione su questioni etiche essenziali per gli assistenti sociali, al fine di individuare un insieme di valori validi sia come riferimento per chi già lavora nel sociale, sia per l’attività didattica nella formazione di nuovi operatori. Si è così inteso enucleare e poi sperimentare valori che traducano nella prassi del servizio sociale le responsabilità che dovrebbero essere di tutti i cittadini e che – nella misura in cui non lo sono – richiedono un intervento professionale specifico, per poter essere affermati – in modo particolare – nel rispondere a situazioni di grave bisogno personale e sociale. I contributi di sintesi dei tre anni di lavoro e le esperienze documentate in questo volume rappresentano un tentativo per formulare un insieme di proposte etiche per il mondo professionale del servizio sociale, che da più parti – nelle sedi formative e sul campo – sembra richiedere con insistenza un’area comune di valori ai quali poter fare riferimento, anche per passare da una riflessione prevalentemente interna ad un dibattito più allargato, che investa i livelli pubblici e istituzionali di elaborazione e programmazione delle politiche sociali.
€ 18,59
Sociologie micro sociologie macro
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 228
Anno: 1995
La recente riscoperta delle dimensioni soggettive dell'agire ha rinverdito la storica dialettica tra gli approcci (neo) positi
€ 14,00
Comunicazione e riflessività. Simmel, Habermas, Goffman
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1994 | pagine: 164
Anno: 1994
Il clima culturale postmoderno riveste di nuova attualità interrogativi fondamentali per l'uomo che la sociologia da sempre ce
€ 12,00
L' ordine dell'interazione. La sociologia di Erving Goffman
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1992 | pagine: 304
Anno: 1992
Erving Goffman, sociologo di grande prestigio nella madre patria (nel 1982, anno della sua morte, era Presidente delI'American
€ 17,00
La cultura postmoderna. Conseguenze socio-culturali dello sviluppo tecnico
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1991 | pagine: 308
Anno: 1991
Koslowski progetta una cultura postmoderna in grado di riprendere gli elementi della tradizione del diritto naturale, del liberalismo, del romanticismo europeo e dell'idealismo tedesco che più hanno influito sul pensiero contemporaneo. In tal senso la ricerca si propone come un'analisi unitaria e completa delle forme in cui la cultura attuale, generata soprattutto dallo sviluppo tecnico, si esplica nella scienza, nell'economia e nell'arte. Filosofia, teorie sociali, pluralismo, tecnica e problemi dei diritti umani si intrecciano in una nuova coscienza culturale che si rivela in un rafforzato e diffuso interesse per l'arte e la religione come pure in una attenzione rinnovata per la dimensione più interiore dell'uomo.
€ 15,49

News

18.07.2022
Colpi sul muro dell'indifferenza
Un consiglio di lettura che tocca le pagine di Tomáš Halík e Simone Weil.
18.07.2022
Un granello di bontà, speranza del mondo
Contro la tragedia della guerra, i soprusi dei potenti, la cattiveria di molti c'è la speranza della bontà, tra Grossman ed Esquirol.
27.07.2022
Luigino Bruni, l’economista che salva le parole
Luigino Bruni, direttore scientifico di "The Economy of Francesco", l'economista attento alle parole giuste e al bene comune, risponde al nostro Questionario di Proust.
18.07.2022
Le dolci potenti pagine della letteratura
Tolstoj, Dostoevskij e Melville: viaggio nella dolcezza inaspettata raccontata da Anne Dufourmantelle.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane