Tutti i libri di di Vita e Pensiero (160)

Libri

Metafisica. Saggio introduttivo, testo greco con traduzione a fronte e commentario
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 1854
Anno: 1995
...
€ 50,61
Uno storico umanista alla corte sforzesca. Biografia di Bernardino Corio
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 356
Anno: 1995
In questo volume è, per la prima volta in modo esauriente, ricostruita la biografia dello storiografo sforzesco Bernardino Corio (1459-1505). Sullo sfondo degli eventi politico-militari dell’Italia della seconda metà del Quattrocento e dei primi anni del Cinquecento, culminati nella tragica perdita dell’indipendenza del ducato di Milano di fronte allo straniero, le vicende dello scrittore sono qui ripercorse grazie all’ausilio soprattutto di documenti notarili rimasti sinora inesplorati. Ne emerge, con dovizia di particolari ma in una organica visione d’insieme, la figura, restata sinora in ombra, del Corio uomo di corte, ufficiale ducale, storico, amministratore, non troppo fortunato, degli affari e dei beni di famiglia.
€ 26,00
Il debito impensato. Heidegger e l'eredità ebraica
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 308
Anno: 1995
Il saggio di Marlène Zarader va certamente annoverato fra le letture più originali e più provocanti di Heidegger. In un libro precedente, Heidegger et les Paroles de l’origine (1986), la Zarader aveva seguito il suo autore sino alle soglie estreme della Grecia, alla ricerca delle tracce dell’originario. Con questa sua seconda monografia l’autrice viene a indicare l’altra sorgente, forse la più essenziale, sebbene non citata e anzi rimossa nell’impensato. La tesi che viene proposta con puntigliosa e lucida determinazione è proprio questa: le figure dell’essere a cui tende, da ultimo, l’approdo heideggeriano ripetono l’eco di una tradizione che, più che greca, è propriamente biblica; ma di questo debito appunto non sembra esserci traccia nelle citazioni di Heidegger. L’analisi così appassionata e così scientificamente precisa della Zarader non ha un valore meramente regionale e anzi dischiude una decisiva considerazione di metodo. In tal senso la stessa critica sul debito heideggeriano non è che un modo di rendere ancor più coerente ed esplicita la lezione del filosofo di Messkirch.
€ 24,00
Visioni e profezie. Mistica ed esperienza della trascendenza
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 168
Anno: 1995
Lungi dal declinare, la religione persiste nella società secolarizzata attraverso l'eclatante proliferare di apparizioni.
€ 14,00
I Tre dialoghi e il racconto dell'Anticristo
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 272
Anno: 1995
I Tre dialoghi e il racconto dell’Anticristo sono l’opera 'ultima' di Solov’ëv, l’apice e forse la ritrattazione di tutta la sua precedente riflessione. In queste pagine, scritte poco prima della morte, la fiducia nella storia viene sostituita da una più drammatica interpretazione del divenire terreno. Se nei Tre dialoghi il bersaglio polemico di Solov’ëv è costituito soprattutto dal cristianesimo mutilo di Tolstoj, il Racconto dell’Anticristo è un testo che continua a inquietare per la chiaroveggenza con cui ci rivela il volto – o, meglio, uno dei volti – dell’Anticristo nell’epoca moderna. Il suo Anticristo irrompe in una storia umana desacralizzata, svuotata di orizzonti trascendenti, agendo nel vuoto, in una frammentazione orizzontale di religioni, culture, popoli, accogliendo ogni aspetto del reale ma spogliandolo al tempo stesso del suo significato essenziale. In questo senso l’Anticristo di Solov’ëv, portatore di un’ideologia conciliatrice, ‘inclusiva’, capace di una quasi infinita capacità di allontanamento dalla Verità, appare particolarmente attuale e minaccioso oggi, nell’odierno deserto del senso e dei valori.
€ 15,00
Tema e disposizione della
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 192
Anno: 1995
...
€ 13,00
Sulle categorie di Aristotele
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 160
Anno: 1995
...
€ 13,00
Il trattato sul cosmo per Alessandro attribuito ad Aristotele
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 548
Anno: 1995
€ 33,00
Sociologie micro sociologie macro
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 228
Anno: 1995
La recente riscoperta delle dimensioni soggettive dell'agire ha rinverdito la storica dialettica tra gli approcci (neo) positi
€ 14,00
Il punto di partenza della metafisica. Il tomismo di fronte alla filosofia critica
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 564
Anno: 1995
Joseph Maréchal (1878-1944) per lunghi anni, dal 1919 al 1935, fu maestro di filosofia in Lovanio: un magistero che, sebbene estraneo alle ‘mode’ filosofiche del secolo xx, ha avuto un seguito di tutto rilievo. Vi attinsero studiosi come J.B. Lotz, K. Rahner, W. Brugger, E. Coreth, tanto per citare i più autorevoli rappresentanti della cosiddetta «Maréchal-Schule». La sua opera più significativa, in cinque volumi, Le point de départ de la Métaphysique. Leçons sur le développement historique et théorique du problème de la connaissance, porta un titolo quanto mai emblematico, disposto – com’è facile notare – fra tradizione scolastica e tradizione moderna: un’opera di mediazione che, nel modo più incisivo, rompe una secolare distanza e una lunga teoria di incomprensioni. Il volume, che qui viene presentato in traduzione italiana, corrisponde alla quinta parte dell’opera, ma può essere considerato come un libro a sé stante, certamente il più compiuto e profondo nella produzione teoretica di Maréchal. Si potrebbe dire che le due tensioni fondamentali, quella che resta nella tradizione metafisica e quella che si apre alla considerazione moderna della gnoseologia, vi trovano il più alto equilibrio e la più convincente integrazione. Determinante è in tal senso l’incontro con Kant e con l’asserto principale della sua ricognizione trascendentale, così come suona nella Critica della ragion pura: «se il condizionato è dato, è allora data altresì l’intera somma delle condizioni, e quindi è dato l’assolutamente incondizionato». Com’è noto, si trattava per Kant non di un asserto di realtà, ma solo di un’esigenza inderogabile della ragione. Attraverso un’articolata analisi Maréchal può invece piegarlo dalla parte di un asserto di realtà, anzi a fondazione dell’intero edificio metafisico. Se infatti la realtà del dato fenomenico può, nella sua finitezza, comprendersi solo sulla base ideale di un referente incondizionato, si deve poi ritenere che l’asserto dell’incondizionato è in ultima istanza anche un asserto di realtà: un semplice a priori logico non potrebbe certo dar conto di un dato fenomenicamente reale. L’intelligenza medievale, che ai trascendentali guardava come alle radici ontologiche dell’essere, trova così nella riflessione gnoseologica la sua costituzione più rigorosa. Maréchal vi giunge attraverso un lungo itinerario analitico, di cui appunto il presente volume vale come testimonianza alta e indimenticabile.
€ 37,18
'Exemplum' ed esemplarità in Properzio
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 360
Anno: 1995
La ricerca tende a superare definitivamente la nozione di exemplum come momento inerte di un divagare erudito e ornamentale, per dimostrare, al contrario, quanto la tecnica dell’inserto esemplare sia costitutiva della poesia e dell’ideologia properziana, mediazione forte e intensa di un messaggio a prima vista non percepibile in tutte le sue valenze di arricchimento del testo, ma non di meno essenziale e necessario, anche nel suo stesso porsi come momento di sfida per il lettore, provocato a soffermarsi sulle apparenti sfasature o ‘non pertinenze’ tra exemplum e referente. L’analisi linguistica del tessuto connettivo di un buon numero di elegie porta a individuare nell’exemplum il nodo centrale dell’espressione poetica di Properzio, in perfetta coerenza con il resto del componimento, del quale spesso aggrega e riannoda le tendenze centrifughe: una prospettiva che si illumina attraverso l’uso di procedimenti cari da una parte al neoterismo (l’allusione, la polisemia, la doctrina), dall’altro alla retorica (la funzione probatoria oppure esortatoria e sempre comunicativa dell’exemplum). Condotta per questa via, l’analisi non ignora alcune questioni testuali, alle quali l’esegesi possa dare un qualche contributo. Però l’interpretazione dei singoli componimenti non si esaurisce in se stessa, anzi mira a delineare una poetica, che trapassa a polemica dichiarazione di una scelta di vita e alla fondazione di un rinnovato codice morale dei rapporti amorosi: attraverso l’exemplum si giunge così all’esemplarità, che inquadra il poeta in un preciso momento culturale e ne fa emergere la personalità.
€ 26,00
Chiesa e mondo feudale nei secoli X-XII. Atti della dodicesima Settimana internazionale di studio Mendola, 24-28 agosto 1992
formato: Libro | editore: Vita e Pensiero | anno: 1995 | pagine: 660
Anno: 1995
Le Settimane internazionali di studio, che, a partire dalla lontana estate del 1959, l’Università Cattolica del Sacro Cuore promuove con ritmo triennale nella residenza estiva del Passo della Mendola (Trento), hanno ormai oltrepassato il trentennio con questa dodicesima edizione. Dopo vari cicli, sempre rivolti allo studio dei secoli XI e XII, dedicati alle istituzioni della societas christiana occidentale e, nel precedente incontro, alla Militia Christi, la dodicesima Settimana si è proposta di studiare il grande tema del rapporto tra Chiesa e mondo feudale, ben presente nella più vivace medievistica contemporanea. Chiesa e mondo feudale nei secoli X-XII vuole però essere soltanto un titolo d’insieme entro il quale l’apporto specifico di studiosi particolarmente qualificati ha tentato di inquadrare tutta la complessa problematica che riguarda il confronto della Chiesa e delle sue strutture, consolidate nell’età carolingia, con ogni forma di potere esercitato in parte dalla Chiesa stessa e in parte dalle signorie laiche in una società in profonda trasformazione. Studiosi di diverse discipline hanno illustrato le molteplici manifestazioni della presenza della Chiesa nel mondo di allora. Ne è risultata una immagine di Chiesa e società ancorata su base documentaria assai più solida, atta a favorire una migliore comprensione di fenomeni che si collocano in momenti nodali nello sviluppo della civiltà europea.
€ 52,00

News

07.09.2020
Melarete: l'etica a scuola
Il progetto di Luigina Mortari di educazione all'etica per la scuola dell'infanzia e la primaria con spunti teorici, suggerimenti pratici e le storie illustrate.
09.09.2020
Vicini alla scuola: i nostri consigli di lettura
Fino al 30 settembre tutti i libri delle collane di pedagogia ed educazione sono disponibili a un prezzo scontato: ecco alcuni consigli di lettura dedicati agli insegnanti.
24.09.2021
Voci dalle periferie per una Milano nuova
Il 27 settembre alla Fondazione Feltrinelli ospite Marisa Musaio per il libro "Ripartire dalla città".
17.09.2021
Giustizia: la stagione delle riforme
Il 1° ottobre a Rimini dibattito sulla giustizia con Canzio, autore di "Giustizia. Per una riforma che guarda all'Europa".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento