Il tuo browser non supporta JavaScript!

Tele-Saar. Europe’s first commercial TV station as transnational experiment

digital Tele-Saar. Europe’s first commercial TV station as transnational experiment
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2013 - 1. Moving at different speeds. The commercialization of television systems in Europe and its consequences
titolo Tele-Saar. Europe’s first commercial TV station as transnational experiment
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2013
issn 03928667 (stampa) | 18277969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

SUMMARY
This article highlights a forgotten episode of European television history: the short yet interesting life of the first commercial television station in Europe called “Tele-Saar”, operating at the French-German borders of the Saar region between December 1953 and July 1958. Financed by French capital and equipped with French technology, Tele-Saar can be analyzed as a speaking example of French post-war techno-politics, demonstrating the close links between political interests, economic strategies and technological ambitions. The specific political context of the Saar region which remained under French protectorate until 1955 makes the story of Tele-Saar a unique example of early transnational television broadcasting in Europe. The article offers a thick description of the main actors involved in the planning and running of the station and analyzes the strategic political and economic motives that stood behind both the installation of the station by the French authorities and its closing due to the return of the Saarland to West Germany in 1957.

RIASSUNTO
Il saggio sottolinea un episodio dimenticato della storia della televisione europea: la vita breve ma interessante della prima stazione televisiva commerciale in Europa, chiamata “Tele-Saar”, operante al confine franco-tedesco della regione della Saar tra dicembre 1953 e luglio 1958. Finanziata da capitali e provvista di tecnologie francesi, Tele-Saar può essere analizzata come un esempio della tecno-politica francese nel dopoguerra, dimostrando i forti legami tra interessi politici, strategie economiche e ambizioni tecnologiche. Il contesto politico specifico della regione, rimasta sotto il protettorato francese fino al 1955, rende la storia di Tele-Saar un esempio unico di primo broadcasting transnazionale in Europa. Il saggio offre una descrizione accurata dei principali attori coinvolti nella progettazione e nello sviluppo della stazione e analizza i motivi strategici politici ed economici dietro sia l’installazione della stazione da parte delle autorità francesi, sia la sua chiusura dopo il ritorno della Saar alla Germania Ovest nel 1957.

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

12.12.2019
Il sermone di Natale di Stevenson
Il 18 dicembre a Pavia incontro su "Sermone di Natale" di Stevenson per scoprire il lato più umano del 'Narratore di Storie' con Bendelli, Mottola, Grisi.
04.12.2019
Max Picard: il veggente della tecnocrazia
Chi era Max Picard? Ritratto di un intellettuale irregolare che ha previsto i pericoli della società tecnocratica e di una modernità in fuga dal divino.
03.09.2019
Il filosofo della bontà, un Candide 2.0 in carne e ossa
Intervista al filosofo catalano Josep Maria Esquirol che spiega il suo cammino dell'ingenuità e la forza della bontà.
02.09.2019
Gauchet, La fine del dominio maschile
Anteprima del nuovo libro di Marcel Gauchet, "La fine del dominio maschile", un passaggio sulla scomparsa della figura del padre nella società e non solo.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Tutte le Collane