The peculiar public of television - Daniel Dayan - Vita e Pensiero - Articolo Vita e Pensiero

The peculiar public of television

digital The peculiar public of television
Articolo
rivista COMUNICAZIONI SOCIALI
fascicolo COMUNICAZIONI SOCIALI - 2003 - 1. Attraversamenti. Spazialità e temporalità nei media contemporanei
titolo The peculiar public of television
Autore
Editore Vita e Pensiero
formato Articolo | Pdf
online da 09-2017
issn 0392-8667 (stampa) | 1827-7969 (digitale)
Scrivi un commento per questo prodotto
€ 6,00

Ebook in formato Pdf leggibile su questi device:

In questo saggio l’autore analizza il concetto di «pubblico televisivo» in relazione a quello di audience. Mentre i soggetti che fanno parte di un pubblico condividono una dimensione sociale, hanno qualcosa da dire, affermano i propri gusti, sono impegnati e fedeli, il concetto di audience non fa riferimento a una dimensione collettiva del vedere, ma a un insieme di spettatori «muti». Gli studi sull’audience e sulla ricezione, secondo l’autore, non si basano su una definizione adeguata di pubblico. Neppure i più recenti definiscono in modo appropriato il pubblico della televisione. Dayan analizza, quindi, alcune trasmissioni che si possono definire costitutive di un pubblico della televisione: il serial francese Hélène et les garçons, i programmi europei di informazione e quelli rivolti ai migranti. Ne emergono quattro tipologie di pubblico: un publicum in fabula, legato ai programmi in cui il pubblico è invitato a partecipare; un pubblico, costituito prima e altrove, spesso in relazione con altri media, e solo incidentalmente televisivo; il pubblico dei fans stabile e consapevole, ma che si colloca in un mondo di finzione parallela e, infine, il pubblico degli eventi mediali, che presenta tutte le caratteristiche necessarie per costituire un pubblico, tranne quella della stabilità. La televisione attuale non appare, quindi, in grado di creare un vero e proprio pubblico quanto piuttosto un pubblico debole, o marginale, o in costante fuga.

News

22.11.2021
Il potere della nascita
Giovedì 2 dicembre la storica dell'arte Giovanna Brambilla, a Bergamo, presenta "Mettere al mondo il mondo".
17.11.2021
Vita e Pensiero premia i laureati del Premio Gemelli
Tra i vincitori del Premio Gemelli, l'editrice ha scelto la tesi di Eleonora Carraro sulla comunicazione digitale e la creatività, ora open access.
11.11.2021
Josep Maria Esquirol in Italia
Dal 15 al 17 dicembre il filosofo catalano sarà In Italia per presentare l'ultimo libro "Umano, più umano".
05.11.2021
Le famiglie oggi tra ricchezza e povertà
Giovedì 25 novembre alle ore 9.30 in Università Cattolica un convegno sul tema "Famiglie e povertà".

Newsletter

* campi obbligatori

Collane

  • Cultura e storia
  • Filosofia morale
  • Grani di senape
  • Le nuove bussole
  • Metafisica e storia della metafisica
  • Pagine prime
  • Punti
  • Relazioni internazionali e scienza politica.ASERI
  • Sestante
  • Studi interdisciplinari sulla famiglia
  • Temi metafisici e problemi del pensiero antico
  • Transizioni
  • Varia. Saggistica
  • Scopri le altre Collane

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento