Joseph E. Stiglitz: premio Nobel per l'Economia

Un libro da premio Nobel per l'Economia

05.06.2015
Verso un nuovo paradigma dell'economia monetaria
Verso un nuovo paradigma dell'economia monetaria
autori: Bruce Greenwald, Joseph Stiglitz
formato: Libro
prezzo:
vai alla scheda »

Il premio Nobel Joseph E. Stiglitz è stato ospite dell’Università Cattolica di Milano l'8 giugno, per inaugurare il nuovo centro di ricerca dell’Università Cattolica Complexity Lab in Economics (Cle), nato con l’obiettivo di incoraggiare la ricerca sulle applicazioni della scienza della complessità ai modelli economici.

Joseph Stiglitz è un economista, scrittore e docente statunitense. Insegna Economia e Finanza alla Columbia University di New York. Ricopre incarichi anche alla Graduate School of Business, alla School of International and Public Affairs e all’Economics Department. È stato capo del Council of Economic Advisers del Presidente degli Stati Uniti e membro del gabinetto del Presidente Clinton. Ha ricoperto la carica di senior vice-presidente per lo sviluppo economico e capo economista presso la Banca Mondiale. È considerato tra i creatori della cosiddetta Economia dell’informazione ed è tra gli autori di un documento che ha ricevuto il premio Nobel per la Pace: il Rapporto Intergovernativo per i Cambiamenti Climatici delle Nazioni. Lui stesso è stato insignito del premio Nobel per l’Economia nel 2001 per il suo contributo alla teoria delle asimmetrie informative.

Vita e Pensiero ha pubblicato uno dei suoi libri fondamentali per un nuovo approccio all’economia monetaria: Verso un nuovo paradigma dell’economia monetaria (il discorso inaugurale tenuto nell'Ateneo cattolico si intitolava appunto “Imagining an Economics that Works: Crisis, Contagion and the Need for a New Paradigm”)

Il volume si concentra sul ruolo del credito nel facilitare e promuovere l’attività economicaIl ‘nuovo paradigma’ enfatizza la domanda e l’offerta di fondi da concedere a prestito, cercando di comprendere come le banche e le altre istituzioni esaminano l’informazione per valutare l’affidabilità e solvibilità di chi ottiene credito. Tale paradigma spiega i fattori che determinano le decisioni delle banche di offrire finanziamenti, e la loro capacità a farlo. Inoltre esplora le conseguenze delle interconnessioni di credito nell’economia, descrivendo le implicazioni del nuovo paradigma per gestire la politica economica e analizzando come i cambiamenti di struttura dell’economia possono di fatto influire sull’efficacia della politica monetaria e quindi sulla stabilità economica.

 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 2578 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento