Mi disegnano così: la vita ai tempi della bellezza di massa

Mi disegnano così: la vita ai tempi della bellezza di massa

08.06.2021
La bellezza complice
La bellezza complice
autori: Giuliano Zanchi
formato: Ebook
prezzo:
vai alla scheda »
Tutti ricorderanno l’esilarante scena del film Viaggi di nozze in cui Ivano e Jessica discutono con estrema serietà di una trasformazione radicale: «me stai a proporre un cambio de immaggine?». Così come per tutti è iconica la scena in cui Jessica Rabbit pronuncia la famosa frase «Non sono cattiva, mi disegnano così».

Fra queste due immagini cinematografiche, apparentemente leggere, possiamo leggere qualcosa della nostra società, perché oggi come spiega Giuliano Zanchi nel libro La bellezza complice: «il rapporto di ciascun individuo con il proprio look è diventato incomparabilmente più articolato: secondo processi che in prima battuta possono anche apparire paradossali perché tentano di miscelare senza contraddizioni un bisogno di trasformazione continua e un desiderio di permanenza quasi ossessivo. [...] Una nuova pettinatura significa spesso, anche senza psicodrammi di contorno, un nuovo momento dell’esistenza. Ma anche una forma di posizionamento orizzontale nel consesso sociale e nel magma dei suoi modelli di riferimento. Quelle barbe periclee che vanno di moda nelle city del mondo economico sono una dichiarazione d’intento esattamente quanto il casual vagamente etnico dell’impegnato nel sociale. Fra i poli di queste connotazioni estreme ci stanno le mille variabili in cui ciascuno si dichiara nell’aspetto che decide di avere.»

Insomma la metamorfosi dell’immagine di sé è divenuta parte integrante del normale corso di una biografia individuale. Insieme a tutte le dinamiche connesse ai social e alla riscrittura della nostra immagine digitale.

Nasce da questa e altre suggestioni contenute nel volume l'incontro "Mi disegnano così. La vita ai tempi della bellezza di massa", che 
si svolgerà Mercoledì 9 GIUGNO alle ore 18.30 a Bergamo, presso il Teatro Qoelet
Con l'autore dialoga Michele Bertolini, docente di estetica e storia e teoria dei nuovi media dell'Accademia di Belle Arti di Bergamo.
Modera l'architetto Mariola Peretti .


MEMO
Mercoledì 9 GIUGNO ore 18.30
Bergamo, Teatro Qoelet 
via Leone XIII, 22
Ingresso libero sino a esaurimento posti
È gradita la prenotazione

>> scarica l'invito
 per ulteriori dettagli
L'evento su facebook https://fb.me/e/2pCyLtzUm 
 

Array
(
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 121 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento