Un'inedita corrispondenza tra gli ambasciatori genovesi presenti alla corte di Alessandro IV e la madrepatria - Antonio Musarra - Vita e Pensiero - Articolo Vita e Pensiero

Un'inedita corrispondenza tra gli ambasciatori genovesi presenti alla corte di Alessandro IV e la madrepatria

digital Un'inedita corrispondenza tra gli ambasciatori genovesi presenti alla corte di Alessandro IV e la madrepatria
Articolo
rivista RIVISTA DI STORIA DELLA CHIESA IN ITALIA
fascicolo RIVISTA DI STORIA DELLA CHIESA IN ITALIA - 2013 - 1
titolo Un'inedita corrispondenza tra gli ambasciatori genovesi presenti alla corte di Alessandro IV e la madrepatria
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 02-2014
issn 0035-6557 (stampa) | 1827-790X (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

Il fondo Archivio Segreto dell’Archivio di Stato di Genova conserva alcuni documenti, qui editi in Appendice, risalenti alla metà del Duecento, in grado d’illuminare alcuni aspetti delle procedure poste in essere dalla curia papale per risolvere le controversie sorte tra i comuni. Il riferimento è al carteggio intercorso al principio dell’estate del 1258 tra alcuni ambasciatori genovesi presenti a Viterbo, alla corte di Alessandro IV, e la madrepatria, il quale si colloca all’interno delle trattative volte a porre termine alla cosiddetta “guerra di San Saba”. Tale documentazione mette in luce, da un lato, la pregnanza del ruolo pacifi catore del papa, dall’altro la necessità per il suo effettivo esercizio del consenso delle parti, in apparenza condiscendenti, di fatto tese a manipolare a proprio favore il negoziato.

The Archivio di Stato di Genova preserves some documents dating to the mid-thirteenth century, published in the Appendix, which throw some light on some aspects of the procedures the pope’s curia used to resolve disputes between the Italian communes. This paper focuses on the correspondence elapsed at the beginning of the summer of 1258 among Genoese ambassadors in Viterbo, at the court of Alexander IV, and their motherland, which is part of negotiations aimed at concluding the so-called “war of San Saba”. These documents highlight the key-role played by the Papacy in the peace negotiations, but also the need for its effective exercise of the parties’ consent, apparently condescending, in fact devoted to manipulate the negotiation.

Chi ha visto questo prodotto ha guardato anche...


News

02.05.2022
I nostri eventi al Salone del Libro 2022
Dal 19 al 23 maggio saremo al Salone Internazionale del libro di Torino: vi aspettiamo al Pad. 2 stand L69 per tanti eventi e grandi ospiti.
16.05.2022
La convergenza di interessi dietro la strage di Capaci
A trent'anni dalla strage di Capaci, vi proponiamo un estratto dal libro "Mafia. Fare memoria per combatterla" del giudice Antonio Balsamo.
16.05.2022
Charles de Foucauld, il santo del deserto
In occasione della canonizzazione, vi proponiamo due titoli - di Sequeri e d'Ors - per approfondire la figura di Charles de Foucauld.
16.05.2022
Onida: la passione del «ben pensare politicamente»
Per commemorare la memoria di Valerio Onida, recentemente scomparso, pubblichiamo un estratto del dialogo con Enzo Balboni.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane