Il tuo browser non supporta JavaScript!

La form/azione in Teatro Sociale e di Comunità all'Università di Torino: un progetto culturale regionale

digital La form/azione in Teatro Sociale e di Comunità all'Università di Torino: un progetto culturale regionale
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2011 - 2. Per-formazione. Teatro e arti performative nella scuola e nella formazione della persona
titolo La form/azione in Teatro Sociale e di Comunità all'Università di Torino: un progetto culturale regionale
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 02-2011
issn 03928667 (stampa) | 18277969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Il Master in Teatro Sociale e di Comunità nato dieci anni fa a Torino in Piemonte è un progetto culturale di formazione, promozione culturale e ricerca scientifica nell’ambito del lavoro teatrale di comunità. Esso si qualifica non solo per l’attività didattica, che comprende un corso di Master di primo livello e numerosi percorsi di formazione permanente, ma per una costante attività di progettualità – tra ricerca e intervento – con partner territoriali pubblici e privati in ambito culturale, sociale e sanitario. Il profilo professionale promosso è quello di un operatore culturale altamente qualificato in: sviluppo del rapporto corpo-persona-ruolo; conduzione psicosociale dei gruppi teatrali; tecniche creative e linguaggi; sensibilità artistica; costruire storie e visioni sceniche; costruire reti e riti; costruire partecipazione e sostenibilità; decostruire conflitti e consumi; valutazione in itinere e ri-progettazione; capacità di lavorare in team e in partnership.

The Master in Social and Community Theatre that was born ten years ago in Turin in Piedmont is a project of cultural education, cultural promotion and scientific research inside community theatre work. It is not only qualified for the teaching activity, which includes a first level Master course and numerous continuing education courses, but a constant planning activity – between research and practice – with public and private local partners within the cultural, social and health ambits. The promoted professional profile is that of a highly qualified cultural operator in: the development of the relationship between body-person-role; the psycho-social conduction of the drama groups, creative and language techniques, artistic sensibility; construction of stories and scenic views; building of networks and rituals; building participation and sustainability; deconstructing conflicts; consumption; keeping an ongoing evaluation and re-designing; ability to work in teams and partnerships.

News

11.02.2021
Demonumentalizzare Dante per comprenderlo
Anteprima del libro "Dante in Conclave. La Lettera ai cardinali" dello storico Gian Luca Potestà.
22.02.2021
Armida Barelli e il miracolo del Sacro Cuore
Ad Armida Barelli, prima amministratrice di Vita e Pensiero presto beata, si deve l'intitolazione dell'Università Cattolica al Sacro Cuore, la storia.
16.02.2021
Il prezzo di un futuro con bambini-merce
Intervista ad Alessio Musio, docente di Filosofia morale dell'Università Cattolica, autore di "Baby boom".
13.01.2021
Dostoevskij e la bellezza che salverà il mondo (forse)
Omaggio a Dostoevskij con un passo del libro "La bellezza complice" di Giuliano Zanchi, una rilettura di quella travisata "bellezza che salverà il mondo".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane