Il tuo browser non supporta JavaScript!

La violenta giustizia di Zeus (Aeschyl. Agam. 182-183)

digital La violenta giustizia di Zeus (Aeschyl. Agam. 182-183)
Articolo
rivista AEVUM
fascicolo AEVUM - 2007 - 1
titolo La violenta giustizia di Zeus (Aeschyl. Agam. 182-183)
autore
editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 01-2007
issn 0001-9593 (stampa) | 1827-787X (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

L’inno a Zeus contiene la chiave interpretativa di tutta la trilogia. Esso rappresenta la manifestazione più alta del pensiero eschileo. Vengono affrontate le principali questioni interpretative ed esegetiche, necessarie per intendere tutto l’inno. Il punto cruciale è costituito da biaíos (vv. 182-83), che è lezione dei codici: probabilmente bisogna leggere bíaios. L’uomo non è destinato a soffrire senza capire il perché, senza individuare una connessione tra agire e soffrire. Il dio che regna su tutto e su tutti ha aperto una via al fronèin (v. 176). Questa cháris è detta ‘violenta’, perché è possibile ottenerla mediante il pathos, che oltre tutto resta qualcosa di congenito al principio del drasanta pathèin. Questa legge dell’esperienza dolorosa ha valore universale. Si chiarisce ulteriormente se consideriamo quel che lo stesso Eschilo dice sulla natura della legge e sul rapporto tra il polítes e il nómos. La paura della legge è necessaria, come si può vedere da più luoghi. In particolare, concorrono a facilitare e nello stesso tempo a completare le argomentazioni su questo concetto Pindaro col celebre fr. 152 Bowra (= 160 Snell) e Solone col fr. 24 D. Nella conclusione si considera l’esistenza drammatica dei personaggi – Agamennone, Clitemnestra, Oreste, Elettra, Egisto – alla luce di questi concetti.

News

17.02.2020
Il lettore nell'epoca digitale
Dal 2 al 16 marzo un ciclo di incontri dedicato al lettore al Palazzo Ducale di Genova con Petrosino, Esquirol, Ossola, Affinati, Sequeri. Tolentino.
14.02.2020
La fuga dei cervelli nel mondo antico
Una storia raccolta nel volume "Migranti e lavoro qualificato nel mondo antico": intervista ai curatori Cinzia Bearzot, Franca Landucci e Giuseppe Zecchini.
14.02.2020
Google ci rende meno liberali?
Anteprima del saggio di Sonia Lucarelli che analizza fondamenta, evoluzione e crisi dell’ordine liberale di fronte alle nuove sfide: digitale in primis.
06.02.2020
George Steiner: un incontro indimenticabile
Il 3 febbraio si è spento il grande critico Steiner, nostro ospite nel 2012 per "Il libro dei libri".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane