Il tuo browser non supporta JavaScript!

Incidenza della concezione del predicato d’esistenza nella critica heideggeriana dell’ontoteologia. Una rilettura di Tommaso d’Aquino e Giovanni Duns Scoto

digital Incidenza della concezione del predicato
d’esistenza nella critica heideggeriana dell’ontoteologia. Una rilettura
di Tommaso d’Aquino e Giovanni Duns Scoto
Articolo
rivista RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA
fascicolo RIVISTA DI FILOSOFIA NEO-SCOLASTICA - 2015 - 1 - 2
titolo Incidenza della concezione del predicato d’esistenza nella critica heideggeriana dell’ontoteologia. Una rilettura di Tommaso d’Aquino e Giovanni Duns Scoto
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 10-2015
issn 00356247 (stampa) | 18277926 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Following the aim pursued by Marion to distinguish the Martin Heidegger’s interpretation of ontotheology from the scholastic metaphysics, this paper focalizes the attention on the modalities with which Thomas Aquinas sets God outside the range of the «being» that metaphysics claims to describe and define; in effect, because of the analogy, he digs a chasm between two conceptions of being: the actus essendi and the copula. The esse commune does not have a real ontological consistency, that is, it is not hypostatized: so we must not identify the esse of God with the esse as it is studied in logic and ontology. This thesis is documented through some fundamental passages of Aquinas’ works dedicated to the relation between esse commune and the Ipsum esse of God, concerning the relation between Being and Logos, and the characteristics of the actus essendi described in his metaphysics of participation. Finally, it is shown that the metaphysics of Duns Scotus is not touched by the heideggerian charge of «oblivion of being», because, on the one hand, it is founded on the univocity of the ens in quantum ens; and, on the other hand, it is based on the disjunctive transcendentals of finite or infinite: in their extension towards the gnoseological and ontological sphere, Scotus claims that just the individual entity, marked by the haecceitas, must be said existent.

News

19.04.2021
I giovani non sono atei, ma in ricerca
Anteprima dal libro "Niente sarà più come prima" dedicato ai giovani e alle domande sul senso della vita scaturite dalla pandemia.
12.04.2021
La pandemia nei media
L'ebook gratuito "L'altro virus. Comunicazione e disinformazione al tempo del Covid-19" è stato aggiornato: leggi come.
07.04.2021
L’inaugurazione dell’Università Cattolica: il cantiere in corso
Il 7 dicembre 1921 l'Università inaugurava la prima sede con il cantiere ancora in corso, una storia che aggiunge senso al presente.
06.04.2021
La storia di Olivetti con Playlist
Nel libro di Paolo Colombo ogni storia ha una colonna sonora: scopri quella dedicata ad Adriano Olivetti.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane