Il tuo browser non supporta JavaScript!

Pablo d’Ors, un sacerdote che risveglia l’entusiasmo

13.08.2020

«Una di quelle sere autunnali mi emozionai nella contemplazione del calare del sole, con gli alberi all’orizzonte e le nubi rosate e iridescenti. In qualche modo mi identificai con gli alberi, con le nubi, con quel sole spettacolare che sembrava nascondersi dietro alle montagne solo per rendermi felice. Vedere bene la realtà – fu allora che lo intuii – significa vederla come specchio di se stessi e del mondo. Perché tutto riverbera in ogni cosa. E perché in quegli alberi, così come in quelle nubi o in quel tramonto, c’ero io […]. Avevo visto me stesso e il mondo nella sua frondosità o nel suo abbandono, nel caso dell’albero; nel suo colore o volubilità, nel caso della nube; e nella sua maestosità in quello del sole. E come non emozionarmi nel rendermi conto che tutto, assolutamente tutto, è presente in ogni cosa? […] Qualcosa mi spinse a pensare a Walt Whitman, il poeta statunitense.

Non so se fu la bellezza di quel paesaggio da film o lo stesso Whitman a condurmi all’improvviso all’idea di Dio, al sentimento di Dio. Perché, se esisteva quel paesaggio, se esisteva Whitman, mi dissi, doveva esistere Dio. E pronunciai la parola Dio come se lo riconoscessi per la prima volta, o come se lo vedessi proprio mentre ammiravo quel paesaggio nordamericano che tanto mi ricordava il famoso poeta. Forse l’avevo invocato tramite la natura. Mi piaceva molto cavalcare con l’idea di Dio in testa e il sentimento di Dio nel cuore. “Bello vero?” dissi a Whitman come se fosse accanto a me su un altro cavallo invisibile che trottava docile al mio fianco.»

Chissà se nell’adolescente Pedro Pablo Ros, il protagonista del romanzo Entusiamo da cui abbiamo tratto questa citazione, rivive anche il vero incontro che Pablo d’Ors ha avuto nella sua vita con Dio.  Non lo sappiamo, ma certamente in quest’opera c’è molto del pensiero di questo sacerdote madrileno, classe 1963, che ha fatto della meditazione, della riflessione su di sé, della scrittura, un dono agli altri.

L’arte, la scrittura, sono per lui quasi ereditari, nel senso che la sua è una famiglia di artisti e scrittori; ad esempio se andate al Museo di El Prado troverete una statua di suo nonno, Eugenio d’Ors, che ne fu anche direttore. Ma il percorso non è stato diretto, lineare: studia prima diritto a New York per dedicarsi poi allo studio della filosofia e della teologia,con un dottorato a Roma e altri studi a Vienna e Praga.

Discepolo del monaco e teologo Elmar Salmann, è diventato sacerdote cattolico nel 1991 e insieme, scrittore. La sua prima missione claretiana è in Honduras e al ritorno in Spagna, d'Ors diventa capellano universitario e poi dell’ospedali di Madrid, una esperienza importante dalla quale nascerà Sendino muore, un testo che racconta la storia vera di África Sendino, una dottoressa che un giorno scopre di avere un tumore incurabile e affronta la malattia con una fermezza d’animo e un’eleganza che evocano una vita interiore fuori dal comune.

Professore di drammaturgia e teologia nella sede di Madrid della Pontificia Università di Salamanca, si diverte a tradurre in opera teatrale il Canto di Natale di Dickens, vincendo il premio Celestina della critica.

La sua profonda riflessione sul silenzio, diventata un manifesto della meditazione con il libro Biografia del silenzio, è nata camminando: ha raggiunto a piedi in pellegrinaggio Santiago de Compostela, ha attraversato il deserto del Sahara, ha soggiornato sul monte Athos. Nel 2014 fondato l’associazione Amici del Deserto, con cui condivide l’avventura della meditazione. Come dice spesso scherzando: «Da quando ho scritto un libro sul silenzio non ho più smesso di parlarne». Tra i suoi punti di riferimento un posto speciale occupare Charles de Faoucaudl, al quale è dedicato L'oblio di sé.

Sempre nel 2014 papa Francesco lo ha nominato consultore del Pontificio Consiglio della Cultura.

Pablo d’Ors è un entusiasta, nel significato originario del termine scelto non a caso come titolo del suo romanzo; significa “essere abitati da Dio”, “avere Dio dentro”, e come ha raccontato egli stesso in una bella intervista di Monica Mondo su Tv2000: «tutti abbiamo Dio dentro; alcuni lavorano per sentirlo, per ascoltarlo, per permettere che venga fuori; altri vivono nell’inconsapevolezza. Il mio lavoro come prete, come scrittore è tentare di svegliare questo tesoro dentro di noi».

 
PdfEntusiasmo
Entusiasmo
autore: Pablo d'Ors
collana: Varia. Narrativa
formato: Ebook | editore: Vita e Pensiero | anno: 2018
Un ragazzo che diventa uomo, un percorso di formazione che prende la spensieratezza e l’incertezza di un diciannovenne e le
€ 12,99

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 191 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane