Il tuo browser non supporta JavaScript!

I VALORI E I PROGETTI DEI GIOVANI DEL SUD

29.06.2020
Giovani del Sud
Giovani del Sud
autori: Emiliano Sironi, Francesco Del Pizzo, Stefania Leone
formato: Libro
prezzo:
vai alla scheda »

Il desiderio di spostarsi dal luogo in cui si è nati, la necessità di un lavoro per raggiungere prestigio e stabilità; la famiglia come luogo di fusione intima e conflittualità, la religione come perno identitario: sono alcuni elementi della ricerca dell’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo “Giovani del Sud” che saranno presentati martedì 30 GIUGNO ALLE 18.00
in diretta sul canale youtube della casa editrice Vita e Pensiero

Gli autori del libro Giovani del Sud (in libreria dal 2 luglio) FRANCESCO DEL PIZZO, STEFANIA LEONE, EMILIANO SIRONI, discuteranno infatti della condizione giovanile nel Mezzogiorno d’Italia a partire dai dati raccolti dall'Osservatorio Giovani dell'Istituto Toniolo in occasione del webinar, live sul canale youtube di Vita e Pensiero (link evento https://www.youtube.com/watch?v=GCzd4HOVR4M)

Introdurrà Paola Bignardi e modererà l’incontro il giornalista Rai Guido Pocobelli Ragosta.
Interverranno in video messaggio l'Arcivescovo di Napoli Cardinale Crescenzio Sepe e il Decano della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale - Sez. San Tommaso Francesco Asti; porgerà alcune domande una giovane studentessa del Collegio Marianum dell’Università Cattolica, Lidia Margiotta.

Utilizzando i dati delle recenti indagini condotte dall’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo, ente fondatore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, il volume intende analizzare la condizione giovanile nel Mezzogiorno, adottando un’ottica comparativa con le altre macroregioni italiane del Centro e del Nord Italia allo scopo di evidenziare, attraverso le risposte di un campione rappresentativo di Millennials, la visione del mondo e delle biografie personali da parte dei giovani in Italia. Ci si è focalizzati su una lettura territoriale dei dati, che avesse come elemento portante la condizione giovanile al Sud.

La difficile situazione occupazionale, che riguarda in modo diffuso le nuove generazioni in Italia, assume ancora maggiore rilievo al Sud, per via del mai colmato divario con le regioni centro-settentrionali nella dinamica economica, acuito dalla crisi. Di fronte a un contesto caratterizzato da ritardi e deprivazione materiale emergono però dei tratti di valore che riguardano i giovani al Sud e che possono rappresentare la base per una inversione di tendenza, se supportata da adeguate politiche pubbliche.

Analizzando diverse aree tematiche – religiosità, valori e atteggiamenti, formazione e condizione occupazionale, partecipazione sociale e progetti di vita –, dalla ricerca emerge un identikit delle fragilità ma anche dei significativi elementi di forza che caratterizzano i giovani al Sud.

L’ingresso nel mondo del lavoro, che rappresenta per i giovani una prima tappa di transizione verso l’autonomia, dopo la fine degli studi, è spesso una fase di difficile e incompleta realizzazione, soprattutto con riferimento alle regioni meridionali: l’alta percentuale di Neet, giovani che non studiano e non lavorano, che supera il 30% del totale, ne è una testimonianza ormai consolidata nel tempo, con la conseguenza di ostacolare il passaggio all’età adulta e di tradursi in evidenti costi sociali per gli individui Neet e per la comunità che li circonda.

Su questa linea, i giovani del Sud hanno, come quelli del Nord, una visione del lavoro fortemente caratterizzata da aspetti economici e strumentali alla sicurezza e alla costruzione di progetti familiari. C’è però una seconda componente particolarmente rilevante che contempla il lavoro nella dimensione della realizzazione di sé, dunque del prestigio e del successo personali; l’idea, insomma, che l’identità professionale sia un fattore importante di definizione dell’identità personale. Quest’ultimo tratto risulta meno significativo al Nord, subordinato all’idea del lavoro funzionale alla vita privata. Una dimensione su cui pure si rintracciano differenze tra Nord e Sud è quindi quella della progettualità riguardo al proprio futuro.

Famiglia e religione contribuiscono al Sud, più che altrove, a formare l’identità dei giovani, pur in un contesto che è possibile definire di desecolarizzazione e di pluralismo culturale e religioso. La famiglia si presenta come luogo di fusione intima e di conflittualità, che resta, però, l’unità simbolica di riferimento all’interno del sistema sociale meridionale. Un simbolismo che nutre fondamentalmente l’ethos religioso oltre che culturale e civile, scandito da riti di passaggio, che spesso si identificano con una sorta di “sacramentalizzazione” del percorso di vita di giovani e famiglie.


Gli autori della ricerca:

FRANCESCO DEL PIZZO è docente di Sociologia e Dottrina sociale della Chiesa presso la sez. S. Tommaso d’Aquino della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale di Napoli. È coordinatore dell’Osservatorio Giovani Sud dell’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori

STEFANIA LEONE è professore associato di Sociologia generale all’Università di Salerno dove insegna Sociologia e Comunicazione pubblica ed è responsabile scientifico dell’Osservatorio Giovani OCPG presso il Dipartimento di Scienze politiche e della comunicazione.

EMILIANO SIRONI è ricercatore in Statistica sociale presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove insegna Statistica e Demografia. Collabora con il Laboratorio di Statistica applicata alle decisioni economico-aziendali dell’Università Cattolica e con l’Osservatorio Giovani dell’Istituto Toniolo di Studi Superiori.

 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 188 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane