"Cosicchiare" e poetare tra i mercatini

"Cosicchiare" e poetare tra i mercatini

05.08.2023

Cianfrusaglie, attrezzi di ogni tipo, utensili da giardino, santini, libri, elettrodomestici incompleti, barattoli scheggiati, recipienti, stoviglie spaiate, vestiti, biancheria sgualcita, vecchi giocattoli.  

Queste e tante altre cose popolano i mercatini dell’usato, con oggetti sparsi alla rinfusa sui banconi nelle piazze e nelle vie delle città o paesini arroccatti, in montagna o in riva al mare. Famoso è il Marché aux Puces di Parigi.

E avviciandoci all'atmosfera della capitale francese, l’esercizio che vi suggeriamo per riscoprire la nostra intelligenza naturale e metterci offline, è quello di uscire di casa e perdersi in uno di questi mercatini, rovistare tra gli oggetti più disparati e senza tempo, dare valore alle cose e domandarsi a chi sono appartenuti, immaginarsi le vite dei proprietari, quando e dove sono stati utilizzati, insomma «cosicchiare» come fa il protagonista di uno dei racconti della psicanalista francese Catherine Ternynck in La possibilità dell’anima.

«Andava in giro per mercatini dell’usato, rigattieri e antiquari. E il suo piacere si esauriva lì, perché non aveva alcun interesse a collezionare oggetti. Non gli piaceva trattare. Provava giusto il piacere delle cose. Aveva imparato ad andar loro incontro, perché sapeva che sono ben più di quanto sembrino. In loro sono stati deposti gesti, parole, pensieri, che vi restano trasmettendo loro amicizia, intelligenza o, al contrario, stupidità e rancore. Ma come spiegare, a chi scorgeva in lui un semplice collezionista, che curiosare lo rendeva un poeta? Si limitava a sorridere: “Io cosicchio”. E la parola, piuttosto evasiva, faceva sorridere di rimando. Capitolo chiuso…».

Come chi cerca un tesoro nascosto tra rigattieri e antiquari, rovistando e immaginando le vite, in ognuno di questi racconti l’autrice ricerca l’anima del marito scomparso attraverso gli oggetti, i luoghi, le persone che incontra, mettendosi in cammino e guardandoli in maniera nuova, provando a vivere diversamente il mondo.

Perché, scrive la Ternynck, «il poeta è colui che, appena posa il suo sguardo, vede oltre ciò che guarda. Il poeta non è colui che dà l’anima alle cose, bensì colui che permette alle cose di svelare la loro anima.»

(di Chiara Ascoli)

 
La possibilità dell'anima
La possibilità dell'anima
Autore: Catherine Ternynck
Collana: Grani di senape
Formato: Libro | Editore: Vita e Pensiero | Anno: 2022 | Pagine: 232
Con questo volume delicato e poetico Catherine Ternynck apre una riflessione profonda sull’anima, destinata a essere figura di assenza in un mondo troppo pieno.
€ 18,00

Array
(
    [acquista_oltre_giacenza] => 1
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [disabilita_inserimento_ordini_backend] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [has_login] => 1
    [has_messaggi_ordine] => 1
    [has_registrazione] => 1
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [is_ordine_modificabile] => 1
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 293 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Inserire il codice per attivare il servizio.