Il potenziale di LinkedIN

Il potenziale di LinkedIn

29.04.2022
Psicologia del personal branding
Psicologia del personal branding
autori: Sofia Scatena
formato: Libro
prezzo:
vai alla scheda »
LinkedIn è oggi dove era Facebook 7 anni fa ed è quindi la piattaforma social su cui puntare per costruire e consolidare, velocemente, il nostro personal brand. Sofia Scatena, che sul tema ha scritto il libro intitolato Psicologia del personal branding, offre in questo articolo alcuni consigli pratici per migliorare la propria presenza su LinkedIn.

di Sofia Scatena

Il 2022 è l’anno che finalmente vede la piattaforma digitale dedicata all’ambito professionale spiccare il salto definitivo verso l’Olimpo dei social. Questo grazie anche un ripensamento del design generale e delle feature proposte. Oggi, dicono le statistiche, solo lo 0.5% degli utenti di LinkedIn posta contenuti. Una cifra così bassa rende la visibilità di tali contenuti eccezionale perché tutti vanno a leggerli. È quindi il momento di dedicarsi con passione e costanza a “riempire” di contenuti la nostra bacheca perché è davvero un’occasione imperdibile per costruire il nostro brand e il nostro network, certi di aggregare intorno al nostro profilo persone che condividono i nostri stessi interessi e valori. Qui sotto qualche pratica utile da adottare al più presto.  

1. Decidere chi è la nostra community
 
Innanzitutto è necessario decidere chi è la nostra community e chi invece non ne fa parte. È fondamentale creare il nostro contenuto per una particolare nicchia e perciò è necessario sapere (o imparare) quali argomenti interessano, che cosa li stimola, che cosa li può aiutare nel loro percorso di vita. Solo quando abbiamo capito che cosa interessa e che cosa no, possiamo iniziare a pensare a strutturare i contenuti che ingaggiano i nostri interlocutori ideali e diventare così un leader nel nostro settore di riferimento. L’idea è quella di ricavarci un nicchia – anche minuscola – ma che è solo nostra.

2. Tips&Tricks
Offrire piccoli consigli professionali di buon senso, aggiornati, pensati per risolvere i piccoli e grandi problemi che le persone a cui voglio rivolgermi devono affrontare quotidianamente. Che cosa potrebbe rendere il vostro follower più incisivo? Che cosa potrebbe semplificargli la vita? Che cosa potrebbe rendergli divertente quel certo task? Pensiamo in modo pratico, fornendo consigli che noi stessi abbiamo trovato utili.

3. Storie personali
Possiamo pagare fior di giornalisti e penne sopraffine ma se non lasciamo trasparire la nostra vera personalità non riusciremo mai a creare quel legame emotivo in grado di orientare le scelte. È il motivo per cui Chiara Ferragni non ha mai ceduto a nessuno la sua user e pwd: possiamo amarla o detestarla ma quel che pubblica è 100% lei, rappresentativo di quel che pensa, fa e dice. È LEI. È assolutamente necessario connetterci con la community a un livello intimo, profondo, personale. Possiamo quindi parlare di accadimenti personali, lezioni di vita che abbiamo appreso, situazioni che avremmo voluto conoscere quando abbiamo iniziato… cerchiamo di usare parole che elicitino o sottolineino un’emozione a livello viscerale. Non è sempre necessario apparire Superman o Wonder Woman. Anzi.

4. Intrattenimento
Proviamo a immaginare: migliaia di persone scrollano LInkedIn, stressate dalla giornata lavorativa e al quarto caffè della mattinata. Nel mezzo di pubblicità inutili e promozioni tipo “scarica il template gratuito per il tuo business plan” improvvisamente incappano in un post divertente, spiritoso, che porta il sorriso. Boom! È proprio il divertimento inaspettato che guida la gran parte dell’engagement e fa salire il numero di follower, creando quel legame con chi pubblica quasi intimo che ha tutte le caratteristiche per durare nel tempo. Ci proviamo? 

Per approfondire > Psicologia del personal branding
 

Array
(
    [acquista_oltre_giacenza] => 1
    [codice_fiscale_obbligatorio] => 1
    [coming_soon] => 0
    [disabilita_inserimento_ordini_backend] => 0
    [fattura_obbligatoria] => 1
    [fuori_servizio] => 0
    [has_login] => 1
    [has_messaggi_ordine] => 1
    [has_registrazione] => 1
    [homepage_genere] => 0
    [insert_partecipanti_corso] => 0
    [is_ordine_modificabile] => 1
    [moderazione_commenti] => 1
    [mostra_commenti_articoli] => 1
    [mostra_commenti_libri] => 1
    [multispedizione] => 0
    [pagamento_disattivo] => 0
    [reminder_carrello] => 0
    [sconto_tipologia_utente] => prodotto
)

Articolo letto 746 volte.

Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco*

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Inserire il codice per attivare il servizio.