Il tuo browser non supporta JavaScript!

Io leggo e ti racconto perché

27.03.2015

Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore. In Italia sarà il giorno di #ioleggoperché, l’iniziativa dell'Associazione italiana editori nata per contrastare gli sconfortanti dati sulla lettura: solo il 41,4% degli italiani legge, ovvero ben oltre metà della popolazione non sfoglia, neppure un libro l’anno.

Anche Vita e Pensiero (socio Aie) ha aderito all’iniziativa, insieme alla Libreria e alla Biblioteca dell'Università Cattolica, in collaborazione con il Laboratorio di Editoria e il Master in Professione editoria.

Per sottolineare il nostro sostegno alla lettura, invitiamo gli studenti universitari a inviare dei mini-video (dalla durata massima di un minuto, IL MONTAGGIO è A CURA DELLA CASA EDITRICE, BASTA INVIARE SOLO IL GIRATO), da soli o in gruppo, che inizino con la frase “Io leggo perché” e spieghino in poche parole il valore della lettura. Il mini-video si concluderà con #ioleggoanche, seguita dal genere alternativo al romanzo che vi farà piacere segnalare (poesia, saggistica, fumetti, graphic novel, libri fotografici, ecc.) e da una breve motivazione.

Tutti i video saranno caricati sul nostro canale youtube e sarà possibile votarli sulla pagina facebook. CHI OTTERRÀ IL NUMERO DI “LIKE” MAGGIORE ENTRO IL 22 APRILE SI AGGIUDICHERÀ UN BUONO LIBRI DAL VALORE DI 100 EURO OFFERTO DALLA CASA EDITRICE.

I vincitori saranno premiati in Libreria il 23 aprile durante la proiezione dei migliori cinque (i video vanno inviati a ufficiostampa.vp@unicatt.it entro il 16 aprile SPECIFICANDO L'AUTORE/GLI AUTORI E IL CORSO FREQUENTATO IN UC). Chiederemo anche ai docenti e a chi lavora in Università di mettersi in gioco in questa video-gallery di promozione della lettura. Intanto l'Università ha già raccolto i messaggi di tanti scrittori e personaggi dello spettacolo come: Giuseppe Culicchia, Pierdomenico Baccalario, Diego AbatantuonoMarco Bianchi Teo Teocoli, che ha detto: «Io leggo perché imparo qualcosa e faccio viaggiare la fantasia».


p.s. #ioleggoanche
La lodevole iniziativa #ioleggoperché, oltre a riscuotere un grande successo di pubblico, ha creato un vivace dibattito nel mondo della cultura. Alcuni si sono chiesti perché solo 23 romanzi, perché solo romanzi e non altri generi letterari (la saggistica o la poesia per esempio), perché debba essere la “facilità” la chiave per coinvolgere i non lettori e non magari la motivazione. Ed è poi vero che la narrativa è più facile e coinvolgente della saggistica? Sulla base di queste domande aperte e per sottolineare lo spirito del dibattito e confronto proprio di un’università, è stato creato l’hastag #ioleggoanche, utile per allargare i consigli di lettura e sottolineare quanto la strada della ricerca, anche quella dei lettori, sia variegata e multiforme.


 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 1808 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*
Captcha errato

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane