Caro voyeur, incontri il flâneur... Sinceramente, social media di Danah Boyd

Caro voyeur, incontri il flâneur... Sinceramente, social media

digital Caro voyeur, incontri il flâneur... Sinceramente, social media
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2012 - 2. Critica della ragion socievole. Le teorie davanti alla problematicità del web 2.0
titolo Caro voyeur, incontri il flâneur... Sinceramente, social media
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 02-2012
issn 0392-8667 (stampa) | 1827-7969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

RIASSUNTO
Le tecnologie sociali stanno modificando la regola del «privato-dato-per-scontato» e «pubblico-come-effetto-di-un-lavoro-intenzionale» che normalmente le persone applicano nel mondo reale. La partecipazione ai social media digitali spesso si basa sulla regola «pubblico-dato-per-scontato» e «privato-come-effetto-di-un-lavoro-intenzionale». L’essere osservati è semplicemente parte integrante del partecipare. Piuttosto che chiamarsi fuori o «staccare la spina», molti partecipanti stanno sviluppando tecniche per gestire quelle stesse dinamiche che le persone celebri hanno dovuto affrontare da molto tempo: una vita costantemente sorvegliata. Quello che conferisce loro potere non è la tecnologia e neppure la normativa, ma la capacità di agency. Le persone non sono semplici individui o parte di un gruppo; sono membri attivi di reti sociali, connessi dalle informazioni, da tempi e da spazi e devono gestire la loro vita come una serie di relazioni. Quando le persone comprendono la loro posizione in questa costellazione, allora possono conquistare l’essenza stessa della privacy. Inoltre, solo quando hanno una capacità di agency le persone possono rispondere razionalmente e responsabilmente alla sorveglianza.

SUMMARY
Social technologies have been modifying the rules of «given-for-granted-private-sphere» and «public-sphere-as-a-result-of-intentional-activities» which people normally apply to real life. Participation in digital social media is often based on the rules «given-for granted-public-sphere» and «private-sphere-as-a-result-of-intentional-activities» being observed is simply an integral part of participating. Rather than calling oneself out or «unplugging», many participants are developing techniques to manage those same dynamics which famous people have been coping with for ages: a life which is constantly watched over. What gives them power is not technology or regulations, but the capability of acting as an agency. People are not simply individuals or parts of a group: they are active members of social networks, connected by information, time and space and they have to handle their life as a series of relationships. When people understand their place in this constellation, than they can win the essence of privacy itself. Moreover, only when they act as an agency, can people respond rationally and responsibly to surveillance.

News

18.07.2022
Le dolci potenti pagine della letteratura
Tolstoj, Dostoevskij e Melville: viaggio nella dolcezza inaspettata raccontata da Anne Dufourmantelle.
03.08.2022
Johnny Dotti, l’entusiasmo di vivere ho incontrato
Ritratto del pedagogista e imprenditore sociale che trasmette entusiasmo e passione per la vita.
18.07.2022
L’autorità che move il sole e le altre stelle
Senza guida anche Dante non avrebbe potuto superare l'Inferno: il consiglio di lettura tratto da Magatti e Martinelli, nell'alleanza tra generazioni.
18.07.2022
«Più vasto del cielo»: il cervello in versi
Il nostro cervello nei versi di Emily Dickinson, raccontati dalla Wolf.

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane